• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Raodar

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti.
L'appartamento di mia proprietà, in uno stabile costruito nel 2008, ha come pertinenza il garage, il locale sottotetto soprastante (C6) e l'uso esclusivo di un posto auto nel cortile condominiale.Ho modificato, regolarmente autorizzato, la destinazione d'uso del sottotetto da C6 ad A2(abitativo) e, avendo la
necessità, voglio metterlo in vendita con il posto auto ad uso esclusivo.
È possibile trasferire l'uso esclusivo del posto auto assieme con la nuova unità immobiliare agli eventuali acquirenti oppure rimane vincolato all'appartamento ?
Grazie a chi potrà aiutarmi.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E' strano che un sottotetto C/6 con destinazione: stalle, scuderie, rimesse, autorimesse, possa diventare A/2, abitazione di tipo civile. Comunque il progetto con il cambio di destinazione d'uso deve, necessariamente, aver previsto il posto auto corrispondente in aggiunta, corrispondente alla nuova abitazione.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Dall'uff. Tecnico comunale. Ma non è questa la mia domanda
L’uso esclusivo di parte condominiale non si può propriamente vendere, nel senso che non è un diritto reale minore in senso proprio, ma è funzionale all’uso regolamentato dei posti condominiali.
Se il regolamento di condominio non lo vieta, penso che tu possa decidere se cedere l’uso all’acquirente della nuova unità immobiliare, o tenerlo per l’appartamento.
 

Raodar

Membro Junior
Proprietario Casa
E' strano che un sottotetto C/6 con destinazione: stalle, scuderie, rimesse, autorimesse, possa diventare A/2, abitazione di tipo civile. Comunque il progetto con il cambio di destinazione d'uso deve, necessariamente, aver previsto il posto auto corrispondente in aggiunta, corrispondente alla nuova abitazione.
È previsto l'uso esclusivo di un posto auto nel cortile condominiale non la proprietà. Penso che potrei richiedere al condominio la creazione di un nuovo posto auto dato che lo spazio non manca. La mia domanda è se posso trasferire l'uso di quello assegnato assieme alla nuova unità abitativa. Grazie
 

Raodar

Membro Junior
Proprietario Casa
L’uso esclusivo di parte condominiale non si può propriamente vendere, nel senso che non è un diritto reale minore in senso proprio, ma è funzionale all’uso regolamentato dei posti condominiali.
Se il regolamento di condominio non lo vieta, penso che tu possa decidere se cedere l’uso all’acquirente della nuova unità immobiliare, o tenerlo per l’appartamento.
Ti ringrazio per la cortese risposta
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
È previsto l'uso esclusivo di un posto auto nel cortile condominiale non la proprietà. Penso che potrei richiedere al condominio la creazione di un nuovo posto auto dato che lo spazio non manca. La mia domanda è se posso trasferire l'uso di quello assegnato assieme alla nuova unità abitativa. Grazie
Comunque il progetto con il cambio di destinazione d'uso deve, necessariamente, aver previsto il posto auto corrispondente in aggiunta, alla nuova abitazione.
Il progetto necessariamente deve avere individuato un altro posto auto in aggiunta a quelli precedenti. Per cui quello può essere assegnato a chi acquisterà il tuo immobile nuovo.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
La mia domanda è se posso trasferire l'uso di quello assegnato assieme alla nuova unità abitativa.
Come è stato evidenziato, non si tratta di una proprietà ma di un uso esclusivo.
Da questo ne discende che quel posto auto ad uso esclusivo nel cortile è una proprietà condominiale, il cui uso ti è stato concesso.
Tale uso o viene stabilito dal regolamento condominiale oppure concesso con delibera di asemblea .......la reale situazione solo tu la conosci.
Quindi in definitiva non lo puoi trasferire al nuovo potenziale acquirente, fatto salvo che il trasferimento sia previsto nelle stesse condizioni dell'uso esclusivo.
In assenza di tali condizioni il condominio dovrà nuovamente deliberare a favore del nuovo acquirente
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Il progetto necessariamente deve avere individuato un altro posto auto in aggiunta a quelli precedenti
se l'area in questione / spazio è condominiale il progetto privato non potrà assegnare nulla.
l'assemblea potrà deliberare la creazione di 1 altro posto auto, e contestualmente concederne l'uso esclusivo anche di questo.
Il condòmino privato non può decidere a sua discrezione l'utilizzo/trasformazione di un area condominiale
 

Raodar

Membro Junior
Proprietario Casa
Ho letto quanto scritto nel sito che mi hai inviato e penso che sia necessario che mi rivolga ad un notaio per avere un parere . La situazione è la seguente : Il condominio è composto da 60 alloggi, 60 garage, 60 posti auto nell'area condominiale. Il complesso è stato realizzato da una cooperativa edilizia i cui soci hanno deliberato e assegnato ai singoli soci "il diritto di parcheggio di un auto" individuato nel cortile comune secondo il progetto costruttivo. Tale assegnazione è stata riportata successivamente negli atti di assegnazione in proprietà degli alloggi, e pertinenze e nel regolamento condominiale
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
se l'area in questione / spazio è condominiale il progetto privato non potrà assegnare nulla.
l'assemblea potrà deliberare la creazione di 1 altro posto auto, e contestualmente concederne l'uso esclusivo anche di questo.
Il condòmino privato non può decidere a sua discrezione l'utilizzo/trasformazione di un area condominiale
Il progetto necessariamente deve avere individuato un altro posto auto in aggiunta a quelli precedenti. Per cui quello può essere assegnato a chi acquisterà il tuo immobile nuovo.
A parte il fatto che il progetto doveva essere approvato e sottoscritto dal condominio nella persona del suo rappresentante, opportunamente autorizzato. Poi ci sono troppe cose strane: il cambio di destinazione d'uso della nuova unità abitativa con accesso autonomo; il nuovo posto auto che dovrebbe essere indicato nella planimetria che li indica tutti. Infine il nuovo posto auto, non potrà essere ceduto con l'atto pubblico, ma assegnato dal condominio al proprietario del nuovo immobile.
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
Secondo me, il comune ha autorizzato il tutto salvo diritti di terzi ma la faccenda del posto auto non è chiara. Per legge va assegnata la possibilità di parcheggio per ogni abitazione affinché il progetto sia approvato... Tutto sembra essere molto strano... Rivolgiti ad un tecnico.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto