1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve,
    avrei bisogno di un chiarimento per quanto riguarda i tempi di convocazione dell'assemblea ordinaria. Il nostro amministratore tende a convocare l'assemblea con tempi molto stretti, soprattutto quando ci sono decisioni importanti da prendere. Ho letto che l'avviso di convocazione deve essere recapitato almeno 5 gg prima della prima convocazione.
    Se l'assemblea fosse domenica 12/04 in seconda convocazione, l'11/04 in prima sarebbe troppo tardi se dovessi ricevere la raccomandata oggi 07/04? La convocazione può essere trasmessa tramite mail e successivamente tramite raccomandata? Come si agisce quando non viene convocata in tempi utili?
    Grazie.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I giorni s' intendono sempre fra data di ricezione e data di prima convocazione.

    In considerazione che spesso la "prima" convocazione è fatta in modo "pro-forma" e si promuove la presenza alla "seconda"...personalmente non andrei a "cavillare" sul giorno di differenza.

    Puoi comunque palesare in assemblea questa tua necessità di "ligia" osservanza del congruo preavviso.

    La mail non ha alcun valore probatorio salvo sia PEC.
     
    Ultima modifica: 7 Aprile 2015
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'avviso di convocazione sarebbe tardivo. Il termine di cinque giorni deve essere calcolato a partire dal primo giorno immediatamente precedente alla data fissata per l'adunanza in prima convocazione.
    La deliberazione dell'assemblea irregolarmente convocata è annullabile, ex art. 1137, comma 2 c.c, che recita: "Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto può adire l'autorità giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti".
     
  4. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Non è che voglio "cavillare", cosa che non faccio da ben 20 anni. Il problema è che pur avendo fatto notare più volte in assemblea che ci sono dei termini da rispettare, non vengono rispettati in determinate situazioni. Se una regola c'è dev'essere osservata. Avevo appunto letto che i giorni si calcola dalla prima convocazione, che comunque è prevista dal regolamento, però quello che non capivo era la data di inizio.
     
  5. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    anche se chiedi ed ottieni l'avviso di consegna e di lettura effettuate ?
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gli avvisi di consegna/lettura di una normale mail non sono ritenuti validi.
    Solo la PEC viene equiparata ad una Raccomandata con RR e garantisce contemporaneamente:
    1-la data di invio e di ricezione
    2-il contenuto della missiva
    3-che sia ricevuta esattamente dal destinatario

    senza che vi sia possibilità di alterazione.

    La Legge ha precisato la questione.

    La Giurisprudenza in passato aveva comunque accettato la "normale" mail se la stessa fosse riconosciutrichiamata da una risposta del primo ricevente.
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se hai accettato la cosa da 20 anni perchè ora muti orientamento?

    Discutere su un congruo preavviso è lecito e ne hai ben diritto...ma se già affermi di aver esposto la questione in assemblea senza risultato devi decidere cosa fare praticamente.

    Hai forse intenzione di impugnare per vizio di forma la prossima delibera presa dopo una convocazione che in prima seduta non rispetta per 1 giorno il tempo indicato...ma che viene discussa e votata solo in seconda convocazione ovvero nei termini di Legge (5 giorni dalla ricezione dell' avviso) ?

    A parole si fà presto dire ...ma meglio che ti prepari prima con interpello dal "mediatore" poi con una causa. Fin da subito devi nominare un legale, anticipare soldi...e magari fra un" molto meno congruo" tempo (fors4e anni) sentirti dire da un Giudice che i 5 giorni dal ricevimento alla votazione sono pur trascorsi.

    Direi che ci sono svariate questioni più importanti per cui affrontare un simile iter.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ossia? In barba alla norma?
     
  9. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Si. Praticamente non rispetta mai la norma. Questo lo fa soprattutto quando ci sono decisioni importanti e dispendiose da prendere. Si tratta della casa delle vacanze e ognuno di noi si trova a km dal posto e succede che non tutti siano liberi quando la comunicazione arriva oggi per domani. Il problema si è posto più volte in assemblea, anche nell'ultima quando uno dei condomini (avvocato) voleva impugnare la delibera....
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Insomma la rispetta o no? Non sprechiamo la fuzzy logic (la logica polivalente) per le questioni condominiali. D'altronde la fuzzy logic non è di gradimento per chi deve giudicare.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Cioè avete un Avvocato come comproprietario/condomino e vieni a chiaere lumi in un sito.
    Aldilà di tutto perchè se questo problema coinvolge tutti non provvedete a nominare un altro amministratore?
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non è facile trovare la maggioranza dei condomini nelle proprietà di casa di vacanza, la maggioranza dei convocati delega vari condomini del posto o l'amministratore ed è difficile ottenere il 50% per la sostituzione dell'amministratore
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 67, comma 5 delle disposizioni per l'attuazione del codice civile:
    "All'amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione a qualunque assemblea."
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Frase quanto mai infelice, a differenza di quella che era stata scritta nei lavori preparatori.
    La frase potrebbe essere interpretata nel senso che per alcune assemblee (ma quali?) può avere deleghe, ad altre (ma quali?) no.
    Per me si doveva scrivere:
    "All'amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione alle assemblee".
     
  15. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Forse sottintende "nè alle ordinarie, nè alle straordinarie" ????
    Comunque in effetti si poteva dire meglio
     
  16. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Al solito, scrivono di più e fanno capire di meno. Imbecilli e irresponsabili. O magari sponsorizzati dall'ordine forense e dagli Azzeccagarbugli.
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Tale interpretazione potrebbe essere data solamente da chi non conosca il significato di "qualunque".
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è il termine "qualunque" a determinare l'equivoco, ma la coppia ["non", "qualunque"]. L'imbecille (o il malfattore) è stato colui che in una frase con il "non" ha fatto aggiungere il termine, fuorviante, "qualunque".
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non si vede nessun "equivoco".
     
  20. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Diciamo che secondo te non c'è. Infatti, la frase senza il termine 'qualunque' significa:
    "l'amministratore non può avere deleghe nelle assemblee". Chiarissimo. Ora, poiché il termine 'qualunque' c'è, viene da pensare ad una restrizione (ma quale?) della negazione a una parte (ma quale?) dei casi possibili.
    Io la penso così. Non a caso in Italia molte leggi devono essere interpretate e generano interpelli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina