1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cancemi

    cancemi Nuovo Iscritto

    Anni fa ho comprato casa,non ho cambiato il contratto dell'energia elettrica che era intestato al vecchio proprietario.Dopo alcuni anni ho affittato l'appartamento sollecitando l'inquilino,dopo alcuni mesi,a fare il contratto a suo nome,per una serie di motivi e leggerezze non mi sono più interessata.Purtroppo l'inquilino ha lasciato la casa e con essa anche un debito di bollette non pagate x 1500 euro,questa persona si è resa latitante e il debito è rimasto insoluto.L'intestatario del contratto del contatore è morto da molti anni ma l'enel ha mandato un sollecito di pagamento agli eredi di questa persona deceduta.Gli eredi,sono venuti da me rimproverandomi, perchè non avevo fatto fare il nuovo contratto all'inquilino,adesso vi chiedo questo debito chi lo deve pagare?gli eredi sono perseguibili se non pagano visto che il loro padre intestatario del contratto è morto?Devo pagare io che ho commesso questo sbaglio?Siccome non voglio che gli eredi abbiano problemi ditemi come posso risolvere il tutto.Grazie.
     
  2. cancemi

    cancemi Nuovo Iscritto

    Per favore,qualcuno mi può dare qualche chiarimento per questo mio problema?????
     
  3. Camillo49

    Camillo49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Considerando che (giustamente) non vuoi creare problemi agli eredi, non ti rimane che pagare e poi cercare (ma sarà difficile) di recuperare la somma dall'ex inquilino.
    Saluti
     
  4. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Come locatore dell'immobile, quando hai dato in fitto la casa, avresti dovuto preoccuparti di comunicare all'ente erogatore, gli estremi del conduttore. Allo stato dei fatti, essendo il vecchio intestatario deceduto, la responsabilità ricade sul proprietario dell'immobile. Se volessi agire nei confronti degli eredi, questi potrebbero dimostrare, con un certificato di morte, che il loro congiunto non avrebbe più titolo. Il mio consiglio è quello di pagare, ed evitare eventuali lungaggini legali, che comunque ti porterebbero a pagare, tranne poi rivalerti contro il vecchio inquilino, cosa alquanto impropabile a quanto pare.
     
  5. maxbiag

    maxbiag Membro Attivo

    Professionista
    Devi pagare tu, perchè hai sbagliato due volte.
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    ....ma anche gli eredi avevano la possibilità e forse il dovere di chiudere il contratto delle utenze..:daccordo:
     
    A Luigi Barbero piace questo elemento.
  7. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Certamente come dice MAIDEALISTA, gli eredi si dovevano attivare al decesso del congiunto a chiudere tutte le utenze a lui intestate, per evitare problemi successivi, con richieste di pagamento da parte degli enti erogatori di elettricità, gas, acqua, e non ultima l'Agenzia delle Entrate di Torino per il canone RAI.
     
    A Luigi Barbero piace questo elemento.
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Erano gli eredi che dovevano prendersi briga di chiudere le utenze. D'altra parte, per poterle chiudere tu avresti dovuto produrre all'Enel dei documenti che non erano nella tua disponibilità. Adesso, lascia che ci pensino loro....del resto, avranno pure ottenuto qualcosa di eredità, o no? Comodo prendersi solo gli onori. Qualche volta bisogna anche prendersi gli oneri.
     
  9. maxbiag

    maxbiag Membro Attivo

    Professionista
    Scusate ma Lei ha comprato con il vecchio proprietario ancora in vita. Che c'entrano gli eredi. Era Lei che ha lasciato il contratto Enel a nome del vecchio proprietario. Ma scherziamo!
     
    A maria55 piace questo elemento.
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Che, colpevolmente, non l' ha risolto...
     
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Visto che si parla di anni trascorsi tra l'inizio della formazione del debito e la richiesta del gestore, bisogna vedere se può essere invocata la prescrizione per le fatture più vecchie. Credo che in questi casi il debito si estingua dopo cinque anni, per cui tutte le fatture più vecchie di cinque anni alla data della richiesta del gestore dovrebbero essere ormai cadute in prescrizione. Per quanto riguarda l'individuazione del soggetto tenuto a pagare fatture per le quali non si possa invocare la prescrizione, penso che sia da valorizzare il fatto che con l'acquisto della casa il nuovo proprietario si sia automaticamente accollato il debito in parola insieme con tutti gli altri vari oneri.
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Francycanc avrebbe potuto chiudere il contratto solo con una liberatoria rilasciatagli dagli eredi, unitamente ad un certificato di morte del vecchio inquilino. Quindi, l'Enel si rivolge non già a chi è il proprietario dell'appartamento che, in questi casi, NON è mai solidale con l'inquilino, ma direttamente agli eredi dello stesso. Se gli eredi non si sono fatti avanti per l'occasione, forse avevano paura di dover corrispondere, che so, delle quote di affitto o qualcos'altro. Perciò, il consiglio che do a Francycanc è quello di lasciare che l'Enel agisca come crede nei confronti degli eredi. E parlo per esperienza quasi quarantennale di Enel.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina