1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ogpls

    ogpls Membro Attivo

    Devo fare 2 accatastamenti di una unità immobiliare che dopo ristrutturazione è stata divisa in due unità abitative in Torino volevo sapere quanto può costare e quali documenti servono........................................................................................................................................
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    conviene chiedere a professionisti in zona, saranno sicuramente in grado di fare un preventivo
     
  3. CAFElab

    CAFElab Membro Attivo

    Professionista
    chi ha fatto la pratica per la ristrutturazione potrà senz'altro fare il lavoretto in catasto
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non serve alcun documento. Il costo degli onorari è in funzione del tempo impiegato per il rilievo di ogni unità immobiliare ed alla sua elaborazione. Mediamente il costo per unità dovrebbe oscillare fra 150, 400 €, oltre ai diritti catastali di € 50 e gli oneri di legge per la fatturazione.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e se deve rifare anche le schede catastali? non credo che basti
     
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Penso che la ristrutturazione riguarda pure la divisione in due unità abitative, altrimenti occorre attenzionare tale aspetto prima di procedere alla variazione catastale.
    Per quanto riguarda il costo concordo con Gianco.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il postante non specifica che l'immobile è parte di un condominio, altrimenti occorre realizzare anche il nuovo elaborato planimetrico ed il nuovo elenco degli immobili. E qui il discorso è complesso: dipende dalla complessità dell'elaborato.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    appunto
     
  9. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Temo che con quelle tariffe qui a Torino al massimo ti accatastino un box auto ...
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se il problema posto è chiaro c'è la possibilità di dare un consiglio-giudizio.
    Stavo per inviare ed ho letto il messaggio di clemente. Si vede che da voi la crisi non è arrivata come pure la concorrenza dovuta alla sopravvivenza. Beati voi!
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ho visto accatastamenti fatti per 50 € più i diritti catastali, quindi a 100 € per palazzine, fatturati.
     
  12. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Beati voi? ahahah Per ogni parcella lo stato praticamente si appropria di più del 50% al quale vanno sommate le spese di esercizio che qui sono alte ... Tu lo faresti un simile accatastamento per 60 euro? Spesso poi non si tratta di concorrenza per la sopravvivenza ma piuttosto la concorrenza sleale di qualcuno (specie all'epoca del primo condono) che ha pasticciato le planimetrie con gravi conseguenze poi per il povero cliente che pensava di risparmiare .... Il lavoro di un professionista, a mio modesto parere, va pagato il giusto e il giusto è variabile a seconda della località. Sono sicuro che a Milano sono ancora più cari ....
     
    A Daniele 78 e CAFElab piace questo messaggio.
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' anche vero che il prezzo è in funzione della professionalità e della prestazione offerta. Sovente i lavori, prevalentemente tipi di frazionamento e mappali, redatti per quattro soldi, risultano errati o pieni di strafalcioni. Conseguentemente devono essere riproposti, rettificati o integrati. Detti lavori, introdotti sulle mappe, sono facilmente verificabili da qualsiasi professionista. Mentre le planimetrie, secondo le dichiarazioni DOCFA possono ottenere una categoria e classe più o meno conveniente per il committente. Sovente quest'ultimo non è in grado di criticare la bontà del lavoro, che, sebbene costi qualcosa in meno, con la rendita assegnata porterà una tassazione decisamente superiore allo sconto ottenuto.
    Purtroppo il cliente è convinto che il lavoro fatto dall'uno o dall'altro, arriva allo stesso scopo, non pensando che il risultato è molto differente.
     
    A Daniele 78 e CAFElab piace questo messaggio.
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    Gianco, ultimamente sto vedendo che la professionalità non viene presa in considerazione, non capisco come si possa lavorare praticando una profesisone così complessa riducendo il prezzo delle prestazioni a livelli insostenibili, però c'è chi lo fa, io che so muovermi e cerco di farlo al meglio impiego molto tempo a istruire le pratiche, e nonostante a volte escono problemi, mi piacerebbe andare a vedere chi lavora sui numeri cosa produce realmente
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Per quanto attiene i frazionamenti, loro fanno il rilievo all'acqua di rose, se lo fanno, o se addirittura non trattano altri libretti di altri tipi per organizzare il loro a tavolino, definiscono la procedura Pregeo, ottengono l'approvazione e consegnano. Per l'accatastamento, fanno il tipo mappale, generalmente in modo approssimato, le unità immobiliari le copiano dal progetto, che sovente non corrisponde alla realtà ed il loro lavoro è terminato.
    Il cliente è convinto che con il prezzo inferiore ottiene lo stesso risultato.
    Però, dopo una verifica emergono gli errori, i problemi e si accorgono del danno per il lavoro irregolare o riscontrano le rendite elevate, dovute ad un'errata compilazione della DOCFA.
    Successivamente, a distanza di tempo, gli errori commessi devono essere corretti o sanati ed allora devono intervenire i professionisti seri.
     
  16. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    E' proprio quello che volevo dire .... il vero professionista oltre che preciso e competente deve essere anche onesto nei riguardi del cliente che spesso si accorge degli errori catastali solo in sede di rogito che il Notaio si rifiuta di stipulare se non è tutto in regola. Per questo è sempre meglio non fare ricerche di prestazioni a prezzo stracciato ma affidarsi ad un tecnico di fiducia.
    Poi in riferimento alle parcelle citate da Gianco (euro 150,00 etc) quanti accatastamenti dovrebbero fare all'anno questi "professionisti" per stare dentro agli studi di settore? 800?:^^:
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Lasciamo perdere quella buffonata. Prima il prezzo dell'accatastamento con tipo mappale oscillava da 1600 a 1800, 2000 € per casa singola a seconda della dimensione e della complessità della planimetria. Oggi lo stesso lavoro c'è qualcuno che te lo fa per 600, 700 €, dove i diritti catastali ammontano a poco meno di 200 €.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina