1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    Devo stipulare come proprietario di un piccolo alloggio un contratto transitorio giustificato dalla esigenza dell'inquilino di abitare temporaneamente nella mia città per motivi di lavoro ben documentati.
    Il contratto mi ha chiesto che sia della durata di anni 1. Siccome lui prevede che il lavoro continui dopo il primo anno, allora dovremmo fare, trascorso il primo anno, un nuovo contratto sempre transitorio con la stessa motivazione (trasferta di lavoro). Siccome io sarei interessato a chiedere l'applicazione della cedolare secca, si può fare con un contratto transitorio? Quindi non ci sono spese di registrazione nè bolli da pagare, vero? e posso trasmetterlo con il modello Siria, quello telematico?
    - in conclusione il contratto lo firmiamo noi proprietario e inquilino, io poi gli consegno la opzione della cedolare secca, come raccomandata a mano, chem mi faccio firmare (si può fare? a mano) e i contratti ce li teniamo noi a casa. L'agenzia delle Entrate viene informata solo dal ricevimento del modello Siria?
    E' così il giro?
    Dimenticavo, siccome Imperia è una città ad alta tensione abitativa, il canone deve rientrare nelle tabelle degli accordi provinciali tra sindacati e proprietari di case, vero?
    Grazi
    Martino
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La risposta è si a tutto.
    Unica cosa, la comunicazione all'inquilino la puoi inserire anche nel contratto (valida fino a revoca), evitando cos' di dovergli spedire la raccomandata in quanto quella a mano non è valida.
     
  3. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    La raccomandata a mano controfirmata dall'inquilino..

    Ho sentito che la raccomandata a mano per usufruire della cedolare secca, non è valida e non la farò, questa volta. In un precedente contratto io ho usato la raccomandata a mano, controfirmata, per ricevuta, dall'inquilino: non è valida allora? Siamo sicuri? potrei essere oggetto di una contestazione da parte dell'ade? Per il precedente contratto, allora devo rifarla con la data di adesso e mandarla con la posta in modo da regolarizzare da adesso in avanti il tipo di tassazione?
    Sono preoccupato.
    Grazie per le risposte.
    Martino
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lo dice chiaramente ed esplicitamente una circolare dell'AdE. Inoltre se ne è discusso ampiamente su questo forum.
    La raccomandata a mano non è valida.
    E' consentito inserire invece una dicitura analoga nel contratto.
    Circolare 26/E del 1/6/2011.
    "Il locatore, per beneficiare del regime della cedolare secca, deve quindi comunicare preventivamente al conduttore, tramite lettera raccomandata, la scelta per il regime alternativo di tassazione e la conseguente rinuncia, per il corrispondente periodo di durata dell’opzione, “ad esercitare la facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone a qualsiasi titolo”. È esclusa la validità ai fini in esame della raccomandata consegnata a mano, anche con ricevuta sottoscritta dal conduttore. In caso di più conduttori, l’opzione va comunicata a ciascuno di essi."
     
  5. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    Come posso rimediare?

    Quindi mando al mio inquilino una raccaomandata ora e da adesso fino alla fine del contratto sono a posto. Per il periodo precedente, l'Ade mi potrebbe chiedere la ricevuta della raccomandata e applicare la cedolare secca solo da adesso in avanti e rifarmi il conteggio per il periodo precedente con sanzioni e tasse!!!
    E' così?
    Grazie
    Martino
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mandi la raccomandata oppure inserisci nel contratto una clausola del genere:
    "X) Cosi' come specificato al comma 4 del paragrafo 8.3 della Circolare n. 26/E del 1 Giugno 2011 dell'Agenzia delle Entrate, in riferimento all'Articolo 3 del Dlgs 14/03/2011 n. 23, per la durata del presente contratto e salvo revoca scritta che si riserva di esercitare in qualsiasi momento, la parte locatrice rinuncia espressamente all'applicazione degli aggiornamenti ISTAT del canone di cui sopra nonche' agli aumenti a qualsiasi altro titolo e comunica contestualmente al conduttore l'opzione per il regime di tassazione della "cedolare secca", restando cosi' esonerata dall'obbligo di inviare al conduttore analoga comunicazione mediante lettera raccomandata e dall'obbligo di corrispondere l'imposta di registro."

    Per quanto riguarda il passato l'AdE potrebbe sempre richiederti la ricevuta e la copia della raccomandata, ma se non sarai sottoposto a un controllo lo ritengo altamente improbabile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina