• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mgc

Membro Attivo
Ho intenzione di dare in comodato d'uso, gratuito ovviamente, due stanze di una casa da me non attualmente abitata. So che che il contratto può essere anche solo verbale. Quale la differenza tra il contratto registrato e l'accordo solo verbale? E' possibile una scrittura privata fra le due parti? Va denunciato alla PS la presenza del comodatario, anche se non viene dato in cessione tutto l'immobile? Grazie per le risposte!
 

Alessia Buschi

Membro dello Staff
Membro dello Staff
Professionista
Ciao,
la differenza tra le 2 ipotesi in oggetto sta nel fatto che la seconda deve essere necessariamente registrata presso l'agenzia delle entrate al costo di 168 euro più bolli mentre la prima non ha alcun costo.
La comunicazione di cessione dell'immobile in questura va comunque presentata entro 48h dall'entrata in uso del bene nella "mani" del comodatario.
Non sono un'esperta, ma secondo me è sempre bene farla, quando c'è una carta scritta, comunque è una forma di tutela nei tuoi confronti.
 

Alessia Buschi

Membro dello Staff
Membro dello Staff
Professionista
Quando scade il comodato d'uso, il comodatario si presume che vada via, sia che sia a titolo gratuito che a pagamento, verbale o scritto, soprattutto se la persona a cui affidi il comodato la si conosce. il mio consiglio era puramente personale, sai come si dice? Carta canta, verba volant. (credo si scriva così :^^:).
 
  • Mi Piace
Reazioni: mgc

clemente

Membro Attivo
Professionista
Fatto salvo quanto giustamente dice Alexia la forma scritta ti tutela anche dal punto di vista fiscale.
 
  • Mi Piace
Reazioni: mgc

bolognaprogramme

Membro Assiduo
Professionista
Oggi come oggi, non farei un contratto di comodato verbale nemmeno a mio fratello !

E' sempre meglio fare le cose ufficialmente, perchè, in caso contrario, rischi molto di più (se il comodatario non se ne va al momento prefissato, devi iniziare una causa, dove la tua parola vale quanto la sua.... Se gli accordi sono scritti, tutti si sentono più vincolati.

A che servirebbe una scittura privata tra di voi ? Fate un bel contratto registrato e dormirete tutti tranquilli ! :):)

Silvana
 
  • Mi Piace
Reazioni: mgc

Fly68

Nuovo Iscritto
giorno a tutti.
la mia domanda relativa ad un contratto della fattispecie è se ci sono dei tempi da rispettare. sono più chiaro
Essendo ad uso gratuito deve essere fatto per 4+ 4 oppure si può stipulare anche ventennale :domanda: ad esempio.
grazie

Fly68
 

maidealista

Fondatore
Membro dello Staff
Proprietario Casa
L'art. 1809 c.c. (Restituzione) prevede che: "Il comodatario è obbligato a restituire (1246, 2930) la cosa alla scadenza del termine convenuto o, in mancanza di termine, quando se ne è servito in conformità del contratto.
Se però, durante il termine convenuto o prima che il comodatario abbia cessato di servirsi della cosa, sopravviene un urgente e impreveduto bisogno al comodante, questi può esigerne la restituzione immediata".

:daccordo:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Alto