1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. simona62

    simona62 Nuovo Iscritto

    Buona serata, avrei bisogno di un vostro aiuto ...
    l'anno scorso ho dato in affitto ad una ditta un appartamento, con contratto annuale uso transitorio, per i propri dipendenti per un lavoro in zona . Il contratto è registrato a nome di uno dei soci .
    Il contratto è scaduto il 30.06.2010 e il titolare ha ritirato nei termini la mia raccomandata di disdetta e non rinnovo contratto.
    Devo precisarvi che il tipo mi ha pagato solo i primi 3 mesi di affitto e quindi ad oggi mi mancano 10 mesi affitto+ spese condominiale+utenze varie.
    Finalmente dopo avergli parlato ( in casa trovo solo gli operai che non sanno nulla ) mi aveva assicurato che per il 30.06 mi avrebbe riconsegnato l'appartamento in quanto non gli serve più perchè non ha più il lavoro nella mia zona.
    Morale : a oggi per suoi impegni non mi ha ancora consegnato le chiavi, e sono sicurissima che nell'appartamento c' è ancora una persona che lo usa solo per dormire. ( prima erano in 7 )
    Per quanto riguarda il lato economico mi vuole dare un quarto di quello che mi spetta.
    Domanda :
    Se entro 5 giorni non mi ridà le chiavi (contratto scaduto e sua dichiarazione a mezzo email che l'appartamento è vuoto ) cosa posso fare ???? Vado dai vigili ???? Che faccio ????? Posso cambiare la serratura ???
    Cosa faccio per i soldi ???? qui rischio di non prendere nulla .
    I Contanti me li sogno ... x i Bonifici non mi fido ... non me ne ha mai rispettato uno.
    Prendo assegni postdatati ??? Altrimenti che alternative ho ????
    Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte. Grazie
     
  2. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Le azioni di "forza" assolutamente da evitare, penso che il tuo interesse principale oggi sia quello di rientrare in possesso dell'immobile senza dovere fare ricorso ad attività legali.Vista la situazione io consiglierei di incassare quello che ti viene proposto, ritirare le chiavi e chiudere lì.Mi rendo conto che non è giusto ma tutte le altre soluzioni ti farebbero esclusivamente aumentare i disagi ecomomici e morali.
     
    A simona62 piace questo elemento.
  3. simona62

    simona62 Nuovo Iscritto

    si ok ... ma quanto posso aspettare per rientrare in possesso delle chiavi ???
    Inoltre se dovessi concordare una cifra di saldo e quello mi da degli assegni postdatati
    e poi scopro che il conto è vuoto o che a distanza di un paio di mesi l'hanno chiuso ....
    che faccio ????
    Certo che se dovevo fare beneficenza ... avrei preferito decidere io a chi regalare soldi o
    ospitare nell'appartamento persone che ne hanno bisogno.
    Grazie ancora .
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    la mia raccomandata di disdetta e non rinnovo ......
    Scusa ma un contratto transitorio si chiude a scadenza senza alcuna raccomandata. Nel farlo, proprio per sottolineare la transitorietà della locazione, si preferirà intestare il contratto ad una ditta e non ad una persona (potrebbe trasformarlo in un 4 + 4).
    Dopo 20 giorni di mancato pagamento della pigione bisogna andare da un legale, in caso contrario non si sa quando si rientrerà in possesso dell' immobile.
     
  5. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Come ha detto maidelista, il primo errore è stato intestare ad un privato un simile contratto ... il secondo non andare subito da un legale una volta finita la locazione. Vacci subito altrimenti l'immobile difficilmente ti verrà restituito.
    In quanto ai denari, temo tu li debba dimenticare
     
  6. simona62

    simona62 Nuovo Iscritto

    il contratto è scaduto il 30 giugno 2010 cioè 20 giorni fa.
    L'appartamento non gli serve più deve darmi " solo " le chiavi ... e i soldi . Dall'avvocato ci sono andata a gennaio, nell'appartamento c'erano solo i dipendenti alla sera. L'intestatario del contratto all' inizio 2010 ha cambiato indirizzo e le raccomandate ritornavano tutte indietro. All'avvocato ci sono voluti 2 mesi per rintracciare il nuovo indirizzo per rincominciare a mandare le varie comunicazioni, solleciti e la conferma che il contratto non veniva rinnovato. - a parte tutte le anticipazioni via email - Sicuramente non prenderò più nulla di soldi, però adesso se voglio (forse non me ne val la pena ) essendo lui una persona fisica gli posso fare un azione di recupero crediti, invece come ditta mi attaccavo al tram. L'ultima volta che ci siamo visti, circa un mese fa, il fatto che il contratto fosse intestato a lui e non alla società ... gli rugava .
    Rimango a vostra disposizione. Grazie e saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina