1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buon giorno,
    un Condòmino vanta un credito con il condominio dal gennaio 2009, ne chiede il riconoscimento;
    dopo quanti anni si prescrivono i crediti dei Condòmini? dopo 5 anni o dopo 10?

    Grazie.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La prescrizione è di 5 anni ...ma dalla data di approvazione del bilancio.
    Esistono comunque anche fattori di interruzione della prescrizione.
    Devi fornire ulteriori elementi quali i motivi di origine del credito, se lo stesso sia stato riportato nei bilanci successivi, perché non sia stato ripianato o defalcato dalle quote successive e come viene gestito contabilmente il Condominio.

    Ps.
    Così come risulta inaccettabile la prescrizione di quote a credito del Condominio (morosità di partecipanti) idem per l'inverso (vostro caso).
    Nel Condominio dovrebbe regnare la pace sociale ...e negare un debito/credito non è un buon viatico per mantenerla.
     
    A quiproquo e lanati piace questo messaggio.
  3. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ben ritrovato,
    Tutto nasce dal fatto che l'Amministratore ha riconosciuto un credito di 358€. risalente a gennaio 2009, a quei tempi gestione di altro Amministratore, ad un condomino senza informare l'assemblea. Dai consuntivi di "quegli anni" non gli si rilevano versamenti puntuali....
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ora sembra più complicata di prima.
     
  5. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si condivido, ma che stride è il comportamento dell'Amministratore: oltre a restituire soldi spesi per il consumo acqua, si inventa rimborsi strani per sdebitarsi del favore delle deleghe...
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Se non contabilmente giustificati (Rendiconto Consuntivo), tali crediti non sussistono e l'amministratore deve restituire con il proprio denaro quanto illegittimamente rimborsato
     
    A lanati piace questo elemento.
  7. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa Olly, cosa intendi...
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Un amministratore non può riconoscere crediti, è solo l'assemblea che, con documenti ufficiali, attesta debiti e/o crediti.
    Se un amministratore procede a titolo personale, risponde economicamente di quanto compiuto.
     
    A lanati piace questo elemento.
  9. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    grazie Olly, buona giornata.
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Occhio...in aggiunta a quanto scritto da Ollj bisogna ricordare che se in un qualsiasi momento l'assemblea avesse approvato un Bilancio che riportava il citato credito...di fatto il Condominio sarebbe tenuto al rispetto...e dovendo eventualemnte rivalersi sull'amministratore.
     
    A lanati piace questo elemento.
  11. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno Dimaraz, il consuntivi è stato approvato senza "vedere" l'anomalia". Solo successivamente guardando Bene le spese personali abbiamo notato il credito. Il Condomino non è in grado di dimostrare il credito vantato...
     
  12. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il credito nasce da una errata lettura del contatore dell'acqua nel 2009 dovrebbe essere possibile la verifica attraverso le letture dei vari anni che l'amministratore dovrebbe avere in archivio. Se così fosse il Condomino avrebbe difficoltà a dimostrare il credito ma l'amministratore dovrebbe poter dimostrare semplicemente se questo credito esiste o no. Ai soli fini della pace condominiale e della correttezza potreste chiedere all'amministratore di effettuare la verifica e, pezze alla mano, farvi partecipi del risultato.
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se si fosse sbagliata la lettura il successivo anno si sarebbe pareggiata la questione...altreimbneti vorrebbe dire che hanno continuato a "leggere" una costante differenza di consumo...cosa che sarebbe ulteriormente più strana.

    Difficile dire se il condomino sia o meno in grado di dimostrare credito.
    Mi suonerebbe strano che un amministratore si metta a "rispolverare" i bilanci di 6 anni prima senza che vi sia quantomeno una "sollecitazione" da parte del condomino con indicazione di cosa e quando guardare.

    Solo se foste ben certi che tale presunto credito non sia rilevabile potreste procedere ad una nuova votazione su un Bilancio revisionato.
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Quindi non fu autonoma iniziativa dell'amministratore...
    Andrebbe... contestata l'erroneità del Rendiconto (onere a vostro carico) e rideliberato il tutto. Sino ad allora il credito è certificato formalmente e nessun onere sussiste in capo al condòmino che lo vanta.
    Dimostrato l'errore e ove fosse imputabile a negligenza dell'amministratore, verso lo stesso si dovrebbe agire per rivalsa.
     
  15. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Dimaraz mi ha anticipato :applauso:
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Stavo per replicare la stessa cosa...sembriamo i "gemelli del gol" di antica granata memoria (chissà perchè mi è balenato questo paragone). :risata::stretta_di_mano::innocente:
     
    Ultima modifica: 4 Novembre 2015
  17. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Anni novanta: ora uno fa il mister e l'altro l'uomo immagine :sorrisone:
     
    Ultima modifica: 4 Novembre 2015
  18. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Intendevo dire che potrebbero aver corretto la lettura senza accreditare al Condomino quanto erroneamente addebitato in più.
     
  19. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non facciamo confusione con le affermazioni, la cosa è semplicistica:un Condòmino afferma di vantare un credito con il precedente amministratore, risalente al gennaio 2009, e ne chiede il riconoscimento; l'attuale Amministratore glielo concede, senza informare i Condòmini: a quei tempi, 2009, il Condòmino "creditore" non era molto aggiornato sui versamenti, e sicuramente era ancora in voga il vezzo del contante "a mano", ritengo non possa dimostrare nulla e dai consuntivi del periodo e successivi si vedono solo ritardi nei versamenti, fino ad un'attuale normalizzazione... Nessun versamento che riporti ad un possibile credito... Salvo "il versamento a mano" non registrato, ma non sarebbe un nostro problema.
     
  20. lanati

    lanati Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Perdonatemi l'aggiunta...
    Ho inviato una mail all'amministratore segnalando errori in un preventivo: non è indicata l'IVA, è indicato un computo metrico non richiesto non discusso e tantomeno approvato, "vuole" addebitare lavori specifici di una scala, in contrasto con l'art. 1123, anche alle altre scale...
    Specifico che sono marito non separato e convivente della proprietaria dell'appartamento. L'Amministratore ha risposto di fargli scrivere da mia moglie perché io non risulto proprietario... Può farlo? Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina