1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. stefi3

    stefi3 Membro Attivo

    Buongiorno e' in scadenza il mio contratto d'affitto di 2 anni, ma nel contratto e' scritto": la durata della locazione con cedolare secca e' accettata in anni 2. Qualora sei mesi prima della scdenza del contratto non venga data da una delle parti disdetta mediante A.R. si intende rinnovato a tutti gli effetti tranne per le condizioni economiche". Infatti la proprietaria mi ha informato che vuole aumentare il suddetto affitto. Ma per quanto rigurda la durata del contratto cio' che e' scritto vuole dire che si intende prorogato per altri 2 anni giusto?' E cosi' e' necessario rifare la registrazione con la modifica dell'aumento? Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La legge non prevede la durata biennale per le locazioni a uso abitativo.
     
  3. stefi3

    stefi3 Membro Attivo

    Per cui era gia' sottintesa di 2+2?
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Non esistono contratti "2+2".
    Quel contratto dev'essere ricondotto nello schema ordinario previsto dalla legge n. 431/1998, della durata di "quattro anni più quattro".
     
  5. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La proprietaria ha torto.
    Anche se si tratta di un contratto di durata regolare (4 anni + 4 se libero, oppure 3 anni + 2 se concordato) viene rinnovato alle stesse condizioni, comprese quelle "economiche"
    Inoltre finché la proprietaria mantiene l'opzione per la cedolare secca non può neppure aumentare il canone in base all'Indice Istat dell'inflazione.

    Se le parti si accordano per un canone maggiore, occorre risolvere (cioè chiudere) il contratto attuale e stipularne uno nuovo.
     
    A Franci63 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  6. navol

    navol Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ma forse sono aumentate le spese
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi