1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Liederman

    Liederman Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ho ereditatato un contratto di locazione commerciale scaduto ormai da diversi anni (è del 1990, quindi nel 2002 sono scaduti i 6+6 anni). Nessuno (nè locatore nè inquilino) ha mai fatto niente per disdire o rinnovare. I canoni di locazione e tutte le tasse/imposte (IRPEF, bolli, IMU/ICI, ...) sono stati pagati regolarmente in tutti questi anni e l'inquilino è rimasto pacificamente in possesso dell'immobile.

    Mi chiedo queste cose:
    Possiamo incorrere in sanzioni?
    Come regolarizzare la cosa?
    Il contratto è ancora in essere? se ho capito bene si intende tacitamente rinnovato a tempo indeterminato che in questo caso significa di anno in anno.
    Occorre regolarizzare i bolli che forse sono state pagati con codici errati sugli F23 di questi anni...?

    Grazie
     
  2. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    se tutto è stato pagato regolarmente non vedo il problema , i contratti commerciali si rinnovano di 6 anni se non viene data disdetta 12 mesi prima della scadenza dei sei anni
    continua a pagare regolarmente , se nel 2002 sono scaduti i 6+6 la prossima scadenza è il 2014 perciò in mancanza di disdetta il contratti si rinnova automaticamente per altri 6
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    avresti dovuto dopo i 12 anni presentare un proroga al contratto e compilare il modello Rli all'ADE
     
  4. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    I contratti commerciali partono con decorrenza 6 anni : se il locatore non disdice (e puo' farlo solo in presenza di specifici motivi ) il contratto si rinnova automaticamente per altri sei anni sino alla fine del 12.mo anno e dopo di allora ( se non disdettato ) si rinnova automaticamente per un periodo di sei anni e così via

    Alla fine di ogni 6 anni ( e non 12) all' Agenzia delle entrate andava comunicata la proroga con il modello RLI indicando non il codice 112 T, ma il codice 114T

    Trattasi in fatto di irregolarità formale regolarizzabile senza sanzioni : se L'ufficio volesse applicare la sanzione residuale (ma non credo) ci si appella allo Statuto del Contribuente che vede non sanzionabili irregolarità formali che non influenzino la debenza dell'imposta, come nel caso analizzato
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Ennio Rli codice tributo 1504 dal 1° gennaio 2015
     
    Ultima modifica: 24 Dicembre 2014
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Premesso che negli anni precedenti non esisteva il Mod. RLI, che è utilizzabile solamente dal 3 febbraio 2014, per il versamento dell'imposta di registro è ancora possibile utilizzare (fino al 31/12/2014) il Mod. F23 in alternativa al Mod. F24 Versamenti con elementi identificativi: in tal caso il codice tributo per il versamento dell'imposta di registro relativa alla proroga è il 114T.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :idea::applauso::stretta_di_mano:ok. fai bene a mettere i puntini sulle i
     
  8. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Per l ' Ade di Brescia (e credo per tutte) per gli esercizi di imposta interessati alla regolarizzazione, precedenti il 1 gennaio 2015 , in ogni momento regolarizzati ( gli uffici accettano in fatto anche le regolarizzazioni fai da te oltre l'anno applicando il 30% di sanzioni più interessi ) si utilizza il codice di versamento vigente per l' anno in questione
    Per cui se nel 2015 regolarizzi il 2013 non usi i codici nuovi ma quelli dell'epoca . La motivazione è da ricercare nel modo in cui l'anagrafe tributaria ha impostato il software di abbinamento (anno imposta= codici dell'anno di imposta )
     
    Ultima modifica: 27 Dicembre 2014
  9. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Ennio un mio amico di Livorno ha un problema con il comune dove è andato ad abitare il figlio, la ditta lo ha trasferito in una sede distaccata, il padre a acquistato al figlio un appartamento dove porta la residenza, dopo 2 anni la ditta lo fa rientrare in sede, lascia la residenza nell'appartamento acquistato (regalato) dal padre e porta il domicilio presso i genitori e vicino alla sede di lavoro, ora il Comune dove abitava il figlio vuole l'IMU come seconda casa, dove pecca il Comune? buona continuazione a tutti
     
    A adimecasa piace questo elemento.
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il comune ha ragione. L'abitazione principale è l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.
    La residenza è nel luogo in cui la persona ha la dimora abituale. Il figlio non può quindi "lasciare" la residenza dove vuole o dove gli conviene.
     
  11. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Nemesis il figlio avendo dovuto rientrare in sede, porta solo il domicilio dal padre e lascia la residenza in altro comune, il sabato e la domenica potrebbe rientrare nella sua prima casa, e se invece andava il affitto per lavoro cosa succedeva????
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ha cambiato la sua residenza. Aveva quindi l'obbligo giuridico di dichiarare entro venti giorni la situazione di fatto all'Ufficiale di anagrafe, per ottenere l'iscrizione anagrafica corrispondente alla sua nuova dimora abituale.
    La stessa cosa.
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ma la residenza e il domicilio cosa cambia????? secondo me cambia solo l'acronimo
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Premesso che non c'è nessun "acronimo", la residenza e il domicilio sono due concetti diversi. Definiti da due commi diversi dell'art. 43 c.c.
     
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Nemesis, urge una tua consulenza, sto per completare un contratto di locazione commerciale per un cliente, il locatario tramite il suo commercialista mi contesta l'aumento istat al 100%, al rinnovo del secondo anno, qualè la norma che lo vieta, ringrazio anticipatamente
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 32, comma 2 della legge n. 392/1978, come modificato dall'art. 41, comma 16-duodecies del D.L. n. 207/2008:
    "Le variazioni in aumento del canone, per i contratti stipulati per durata non superiore a quella di cui all'articolo 27, non possono essere superiori al 75 per cento di quelle, accertate dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati".
     
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Nemesis la norma da te citata non lo vieta, ma cita che si può applicare per intero l'istat maturato nei 12 mesi precedenti, purchè citato nel contratto auguri di Buon anno
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Invece lo vieta, per i contratti stipulati per durata non superiore a quella di cui all'articolo 27. Quindi per i "normali" 6+6 (o 9+9 per gli immobili adibiti ad attività alberghiere, all'esercizio di imprese assimilate ai sensi dell'articolo 1786 del codice civile o all'esercizio di attività teatrali) non è consentito prevedere una variazione superiore al 75% dell'indice FOI dell'ISTAT.
    Una variazione superiore al 75% è consentita solamente per i contratti stipulati per durata superiore a quelle "normali" sopra indicate (per esempio, di 7 anni anziché 6 anni).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina