1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. albertomichelotti

    albertomichelotti Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti,
    sono attualmente in corso di trattativa per l'affitto di un appartamento molto interessante. Unico vincolo: la proprietà vuole affittarla solo per due anni e mi ha proposto il contratto turistico.
    Io ovviamente non vorrei, peraltro so che esiste un altro tipo di contratto che prevede situazioni simili a questa (la locazione transitoria), seppur di durata massima di 18 mesi, ma questo contratto non va bene alla proprietà, per ragioni che non mi dilungo a spiegare.
    Vi chiederei pertante se potete aiutarmi a capire quali sono i potenziali rischi per l'inquilino che sottoscrive un contratto a uso turistico
    a) di durata così lunga (2 anni)
    b) in assenza di effettive esigenze turistiche

    Grazie in anticipo a chiunque mi aiuti a risolvere questo dilemma!
     
  2. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve, come primo pensiero che mi passa per la testa ....
    mi pare che l'inquilino "turistico"non possa prendere residenza in caso di affitto turistico, quindi se volturerai le utenze le pagherai piu' care
    Inoltre io che ho un'Affittacamere in Piemonte ho un limite piu' basso per l'affitto continuativo turistico, ovvero 6 mesi ...forse ogni regione ha le sue regole ...oppure per le case vacanza ci possono essere tempi piu' lunghi .....
    attendiamo cmq altri interventi chiarificatori
    cordiali saluti Marco ;)
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il contratto transitorio è obbligatoriamente soggetto all'applicazione del canone concordato tra le associazioni di proprietari e inquilini e le autorità locali. Generalmente questo canone è inferiore, talvolta anche di molto, a quello di mercato.
    Il contratto turistico non è soggetto a questo vincolo ed il canone può essere liberamente determinato.
    Per locazioni superiori ai 18 mesi il contratto da stipulare è il 4+4. L'inquilino può dare disdetta a mezzo raccomandata A/R da inviarsi almeno 6 mesi prima.
    In alcuni comuni, se vengono affittati appartamenti a titolo di abitazione principale con questo tipo di contratto, vengono concesse delle agevolazioni sull'ICI.
     
  4. albertomichelotti

    albertomichelotti Nuovo Iscritto

    Grazie mille Marco,
    effettivamente ogni regione ha le sue regole, anche se ho letto che in materia di diritto privato (che dovrebbe essere l'ambito di questo tipo di contratto) le regioni non dovrebbero intervenire, per cui ogni regola in materia emanata dalla regione è di fatto anticostituzionale. Certo, uno se le ignora lo fa comunque a suo rischio e pericolo...
    Alberto
     
  5. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    a rischio e pericolo che il contratto venga invalidato da una delle parti .... nel momento che gli accordi non piacciono piu' .... ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina