1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. novella85

    novella85 Nuovo Iscritto

    buongiorno, volevo chiedere il Vs, parere sulla costruzione di una scala di accesso a un ripostiglio, il mio vicino la vuole fare sul confine del mio terreno agricolo, ha 3 metri di terreno, il comune ha rilasciato la dia della ristrutturazione del ripostiglio e per la scala ha chiesto il nominativo dei confinanti che siamo noi, ma il mio vicino non li ha dati....ma puo' costruire a confine senza che io lo sappia e a quanta distanza deve stare dal mio terreno? ho le idee molto confuse...voi cosa ne dite... grazie mille
     
  2. mtr

    mtr Membro Attivo

    Non può costruire 'come gli pare', deve rispettare le distanze -minimo 3 m.
    Se gli permetti di costruire sarai tu ad essere obbligata al rispetto delle distanze dallo stesso confine, cioè dovrai costruire a non meno di 3 metri.
    Insomma per la propria convenienza metterebbe un limite a te.
    Chiama gli Ispettori dell'edilizia privata -meglio se anche accompagnato da denuncia scritta, non permettere che venga costruito nulla.
    Tu come fai a sapere che il Comune ha chiesto i nomi dei confinanti? la DIA è un atto privato. E in quel caso fai presente tu al Comune che 'esisti'.
    Comunque se c'è un progetto c'è anche l'obbligo di realizzarlo come da disegni: ti risulta che nei disegni la scala sia stata messa sul confine?
    Insomma, meglio che verifichi queste cose, per tutelarti.
     
  3. novella85

    novella85 Nuovo Iscritto

    mi sa che stavolta e' giusta

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    ancora grazie per la risposta, in effetti ci siamo recati all'ufficio tecnico del comune con il ns, architetto per visionare i disegni del progetto, il responsabile dell'ufficio ci ha detto di aver aperto un provvedimento per avere il nominativo del confinante che siamo noi, perche' non gli quadrava la costruzione della scala sul confine, il mio vicino non ha mai risposto e comunque il comune ha rilasciato la dia, ora il mio avvocato vuole coinvolgere anche il comune in questa vertenza di diritti dei terzi, staremo a vedere... io penso che qualche diritto dovrei averlo, almeno di poter dire la mia.... grazie
     
  4. mtr

    mtr Membro Attivo

    ok, se c'è un collega di mezzo va bene; intendo che avete saputo tutelarvi. Sono d'accordo con l'avvocato, specie se riesce a trovare elementi che chiamino in causa il Comune.
    In bocca al lupo, allora!
     
  5. mata

    mata Nuovo Iscritto

    Il Comune rilascia i permessi "fatti salvi e riservati i diritti dei terzi", quindi non dovrebbe entrare in queste cose, che sono civilistiche e non urbanistiche. Insomma, il Comune dovrebbe controllare soltanto gli aspetti urbanistici. Controlla le norme comunali, verificando se la scala incide o meno sulle distanze (per esempio in molti Comuni una scala aperta -cioè a sbalzo, non fa distanza fino a 1,5 m. di aggetto). Importante è che se il tizio costruisce sul confine, poi costituisce una "veduta" sul tuo fondo (giardino); invece deve stare a m. 1,50 (a meno che tu non voglia autorizzarlo, costituendo un servitù di affaccio).
     
  6. novella85

    novella85 Nuovo Iscritto

    Grazie mille per le vostre risposte. Alla fine la scala non sarà costruita perchè il comune gliel'ha impedito.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina