1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve
    qualche giorno fa mi sono recato all'ADE, per contestare un avviso di accertamento ricevuto dal sistema automatizzato ,in cui risultavano "NON VERSATI" gli acconti IRPEF prima e seconda rata riferiti al 2011 pertanto mi invitava a pagare entro 30 giorni la somma di euro 890 .
    Poichè da un controllo effettuato con CUD 2011 risultava che gli acconti erano stati versati ma di misura inferiore a quelli dichiarati dovuti a un rimborso avvenuto durante l'anno di euro 50.
    Quando, mi sono presentato allo sportello dell'agenzia delle entrate con CUD 2011 alla mano, l'addetto ha verificato e preso atto che in realtà la contestazione riguardava solo una minima parte di quell'importo e cioè 50 euro per cui procedeva a una rettifica del procedimento amministrativo riducendo l'importo da 890 a 50 euro.
    La mia domanda è, perchè l'ADE in presenza di discrepanze sulle dichiarazioni mi contesta l'intera somma e non quella effettivamente non versata? Forse un modo per provarci con i contribuenti o magari sperare che incappino nella rete cittadini più sprovveduti e meno attenti?
    :rabbia:
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    La più plausibile!!!
     
  3. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    infatti, era quello che immaginavo, come per esempio a volte nonostante si paghino regolarmente verbali, multe, tasse, dichiarazioni eccetera se non si è attenti ed ordinati a conservare tutte le ricevute, a distanza di anni in caso di accertamento qualora non si riescisse a dimostrare di aver pagato si è costretti, purtroppo si rischia di ripetere il pagamento ingiustamente a guadagno dell'ADE.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se la ritenuta di anni precedenti di 50 €. era regolare avresti dovuto fare istanza di sgravio e non accettare di pagare, altrimenti risultano che non erano dovuti
     
  5. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    scusami ma nn ti seguo:disappunto: :disappunto:
    se l'importo per acconti IRPEF dichiarati erano 890 e quelli versati 840 , naturalmente il rimborso è avvenuto dopo che ho pagato 890 euro (rimborso di 50 euro nella busta paga del mese di dicembre 2012), l'ADE sarebbe stato opportuno contestarmi solo la differenza (50 euro) e non l'intera somma !
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ma i 50 €. erano dovuti o no, o è stato un arbitrio di chi ha effettuato il 730, se erano docuti non avresti dovuto pagare niente altrimenti, oppure solo la sanzione sulla differenza versata con le relative mora, ma avresti dovuto fare un'istanza all'ADE, ciao
     
  7. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao
    Inizialmente sono stati versati con l'intera somma degli acconti (890 euro), ma non potevo sapere che a fine anno ci sarebbe stato un rimborso sugli acconti.
    Quindi avendo portato in detrazione nella dichiarazione 730/2012 gli acconti versati l'anno precedente (890 euro) è sorta una discrepanza di 50 euro e sono d'accordo a restituire tale somma ma la mia domanda iniziale è stata:
    Perche l'ADE mi contesta l'intera somma non versata (890) ?
    Bhe c'è una bella differenza.........un errore di poco conto contestare 890 euro anzichè 50....insomma in questo preciso momento storico poco roseo!
    Mi sarei aspettato una contestazione solo dell'importo pari alla differenza ossia 50 euro.
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Diciamo che l'ADE ha preso una cantonata. Potrebbe anche darsi che l'errore l'abbia commesso il datore di lavoro nella compilazione del Mod. 770 (che notorimente è la dichiarazione dei sostituti di imposta, ed in particolare delle retribuzioni singole e riepilogative). Può darsi che i dati del Cud differiscano da quelli presenti nel 770.
     
  9. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    certo
    certo, ovviamente non lo escludo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina