1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve.
    ho un figlio unico e vorrei fargli donazione di un negozio di mia proprietà.
    Dal punto di vista fiscale il costo della donazione supera quello che mio figlio dovrebbe pagare per la successione nel caso non glielo donassi?
    Grazie
     
  2. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno
    Le tasse di successione ,hanno una franchigia di euro un milione ad erede.
    Dipende se ha una moglie in vita , oppure peggio, fratelli o sorelle, dunque,
    Puo' Lasciare un testamento olografo, scritto interamente di suo pugno,nel quale descrive, la proprieta' ,sito ,ubicazione etc, e specifica la sua volonta' di lasciare interamente a suo figlio, il suddetto immobile. N.B ovviamente il testamento va lasciato in mano a persona di sua fiducia meglio se ne facesse due copia uguale ma scritte sempre di suo pugno ( NO FOTOCOPIA).Mi raccomando la firma e la data.
    Saluti.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  3. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In presenza di un figlio, fratelli e sorelle, ovvero zii del figlio che in questo caso e' figlio unico, non entrano nell'asse ereditario. Solo per precisare altrimenti sasisilu potrebbe andare in confusione. La donazione rischia di rendere meno appetibile in caso di futura vendita il bene perché chi compra rischia di avere addosso altri eredi che rivendicano la proprietà. Non è il caso tuo, ma chi compra non lo sa. Ti ricordo che se hai una moglie a lei per legge va un terzo ad un figlio un terzo e un terzo e' disponibile. Se non hai fretta, in eredità e' meglio perché pagheranno una volta sola il notaio.
     
    A alberto bianchi e quiproquo piace questo messaggio.
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    In generale un trasferimento in caso di morte costa sempre meno di un atto tra vivi, che sia donazione o vendita, come ti è stato scritto la donazione può creare problemi in caso di un'eventuale futura ulteriore vendita in quanto può essere impugnata da eventuali altri eredi , vanno prese in considerazione le ragioni per le quali vuoi cedere oggi, la presenza di altri eredi e valutare bene la situazione
     
  5. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Possiamo aggiungere che betty boop aveva centrato il bersaglio quando ti ha detto che in ogni caso hai sempre la franchigia di un milione di euro. Quindi o lasci in vita o in morte la sostanza non cambia. Cambia solo il fatto che ora paghi il notaio e dopo (!) quando sara', pure. Le spese sono ridotte all'osso in qualsiasi caso. La spesa e' solo il notaio. Un bel giretto tra i notai, che fanno prezzi assai differenti. (La donazione dopo venti anni non da' più alcun problema)
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In caso di successione legittima, "dopo" si può benissimo evitare di dovergli pagare qualcosa.
     
  7. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti voi.
    Il motivo principale per cui sarei propensa alla donazione, in effetti, è quello di pagare meno tasse, dato che possiedo altri immobili.......Infatti mio figlio non è sposato ed attualmente non ha redditi da lavoro e vive in famiglia.
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro @Nemesis hai ragione. Ricorda @sasisilu che "dopo" non dovrà pagare neanche il notaio. Tutti soldi che restano in famiglia. (Nemesis, se se la fa da solo la successione all'ade neanche il CAF paga!!)
     
  9. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E presumibile che alla dipartita vi siano anche dei conti bancari e simili...Riporto ad entrambi la delucidazione odierna di un funzionario di banca.
    A) in presenza di un immobile (in assenza di testamento) la successione notarile è obbligatoria...
    B) idem se la somma sui conti supera euro 25.000,00.

    La sig.ra probabilmente patisce, come e forse più di me, l'IMU
    seconda casa...come la capisco...io, in casa d'affitto senza prima casa, ne pago ben tre.

    Per questo motivo insieme con la mia prima figlia abbiamo deciso di vendere tre unità fra cui quella della montagna, il cui ricavato sarà "DATO" (e non donato) in due parti eguali.

    La postante prendesse in esame di vendere e "DARE" il ricavato al
    figlio. Vale come le altre ipotesi. Auguri. QPQ.
     
    A arciera piace questo elemento.
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La presentazione della dichiarazione di successione è obbligatoria. Non è obbligatorio che sia effettuata con l'intervento di un notaio. L'intervento del notaio è obbligatorio esclusivamente in caso di successione testamentaria, e solamente per la pubblicazione del testamento.
     
    Ultima modifica: 14 Luglio 2014
    A arciera piace questo elemento.
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' così. Cosa provata.[DOUBLEPOST=1405362315,1405362244][/DOUBLEPOST]
    è la cosa migliore
     
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Va bene..ho solo riportato il parere di un "bancario"...resta il dubbio come e chi provvederà alle variazioni catastali visto che per rinunziare all'usufrutto la direttrice del catasto e della conservatoria di Torino avrebbe accettato solo l'atto notarile escludendo tutte le ipotesi che insieme a Jerri48 ed Arciera avevamo prospettato con grande speranza di riuscita dopo una sentenza della Cassazione del 2013. In sintesi. Sarà sufficiente per l'erede (...di fatto auto-esecutore o esecutore incaricato dai coeredi) ad ottenere dal catasto e dalla conservatoria la variazione della titolarità dell'immobile presentando la dichiarazione di successione col timbro dell'A.D.E. Io credo di si, ma andrò a verificare di persona...perchè a sua volta la direttrice ADE mi disse che lei avrebbe accettato la mia dichiarazione di rinunzia
    all'usufrutto, fra l'altro a pagamento, ma che non sarebbe servita
    a niente ai fini della variante catastale. Vi farò sapere. QPQ.
     
  13. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    successivamente alla presentazione della denuncia di successione, si presenta la domanda di voltura presso il catasto, è un documento che può anche presentare un privato in quanto non necessita la firma di un professionista.
    Tutta la pratica di successione può essere gestita in proprio da un erede, salvo che ci sia un testamento
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @bene. anzi benissimo. Resto solo con l'amaro in bocca per riconfermare ancora una volta le storture a cui siamo sottoposti.
    Perchè da MORTO riuscirò ad ottenere quello che non riesco da VIVO!!! Il Legislatore mi dirà a giustificazione: Sì nessuno potrà mettere in dubbio che sei morto...compreso te che non puoi più parlare nè fare altro di...vivo..., mentre da vivo avresti potuto anche giurare il falso e quindi la tua dichiarazione anche autenticata da un funzionario pubblico (impossibile da ottenere ...neanche dal notaio...) ai fini della Voltura catastale non è sufficiente. La trafila mi sembra la seguente: l'erede o chi per lui
    firma il modulo per la successione all'ADE allegando il certificato di morte redatto dal Comune tramite l'impresario delle pompe funebri...L'ADE lo registra, lo timbra e ne consegna una o due copie all'erede; al catasto ne allegherà una copia alla domanda di voltura e tutto finisce lì. Io, da vivo, se presento all'ADE un contratto di locazione firmo i vari moduli e basterà solo la carta d'identità per dare veridicità alla pratica...E non si capisce perchè non debba avere lo stesso valore una dichiarazione di Rinunzia
    all'usufrutto...E' o non è una Stortura??? Grazie. QPQ.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina