1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti. Supponiamo che i titolari di una attività di ristorazione adiacente ad un condominio abbiano intenzione di acquistare un locale il cui ingresso è collocato all'interno della corte condominiale, allo scopo di adibirlo (così i condomini hanno ragione di ritenere) a cucina e/o a deposito. Supponiamo anche che, in base alla costruzione degli immobili, sia ricavabile un accesso a detto locale il quale accesso avvenga non attraverso la corte condominiale ma attraverso i locali già utilizzati dalla attività di ristorazione (l'accesso ai quali non avviene attraverso la corte condominiale). Domande:
    - l'adibimento di un nuovo locale a cucina e/o deposito di una attività di ristorazione richiede nuove autorizzazioni? (direi proprio di sì) E se sì, quali sono gli enti titolari del potere autorizzatorio? C'è tra questi anche il comune?
    - possono i condomini preventivamente fare qualcosa per esercitare potenziali effetti giuridici sugli enti titolari del potere autorizzatorio? Oppure - al di là di strategie dissuasive stragiudiziali - devono limitarsi a sporgere denuncia non appena dovessero, successivamente alla compravendita, materializzarsi i primi segni di adibimento del locale in questione a cucina e/o deposito?

    Grazie in anticipo a chi vorrà rispondere.
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'uso di un locale come deposito non credo possa essere in qualche modo osteggiato dal condominio se il locale in questione vi è destinato e non vedo comenon possa esserlo
    l'uso come cucina è invece sottoposto a norme molto severe anche per quanto riguarda le emissioni e l'igiene in generale, soddisfatte queste norme però il condominio non credo possa avere potere a meno che non si trovi una ragione che dimostri che gli usi siano dannosi per il condominio
    se il locale ha ingresso dalla corte condominiale ha un diritto acquisito e non revocabile
     
  3. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il locale in questione è classificato nella categoria C/2. Questo ha delle conseguenze?
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    C/2 è un deposito quindi può essere adibito a questo uso, il condominio non puòdire nulla
    Il cambio uso è possibile ma è sottoposto al rispetto delle normative che disciplinano l'uso che si intende farne
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    se viene fatta la cucina preparatevi a vedere una bella canna fumaria lungo il muro perimetrale interno dell'edificio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina