1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. smoker

    smoker Membro Attivo

    In condominio dobbiamo cambiare la caldaia e mettere le valvole termostatiche. Ho letto in rete di questa tipologia di contratto equiparabile alla locazione finanziaria. Mi pare di aver capito che se effettuassimo la riqualificazione energetica con questa modalità l impresa sopporterebbe l' intera spesa, noi condomini pagheremmo a rate la spesa in più anni (minimo cinque?), però potremmo detrarre dall' anno successivo il 65% dell' intero importo.

    Funziona così? a me, salvo gli interessi, sembra vantaggioso perchè diluisce la spesa ed detraggo subito.

    Ciò posto chiedo, a chi ha maggiore esperienza, di confermare il mio convincimento e magari evidenziare vantaggi e/o svantaggi di questo contratto che vorrei proporre in assemblea.

    Ringrazio sin da ora chi risponderà
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me rientra nella riqualificazione energetica con detrazione del 50% (e non del 65% - come si farebbe con l'ENEA???).
    La detrazione (del 50% o del 65%) viene suddivisa in 10 rate annuali e non in un unico anno, quindi voi condomini paghereste il leasing in 5 anni e usufruireste della detrazione in 10 anni....
     
  3. smoker

    smoker Membro Attivo

    In buona sostanza l' impresa spende 80k di lavori per caldaia e valvole nel 2016. I condomini dal 2017 iniziano a detrarre per 10 anni il 50% 0 65% degli 80K.... il pagamento dei canoni è irrilevante per la detrazione.... si può semplificare così oppure sbaglio qualcosa?
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, si anche con le finanziarie funziona così....
     
  5. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho dei dubbi su come è stata vista la faccenda.

    Per le detrazioni occorre un bonifico "parlante" con indicato il beneficiario (CF o PI), gli estremi della fattura e il pagatore (CF o PI).
    La banca versa al beneficiario l'importo detratto l'8% che anticipa all'erario per suo conto.
    In questo giro la società di leasing non può entrarci.

    Caso diverso è che prendete voi un prestito e con questo pagate pro quota al fornitore gli 8oK (che vengono incassati NON spesi dall'impresa). Così potrete chiedere le detrazioni sull'IRPEF per i prossimi 10 anni.
     
  6. smoker

    smoker Membro Attivo

    Vorrei proporre contratto energia plus che è equivalente alla locazione finanziaria.... ovverosia, rispettando i requisiti di legge, il condominio firma, previo delibera, questo contratto con la società (società non di leasing, ma che materialmente fa il lavoro e acquista la caldaia sopportandone i costi).

    La società provvederà alla riqualificazione energetica e pagherà i lavori...

    Nel contratto è previsto che ogni anno verrà pagato un canone.... quindi non penso che il condominio dovrà fare bonifici parlanti....

    Smoker
     
  7. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' vero non c'è nessun bonifico parlante da fare ma anche nessuna detrazione del 50% o 65% per le prossime dichiarazioni dei redditi.

    Oltre a ciò, la differenza (e a me non sembra poco) è che non c'è il pagamento iniziale ma canoni sugli anni di contratto.

    Mi sembra di sentire la pubblicità che ti regala la macchina dell'osmosi inversa per l'acqua di casa ma ti obbliga a fare la manutenzione con loro per un numero di anni. Alla fine della fiera si è ripagata la macchina e ci ha, di certo, pure guadagnato.

    Bisogna avere chiaro cosa si vuole ottenere e poi vedere il come.

    Se un obiettivo è quello di avere delle detrazioni, il suggerimento si smoker non è appropriato. Se invece non si vuole sostenere la spesa iniziale allora il suggerimento di smoker o altre soluzioni possono essere appropriate
     
  8. smoker

    smoker Membro Attivo

    Tengo a precisare che non sto suggerendo nulla, ma cercando di capire....

    Perchè nessuna detrazione con il contratto servizio energia plus?

    Smoker
     
  9. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per avere info c'è il sito dell'Agenzia delle Entrate ( http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...a/Guida_Agevolazioni_Risparmio_energetico.pdf ) che chiarisce la questione.

    Per il lavoro che tu dici possono avere le detrazioni i proprietari, gli affittuari, i comodatari e i condomini per i lavori sulle parti comuni. Non c'è nessuna menzione per terzi.
    La guida dice che nel caso ci fossero tra i condomini soggetti che non possono detrarsi le spese (incapienti), è possibile (solo per questi) cedere il proprio credito alla società fornitrice di beni e servizi che lo detrarrà nelle stesse condizioni del contribuente (in 10 anni) .
    Da quello che posso capire o si è in tale casistica o non si può cedere il credito.

    Quindi per avere le detrazioni (50% o 65%) occorre pagare con bonifico parlante entro il 31/12/2016. Dopo tale data le detrazioni saranno del 36%.
     
  10. smoker

    smoker Membro Attivo

    senza offesa, ma secondo me travisi la mia domanda....ripeto ho chiesto informazioni sul contratto energia plus... e non menziono nessun terzo.... ho chiesto semplice parere a chi avesse avuto esperienza o dimestichezza con questo tipo di contratto, che, ripeto, in caso di delibera positiva, sottoscriverebbe il condominio....

    Smoker
     
  11. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao smoker,
    la mia risposta è alla tua domanda,
    L'agenzia delle entrate non riporta quello che tu hai letto in rete.

    Chi può detrarre te l'ho detto in precedenza, la ditta che fa i lavori può detrarre se i condomini (tutti o alcuni e solo per questi si può trasferire il credito) sono incapienti (ossia non hanno possibilità di usufruire delle detrazioni). Inoltre dall'anno successivo si detrae solo il 6,5% all'anno (6,5% x 10 anni = 65%).

    A me non sembra possa funzionare così.

    Non credo che si possa confermare il tuo convincimento.

    PS: Vai al link dell'agenzia delle entrate, l'opuscolo è esaustivo, magari ho capito male io ed è come dici tu.
    Luigi
     
  12. smoker

    smoker Membro Attivo

    Faccio riferimento ed interessano notizie su Servizio Energia Plus: particolare contratto per la gestione dell’impianto termico disciplinato da apposite leggi dello Stato (DLgs.115/08 “attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all’efficienza degli usi finali dell’energia ed i servizi energetici” - Allegato II) che viene stipulato dal proprietario dell’impianto di riscaldamento con una società qualificata.....

    Smoker
     
  13. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho dato un'occhiata in rete e poi ad una società che fornisce il servizio.

    In effetti è come dici tu, si occupano di tutto loro e i condomini usufruiscono della detrazione.

    Il contratto è per 10 o 15 anni (almeno per l'azienda che ho visto io) e riguarda tutto, dalla manutenzione, alle emergenze ai guasti. Quindi oltre ai costi che l'azienda sopporta per fare l'impianto, occorre riconoscergli gli interessi (a quale tasso?), il costo della manutenzione annua, il costo degli interventi straordinari non inclusi, etc etc. . . .

    Occorre solo fare una comparazione dei costi con o senza il servizio e verificare cosa è compreso o meno.

    Non sapevo di questa opportunità, per le detrazioni (50% o 65%) c'è tempo però solo fino al 31/12/2016.
    Luigi
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina