1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. aborsalini

    aborsalini Nuovo Iscritto

    Vi spiego dall'inizio: abito in una casa che è stata donata dai miei suoceri al mio marito (ai tempi non eravamo sposati) quindi lui è proprietario esclusivo (piena proprieta). Sono nati 2 figli dalla nostra unione ed ulteriormente ci siamo sposati in comunione di beni... allora essendo una proprieta donata, siamo a rischio che la nostra casa venga reclamata dagli altri eredi legittimari (fratelli di lui)... quindi (ipotesi) se mio marito dovesse scomparire oggi e gli altri eredi si oppongono, chi erediterebbe la casa, i nostri bimbi e i fratelli di lui? giusto? io verrei tagliata fuori perchè la proprieta è stata acquisita prima del matrimonio, giusto? Qualcuno mi ha suggerito che se il mio marito mi concede legalmente (attraverso un atto notarile) un usufrutto, lo stesso non erediterei la casa ma potrei stare li, finchè io sia viva..... ma qualcuno mi puo spiegare (in parole povere) davvero cosa ci guadagno con l'usufrutto...
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Bisogna tener presente questo aspetto:
    l’azione di riduzione è soggetta a termine prescrizionale decennale (10 anni) dall’apertura della successione. Occorre infatti debitamente sottolineare che le disposizioni lesive della legittima non sono nulle ma solo impugnabili con l’azione di riduzione, in mancanza della quale, pertanto, le disposizioni o le donazioni lesive della legittima sono pienamente valide e d efficaci.

    Codice Civile (l'usufrutto)
    saluti
    jerry48
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No, gli eredi legittimi di tuo marito, in mancanza di testamento, saranno solamente: i suoi (vostri) due figli, che riceveranno ciascuno 1/3 del suo patrimonio e la moglie (tu), che riceverà il rimanente terzo del suo patrimonio. A te, inoltre, saranno riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano (se erano di sua proprietà o in comune con te).
    L'eventuale azione di riduzione della donazione disposta dai tuoi suoceri in favore di tuo marito potrà essere proposta dai tuoi cognati solamente alla morte dei tuoi suoceri.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina