1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Stella 3007

    Stella 3007 Nuovo Iscritto

    Buonasera, chiedo un consiglio se possibile!
    Ho acquistato casa 4 anni fa al 50% con ilmio ex, poi la relazione è finita ma ad oggi abbiamo casa e ancora mutuo in comune. Al momento sto portando avanti da sola il pagamento del mutuo in quanto sono rimasta nella "nostra" casa. Potremo venderla nel 2012, ma nel frattempo sto valutando la possibilità di liquidare il mio ex, ma non trovo reali consigli su come gestire questo tipo di situazione.
    Innanzittutto vi chiedo, in che parte devo liquidare per il mutuo versato in 3 anni?devo liquidare solo la quota capitale o anche gli interessi? Lui può pretendere fino al centesimo versato o posso richiedere una somma equivalente ad un "affitto"? Per il mobilio? devo liquidare al 50%?
    A conti fatti abbiamo versato circa 33.000 euro di mutuo in 3 anni (importo completo di interessi che si aggirando intorno ai 15.000 euro).
    Siamo rimasti in buoni rapporti ma vorrei capire se ho "convenienza" a liquidarlo e tenere la casa come investimento, oppure la soluzione più semplice ovvero venderla. Grazie mille
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    come si fa a rispondere non sapendo quasi niente???
    se hai un lavoro stabile, se guadagni bene, se stare in quella casa non ti causa dispiaceri..............quanto ancora devi pagare, quanto costa la casa............etc
    e' troppo personale.
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il valore è quello della casa. Se avete partecipato, all'acquisto, in parti uguali, sarà, linea guida, adottare il seguente comportamento:
    A) Acconti, spese di mediazione e Notarili, par di capire che le avete già affrontate in parti uguali.
    B) IL mutuo, per la parte già pagata, deve essere diviso in parti uguali, il solo "conto capitale" essendo gli interessi un onere finanziari che si esaurisce con il tempo.
    C) Il punto difficile, è trovare l'accordo, ma se lo riesci a trovare i passaggi sono di andare dal Notaio, intestarti la sua quota, e accollarti l'intero mutuo, magari rifacendolo ed aumentandolo un po' per far fronte alle spese di cui sopra.
    D) Il mobilio, non comprendo la domanda, lo hai pagato solo tu?
    E) Sulla convenienza della operazione, non ci è dato di comprenderla, non sappiamo che immobile sia ne quanto lo avevi concordato di pagare, inoltre il mercato oggi com'è nella tua zona? Inutile che mi dai una descrizione, ma se ti interessi con qualche brava agenzia immobiliare ti formerai una idea.
    F) Se riesci a riscattare la quota del tuo ex, avrai una casa, non dovrai affrontare un trasloco, e potrai guardare all'avvenire con serenità.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    tutto dipende dai rapporti tra voi ma credo che il tuo ex possa pretendere il valore attuale della sua quota, ovvero quello che otterrebbe in caso di vendita a terzi, detratto ovviamente quanto tu hai versato in sua vece dopo la rottura della relazione.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  5. Stella 3007

    Stella 3007 Nuovo Iscritto

    Ciao ;) vi ringrazio per la risposta.
    Si è vero non ho lasciato molti dati ma perché volevo capire come dovevo agire, in modo da non creare discussioni ne da una parte ne dall'altra e di poter agire nel giusto per entrambi.
    Le spese che abbiamo sostenuto, quindi notaio etc, sono state condivise in parti uguali, sempre tutto al 50%, quindi anche per quanto riguarda il mobilio.
    Sempre tutto al 50%, solo che facendo i conti ha messo anche spese tipo elettricista, idraulica, etc, per un prezzo di c.a. 3.500 euro, ma pensandoci bene i lavori che abbiamo fatto extra non rientrano nel valore della casa, io un domani non posso pretendere quei soldi da un eventuale acquirente perché non sono spese che vanno ad incidere sul valore finale dell'abitazione. o mi sbaglio?
    Poi il mobilio è tutto un punto di domanda, perché non mi sembra giusto liquidare per il valore che lo abbiamo pagato da nuovo, se è costato 10 non è giusto dare la metà giusta dopo 2 anni di convivenza, e lui purtroppo non li vuole perchè è già a posto, quindi me li dovrei sobbarcare io .. oppure venderli.. che per me comporterebbe un pò un disagio visto che ci abito e che dovrei smantellare cucina, e camera...;-(
    Non so se mi sono spiegata bene, di queste cose sinceramente non ci capisco molto; scusate per la mia poca conoscenza in merito...
    Non obietto sul fattore di quello che ha messo lui in questi 3 anni, quello che è giusto gli verrà versato, ma devo capire anche cosa sia giusto per me... Grazie ancora
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sicuramente il mobilio non può essere valutato a nuovo, con questa logica si venga a prendere il 50% del mobilio.
    Oneri da riparazioni o migliorie, non vanno contabilizzate, infatti sono opere che avevate deciso in comune accordo di spendere nella proprietà......però:
    A) E' ben vero che se gli liquidi il 50% del valore di acquisto, Lui potrebbe richiedere la sua quota migliorie, se invece vi rapportate al valore odierno dell'immobile, stimato da chi??? allora non gli devi le migliorie.
    Insomma darti consigli pratici è difficile, possiamo illustrarti gli scenari che potresti percorrere per arrivare ad un accordo.
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    dovresti sapere quanto otteresti da una vendita oggi per decidere quale strada è meglio percorrere. per fare un esempio appartamento comprato a 100000 euro, migliorie apportate 7000 euro valore della sua quota 53500. se oggi vendere l'appartamento gli frutterebbe più di questa cifra perchè rifacendo gli impianti etc il suo valore è aumentato e sei interessata a restare lì (risparmiando traslochi, ricerche, agenzie e simili), ti conviene riconoscerglieli le migliorie. in caso contrario vendete e con il ricavato ed un mutuo tutto tuo riacquista altrove. in quanto ai mobili lui non li vuole ma se li vendete, ricavate poco o nulla e allora? se siete in buoni rapporti cosa ci guadagnerebbe? poco dunque potrebbe per poco lasciarli a te. ma questo prevede rapporti che, se la sensazione che ho è corretta, non sembrano esser così buoni..
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  8. Stella 3007

    Stella 3007 Nuovo Iscritto

    Per discorso mobilio: gli ho detto di ritare lui i mobili, ma la risposta è stata negativa, solo che non guadagno chissà che ..e non posso sostenere tutto da sola.. poi è un errore commesso da entrambi..ma non devo "pagare" solo io .. non mi sembra giusto..
    Seguirò il tuo consiglio e la farò valutare da un agenzia! In modo da capire meglio!
    Lui mi ha chiesto 20.000,00 ..e mi sembrano un pò esagerati..
    Il mutuo è stato erogato per un importo di euro 160.000,00 ed a oggi se la casa ne vale 190.000,00 non coprirei nemmeno le spese che sono andata a sostenere, anzi credo che ci perderei se gli versassi i 20.000,00 euro! Nel frattempo grazie per i consigli utili!

    Aggiunto dopo 7 minuti :

    Arianna.. ho letto ora.. venderla adesso si aggirerebbe su una quota di circa 185.000/190.000, ma vendere oggi con questi prezzi uno preferisce comprare al nuovo... la casa non la terrò a "vita".. ho una persona a fianco e giustamente ci piacerebeb un domani costruire una cosa "nostra".. la fine di quella casa sarà di venderla all'incirca tra 4 /5 anni .. decidere oggi per domani è difficile .. sono tanti rischi.. :???:
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    errore commesso da entrambi e se entrambi vendete non ci sono problemi ognuno prende la sua metà e amen. il problema è che tu vorresti acquistare ma a condizioni diverse da quelle che lui otterrebbe da un terzo e lui vuole massimizzare l'investimento fatto. considera poi che per acquistare la sua parte devi ripagare per un nuovo contratto di compravendita e per quello del nuovo mutuo. dunque non è detto che, visto che hai un nuovo compagno non ti convenga vendere subito e con il ricavato riacquistare insieme altrove.
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    siete rimasti in buoni rapporti perche li vuoi rovinare, fai valutare da un tecnica la casa con i costi attuali, compreso tutto il mobilio togli quanto rimasto del mutuo da pagare e dividete al 50%, non essere venale, con quella faccina che hai messo nel tuo post. mi si è accapponato le pelle ciao adimecasa:daccordo: hai perso un compagno mantieni l'amico:fiore:
     
  11. Stella 3007

    Stella 3007 Nuovo Iscritto

    no no non voglio ASSOLUTAMENTE rovinare i rapporti.. farò le cose nel giusto per entrambi.. poi si valuterà :D :fiore:
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :daccordo::fiore::fiore::fiore::idea:
     
  13. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    E' il caso di raggiungere un accordo scritto per regolare i vostri rapporti visto che non l'avete fatto prima di acquistare ... dopo una valutazione dei beni si rivolga a chi nella sua città è esperto di diritto ... delle convivenze ... un settore in grande espansione negli ultimi anni per noi avvocati.
    Buon accordo.
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina