1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gigasta

    gigasta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buon pomeriggio a tutti, ho letto da poco le nuove norme che regolano la vita in condominio, se non sbaglio entreranno in vigore a giugno 2013, le quali prevedono l'obbligo che il conto corrente sia intestato al condominio e non all'amministratore, anche se tale conto nominativo viene utilizzato esclusivamente per i movimenti del condominio.
    L'amministratore del mio piccolo condominio (9 proprietari su 10 unità) ha sempre utilizzato un conto, esclusivo del condominio, ma intestato a lui. Questo con tutta l'assemblea d'accordo per abbattere i costi bancari.
    Pochi giorni orsono, durante le convocazioni, ha avvertito che prossimamente chiuderà tale conto per aprirne uno intestato al condominio, come richiede la nuova normativa.
    Il mio questito è il seguente: è obbligato a farlo oppure con una delibera assembleare in cui tutti si dicono d'accordo a mantenere il conto così com'è si può andare in deroga alle nuove norme?
    Il nuovo conto, solo di bolli costerebbe 100 euro all'anno, contro il niente che si paga adesso.
    Grazie a tutti. Saluti
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il discorso è molto semplice, se il C/C è intestato all'amministratore come ora è per voi forse per voi condomini va bene ma gli eventuali interessi saranno ad appannaggio dell'amministratore, ed in caso di CRAK e/o di altre eventuali conseguenze, quanto da voi depositato a nome e sul conto dell'amministratore saranno e faranno parte dell'eredità degli eredi naturali del de cuius, e non a nome del condominio.
    Per cui è sempre bene far sottoscrivere un C/C a nome del condominio e non a nominativo del'amministratore.
    Pensateci bene, 100 euro all'anno per 10 condomini non sono nulla rispetto all'eventuale rischio che potrete andare incontro ;)
    Tra l'altro le nuove norme non credo siano tanto da prendere sottogamba
     
    A BRUFERBOLOGNA piace questo elemento.
  3. gigasta

    gigasta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie condobip, l'amministratore è un condomino, di fiducia e siamo certi che il conto utilizzato serve esclusivamente il condominio. Giusto perchè ritengo che le nuove norme non siano da prendere alla leggera chiedevo se vi si può derogare tramite delibera. Diversamente regaleremo questi ulteriori 100 euro allo stato.
    Grazie ancora della celerità
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Io ti dico solamente questo, le nuove norme prevedono;

    L'amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio, su uno specifico conto corrente, postale o bancario, intestato al condominio;

    La revoca dell'amministratore ... Può altresì essere disposta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino ...
    ... per gravi irregolarità ... su ricorso di ciascun condomino ..

    .. 3) la mancata apertura ed utilizzazione del conto di cui al settimo comma;


    poi voi condomini fate ed agite come credete ...
     
    A gigasta piace questo elemento.
  5. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro Gigasta,
    ti ha spiegato molto bene condobip sulla necessità ed obbligarietà di accendere un c/c al condominio. Al contrario , come già da lui accennato, in caso di decesso del condomino il c/c va obbligatoriamente in successione.Alla prima assemblea mettetelo all' O.D.G.e prendete una delibera in proposito con la quale date incarico all'amministratore Sig xxxx di procedere alla accensione presso la banca xxxxx di un conto intestato al Condominio yyyyyyyy. L'amministratore ,con il Codice Fiscale del condominio ed una copia della delibera va in banca e si mette in regola .
    Purtroppo oggi costa tutto,sono finiti i tempi belli !
     
    A gigasta piace questo elemento.
  6. gigasta

    gigasta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie ad entrambi! Hai ragione Alberto, son finiti i tempi belli.
    Grazie ancora
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non sono queste le grandi spese che il condominio dovrà affrontare, perchè tutte le spese condominiali come le bollette della luce e dell'acqua condominiale dovranno transitare sul c.c. condominiale, ed eventuale compilazione del modello 770, con le relative pezze giustificative ciao:daccordo:
     
  8. Prociotta

    Prociotta Nuovo Iscritto

    esattamente come ora
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina