1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. chrisb04

    chrisb04 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti
    Avrei bisogno di un consiglio su come comportarmi.
    Una mia parente ha dato in affitto un appartamento ad uso abitativo.
    Uno dei punti del contratto dice: la registrazione del contratto è a cura esclusiva del conduttore che provvederà al materiale adempimento ( le spese di registrazione sono al 50%)
    Un'altro punto del contratto dice: l'inadempienza da parte del conduttore di uno dei patti contenuti in questo contratto produrrà ipso iure la risoluzione ( questo punto è espressamente controfirmato dal conduttore.)
    Ora è trascorso più di un mese dall'inizio del contratto ed il conduttore non lo ha registrato.
    Qualora il conduttore registrasse tardivamente il contratto l'affitto verrebbe ridotto al triplo della rendita catastale? In tal caso potrebbe essere sfrattato per inadempienza visti i punti sopra citati?
    Cosa mi consigliate di fare per tutelarmi?
    Saluti e grazie
    Luca
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Tagliando la testa al classico toro ed evitare sanzioni, perchè la tua parente non va lei stessa a registrare il contratto?
    Ovvero se il conduttore non lo farà mai, questa tua parente dovrà adire a causa e spenderà forse di più di quanto guadagnerebbe, a parte che secondo me, non si può imporre un compito (registrazione) se non è stabilito dalla Legge.
     
  3. Ti dico cosa farei io: io andrei all'agenzia delle entrate, spiegherei la situazione, farei vedere il contratto, chiederei come si comportano loro in caso di tardiva registrazione, poi registrerei io proprietaria il contratto sperando che non venga trasformato d'ufficio in un 4+4 con canone ridotto al triplo della rendita catastale! Nel caso si avverasse questa malaugurata situazione, citerei il conduttore per inadempienza contrattuale chiedendo ipso iure la risoluzione del contratto , sperando nella buona sorte! In bocca al lupo!:daccordo:
     
  4. Sarebbe utile sapere la data di stipula del contratto !
     
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, sarebbe bene saperlo, perchè ci sono solo 30 gg di tempo, altrimenti ci sono delle sopratasse;
    versamento effettuato tra il 21° ed il 50° giorno: soprattassa del 15%;
    versamento effettuato tra il 51° ed il 1° anno: soprattassa del 20%;
    versamento effettuato oltre il 1° anno: soprattassa del 30%.
    sono inoltre dovuti gli interessi del 2,5% annuo sull'imposta dovuta

    RAVVEDIMENTO

    Nel caso in cui le parti presentano il contratto oltre il termine fisso stabilito, contestualmente all'imposta di registro va versata la sanzione pari a:
    - 15 per cento in caso di ritardo inferiore ai trenta giorni
    - 24 per cento in caso di ritardo dal mese all'anno
    - 120 per cento oltre l'anno di ritardo

    oltre gli interessi di legge da versarsi utilizzando il modello F23 con il codice tributo 731T
    ;
    La Registrazione dei contratti di locazione
     
  6. chrisb04

    chrisb04 Nuovo Iscritto

    1 Giugno 2012
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Già siete in ritardo, per non aggravare la situazione conviene regolarizzarla, non importa chi la fa, conduttore o proprietario locatore, le scadenze e tempistiche, comprese le sopratasse le hai, consiglia per il meglio la tua parente.
    Auguri.
     
    A piace questo elemento.
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ricordo che nonostante sia stato indicato nel contratto che la parte conduttrice debba provvedere all'adempimento della registrazione annuale, il conduttore e il locatore sono responsabili in solido per l'effettuazione di tale adempimento e per il pagamento della relativa imposta.
    Da ciò discende che qualora una delle due parti si avveda che l'altra non ha provveduto all'adempimento è sua responsabilità provvedervi immediatamente ed è nullo ogni patto in cui il pagamento dell'imposta venga messo a carico di una parte sola.
    Il pagamento di una parte in causa, libera l'altra di fronte al Fisco.
    Viste le pesanti sanzioni a carico del locatore che non registri il contratto (mentre per l'inquilino ci sono solo vantaggi) direi che è assurdo, noché "masochistico", affidare contrattualmente questo adempimento all'inquilino.
    Chi ha consigliato l'inserimento di questa clausola contrattuale non ha capito molto delle norme sulle locazioni.
     
    A franco394 piace questo elemento.
  9. Si, è una clausola assurda, sembra fatta apposta per mettere nei guai il proprietario un po' inesperto!:rabbia:
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A parte l'anormalità e contraria ad ogni logica, sarebbe bene sapere chi l'ha voluta inserire nel contratto, tra l'altro non ancora registrato :-o:shock::-o:shock::domanda:
     
  11. chrisb04

    chrisb04 Nuovo Iscritto

    La cosa che vorrei capire è se il fatto che l'inquilino non ha registrato per tempo il contratto ( viste la clausola contrattuale inserita e che lui ha esplicitamente accettato, che imponeva a lui l'incombenza della registrazione, non della spesa che era regolarmente divisa a metà) possa essere motivo per la risoluzione del contratto.
    Lo so che è stata fatta una stupidata, ma vorrei sapere se è possibile porvi rimedio.
    Un'altra cosa: qualora la mia parente vada lei a registrare il contratto, all' agenzia delle entrato lo sostituiscono d'ufficio con un nuovo contrattoa acanone ridotto o c'è bisogno di una richiesta da parte del conduttore?
     
  12. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1. Mi sa che quella clausola inserita nel contratto, anche se esplicitamente accettata, non è risolutiva in quanto prevede un obbligo unilaterale che invece per la legge è solidale. I patti contrari alla legge sono nulli, anche se esplicitamente accettati.
    2. Non c'è una regola, alcune sedi dell'Agenzia applicano d'ufficio la norma contenuta nel Dlgs 23 del 14.03.2011, altre non lo fanno nemmeno dietro richiesta ... vedi tu quante Italie ci sono !
    Io provvederei intanto a versare con il ravvedimento operoso l'imposta e le sanzioni (tramite F23) e poi mi recherei con il mod. 69 e copia del F23 all'Agenzia e andrei a registrare senza dir niente.
     
    A condobip piace questo elemento.
  13. chrisb04

    chrisb04 Nuovo Iscritto

    Ho trovato in un altro thread che la questione è al vaglio della corte costituzionale lo dice niente meno che il giudice di forum Forum. Qualcuno sa a che punto siamo quando verrà discussa?
    Ho provato a cercare il ricorso sul sito della corte ma non ho trovato nulla.
     
  14. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sarà una cosa lunga, non ci sono ancora notizie.
     
  15. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E se chiami l'inquilino e con fare bonario gli dici: mannaggia, non hai ancora registrato il contratto, e, ma adesso ci toccherà pagare le multe, facciamo una cosa per non pagare sanzioni diciamo che sei entrato in affitto questo mese e registriamolo adesso cosi risparmiamo la multa.
    Se è in malafede lo capirai :fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina