1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. 47franco

    47franco Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ho registrato un contratto di affitto 4+4 con cedolare secca ma in questi quattro anni ho pagato a tassazione ordinaria con inserimento nel 730+ imposta registro. Mi sono accorto di ciò andando all’agenzia delle entrate per farmi calcolare il ritardo della proroga per il secondo quadriennio. L’agenzia delle entrate non ha potuto dirmi di più perche non era quella ove il contratto era stato registrato. Devo organizzarmi per raggiungere questa città. Intanto sono divorato dal panico. Mi toccherà pagare nuovamente i quattro anni con interessi e mora? Chi mi può dare un aiuto per ipotizzare le conseguenze ed eventualmente suggerire qualche rimedio.

    grazie
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Puoi anche vedere se puoi avere il rimborso dell'imposta di registro di questi anni, non dovuta ma pagata, nonché il ricalcolo delle imposte pagate in più (differenza tra imposta ordinaria - pagata - e imposta con c.s. - dovuta) . E' bene quindi che tu ti rivolga all'ufficio presso cui hai fatto la (prima) registrazione.
     
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa un moment, ma il Mod. 730 chi te l'ha compilato in questi 4 anni ? In Sicilia non esistono i CAF ? E se esistono cosa controllano ? Scusa l'ironia ma mi sembra qualcosa di surreale.
     
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il 730 uno può anche farselo da solo, mi sembra. O no?
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma 4 anni fa non poteva spedirselo da solo, non esisteva il Precompilato.
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E poi il commercialista non aveva responsabilità e lo faceva come-Pilato (se ne lavava le mani).
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...e praticavano il Pilates. Ora non più, tanti hanno dei seri problemi a causa della crisi, delle attività che chiudono e di clienti che non pagano.
     
  8. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Questo è vero soltanto nel caso in cui al commercialista siano stati prodotti tutti i documenti necessari ... copia contratto, mod RLI etc Spesso non succede, un po' come per le visure degli immobili, tanti contribuenti credono che debbano farle i commercialisti, invece non è così ....
     
  9. 47franco

    47franco Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ringrazio a tutti e rispondo. Anche per rendere reale quello che giustamente, Alberto Bianchi dice essere surreale.

    Il 730 lo ha fatto il CAF al quale sono stato io a dire che ero in regime di tassazione ordinaria.

    Occorre premettere che il contratto lo ha registrato l’agenzia presentatrice dell’inquilino. Sulla scelta della tassazione si era verificato un confronto fra l’agente che consigliava, acriticamente, la cedolare secca ( di nuova istituzione) ed io che propendevo per la tassazione ordinaria; possedendo il 50% della casa di abitazione e reddito da lavoro modesto. Così rimanevo convinto che la registrazione fosse stata realizzata a tassazione ordinaria.
    Nel contratto non emerge in maniera esplicita, palese, la scelta. La dizione cedolare secca compare esclusivamente in un periodo che recita solo così: “Qualora non si aderisca a tassazione con cedolare secca il locatore ad inizio del secondo anno e cosi successivamente con periodicità annuale aggiornare il canone con riferimento all’indice di svalutazione Istat…..”

    Forse un bel Timbrazzo con la scritta Cedolare secca non ci stava male!! Chissà se attualmente qualcuno ci ha pensato.

    ciao
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La scelta della tassazione con secolare secca si manifestava, e si manifesta ancora, mediante l'invio di una Lettera raccomandata all'inquilino (locatario) prima dell'inizio della decorrenza della nuova annualità.
    Altra possibilità, inserire apposita clausola nel contratto sempre prima della decorrenza dell'annualità. Ma da quello che scrivi non pare che esista una scelta esplicita nel contratto di locazione.
    Comunque il CAF avrebbe dovuto pretendere l'esibizione di copia del contratto e della ricevuta di registrazione del contratto.
     
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Direi che anche se insolita, esiste implicitamente.
    Lascerebbe presumere che inizialmente si sia optato per CS.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se il contratto non conteneva l'espressa tua rinuncia a esercitare la facoltà di chiedere l'aggiornamento del canone a qualsiasi titolo, e non avevi dato preventiva comunicazione al conduttore di voler aderire al regime della c.s. con lettera raccomandata, contenente anche quella rinuncia, l'opzione per la cedolare secca non poteva avere e non ha tuttora effetto. Di fatto, non l'avresti mai esercitata.
     
    Ultima modifica: 8 Luglio 2016
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra una interpretazione molto restrittiva nel caso in specie, non considerare che la frase riportata equivale di fatto al combinato della dichiarazione di opzione e negazione aumenti.
    E' scritta a rovescio (una sorta di frase al negativo, ma il risultato è lo stesso di quello prescritto)
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    È quella perfettamente conforme alla norma di legge e ai documenti di prassi.
    Il locatore, per beneficiare del regime della cedolare secca, deve comunicare preventivamente al conduttore, tramite lettera raccomandata, la scelta per il regime alternativo di tassazione e la conseguente rinuncia, per il corrispondente periodo di durata dell’opzione, a esercitare la facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone a qualsiasi titolo (inclusa la variazione accertata dall’Istat dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati dell’anno precedente). È esclusa la validità ai fini in esame della raccomandata consegnata a mano, anche con ricevuta sottoscritta dal conduttore.
    La comunicazione deve essere inviata al conduttore prima di esercitare l’opzione per la cedolare secca, e, pertanto, in linea generale, prima di procedere alla registrazione del contratto, ovvero prima del termine di versamento dell’imposta di registro per le annualità successive.
    Il conduttore che riceve tale comunicazione è così posto in condizione di sapere che, per il periodo di durata dell’opzione, non è tenuto al pagamento dell’imposta di registro.
    Non deve solo sapere che "Qualora non si aderisca...", ma deve sapere se si è effettivamente aderito o no.
    Per i contratti di locazione nei quali è espressamente disposta la rinuncia agli aggiornamenti del canone, "si ritiene" (e del tutto logicamente), che non sia necessario inviare al conduttore la comunicazione in questione.
     
    Ultima modifica: 8 Luglio 2016
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    What? Che vuol dire?
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cercherò di spiegarmi.
    Non ne avevo alcun dubbio: e proprio per questo ripeto che la lettura negativa è fatta col paraocchi della nostra burocrazia che fa prevalere la forma alla sostanza.
    O diciamo almeno che la AdE non tratta il contribuente con spirito collaborativo.

    Intanto mi permetterei di evidenziare una lacuna (il che accade molto raramente ...) nella peroratio di @Nemesis: ha dimenticato che , nel caso il contratto contempli esplicitamente la scelta della opzione, con le relative rinunce, non è più richiesta la lettera raccomandata (vedi documento di prassi che si esprime esplicitamente in proposito). (Direi che non basta la sola rinuncia di qualunque aumento)

    Adesso vediamo se questa volontà di avvalersi della cedolare , era espressa o no.

    Dato per scontato che non è stata certo una idea felice discostarsi dal formulario previsto dalla nostra cara burocrazia, (ne è la prova questa discussione), analizziamo la frase incriminata:
    Quale significato può essere dato alla frase qualora seguito da non si aderisca a cedolare secca ...... il locatore ad inizio del secondo anno e cosi successivamente con periodicità annuale aggiornare il canone con riferimento all’indice di svalutazione Istat…..” ?
    La lettura più spontanea sarebbe quella di pensare che fin dall'inizio abbia inteso adottare la CS, riservandosi alle successive scadenze di tornare alla tassazione ordinaria, con le relative possibilità di applicazione dell'adeguamento Istat. Altrimenti sarebbe una frase campata per aria priva di nesso con il contratto. Assumendo il presupposto che non fosse espressa l'intenzione di aderire alla CS, il locatore non aveva alcun bisogno di anteporre la scelta della cedolare, nel precisare che si sarebbe avvalso della facoltà di applicare l'aggiornamento Istat.

    E' vero che si potrebbe dire che la frase non equivale a formulare esplicitamente la scelta, ma se guardiamo alle ambiguità, la regola non dovrebbe essere a senso unico. Se tolleranza e pazienza deve il contribuente sopportare di fronte ad apparenti incongruenze delle norme che si succedono, non sarebbe il caso di usare un pò di comprensione quando si sia di fronte ad un contribuente non molto attrezzato?

    p.s.: Ammetto: come difensore d'Ufficio non sono granchè! :confuso:

    Però: a quando un Fisco veramente amico?
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Replico, ora, solamente a questo, dato che sto uscendo. Hai letto l'ultimo periodo del mio precedente intervento?
     
  18. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quando le cose si imbrogliano, ecco che il nostro protettore, il Deus ex Machina, puntualmente arriva e rimette le cose a posto !Bravo:applauso:
     
  19. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certo: intendi questo?
    Ho dato risposta con questo:
    ovviamente in collegamento alla frase che lo precede e che completa.
     
  20. 47franco

    47franco Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ne io ne l’inquilino abbiamo alcuna corrispondenza ho dichiarazione in merito al regime fiscale.

    Rimane l'ipotesi che abbia sottoscritto frettolosamente, tramite l’agente, una preferenza senza trattenere copia. Questo lo potrò scoprire andando all’AdE dove è avvenuta la registrazione originaria. (Ci vogliono 1.300 km)

    Mi chiedo e vi chiedo se può essere possibile apportare modifiche alla registrazione originaria ora per allora. Mi troverei subito a posto. E’ questa una soluzione improponibile?

    Grazie e saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina