1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Leggendo le opinioni di vari esperti di Propit...uno per tutti A.Giacomelli...si evince il malcontento (sacrosanto) della grande maggioranza degli italiani....Si va quindi dal rifiuto di votare a quello,al contrario,
    di dare il voto a chi ha promesso di ridurre o eliminare alcuni tributi, primo fra tutti l'odiosa IMU. Prima di proseguire sulla mia "proposta" devo spendere ancora qualche parola per il combattivo Erwan e "seguaci" che contrastando la mia tesi sulla possibilità di rapportare "anche" al reddito tale "necessaria" imposta,
    ricorreva all'avallo di insigni economisti. Ebbene, questa sera (15 genn.) a Ballarò l'insigne economista
    Alberto Quadrio Curzio ha detto senza ombra di dubbio che l'IMU va collegata anche al reddito. Ma lo stesso Tremonti,responsabile della nascita sia pure prevista per il 2014, sulla scia del suo ex padrone che sostengono entrambi l'eliminazione totale, si lascia scappare in altre trasmissioni che va ridimensionata. Ma tutti in qualche modo condannano il modo con cui è stata imposta....ed è sul modo e sul quantum che ho sempre dissertato. Senza nessuna pretesa, spero solo di insinuare qualche dubbio nei numerosi seguaci di Erwan e magari di leggere qualche loro commento. Ritorno ora alle prossime elezioni. Le lamentele sono più che giuste, ma non possono essere fine a se stesse...Chi non vota non produce nessun cambiamento....
    Chi vota ne ha una piccola speranza...E quindi emulando il grande Montanelli invito i circa 37.000 forumisti di Propit non solo di andare a votare ma di convincere i riottosi del proprio giro a farlo....Turandosi bene il naso...e io aggiungo...anche qualche altro buco...!!! Ma, molti diranno a chi dare il voto....Questa è la mia proposta. Munitevi di un normale foglio bianco: titolate con:" LA CLASSIFICA DELLA SPORCIZIA". Sotto tirate una riga verticale a metà ottenendo due spazi uno per la SINISTRA e l'altro per la
    DESTRA. Avrete a disposizione i voti da dieci e lode (il più sporco) al 3 (quello meno) (lo zero non esiste,
    perchè quando si entra in questa politica,la nostra, almeno qualche lembo si sporca...)
    A mò di esempio: nella destra un bel 10 e lode a B......pochi resisteranno....a sinistra un bel nove con menzione a M.D'...per il suo clamoroso errore sul C.I. ....da tre a cinque o viceversa a quelli non indagati...non arricchitesi....non chiacchierati....che ce ne sono in entrambi gli schieramenti. Alla fine
    fate una media e andate a votare per chi, fermo restando il vostro orientamento, abbia ottenuto il
    punteggio più basso. Sono anni che insieme ad altri ho attuato questo malinconico sistema e se fosse
    adottato più massicciamente....potremmo contribuire a non vedere più in giro mascalzoni che usano la politica proprio per perseguire scopi illeciti fino a coprire reati. Alla prossima. P.De Iuliis
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No l'IMU in base ai redditi noooo....... tanti impresari che denunciano meno di me (lo so per certo, faccio io le loro dichiarazioni) che ho il reddito da lav. dipendente part-time, pagherebbero meno di me e stanno economicamente 100 volte meglio..........occorrerebbe un bel ISEE (ma di quelli con i controlli reali e non annunciati e poi mai effettuati) non solo il reddito!!!!!!!!
     
    A GianfrancoElly piace questo elemento.
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E’ un peccato, ma è così. La politica ha dimostrato di essere solo uno sbuffo di cipria sulla faccia feroce dell’economia, i ragazzi se ne sono accorti e non credono più alle promesse e ai proclami. Credono ancora in se stessi, nella possibilità di cavarsela nell’universo della selezione naturale. Purtroppo gli ultimi decenni hanno fiaccato la capacità di resistere, sacrificarsi, lottare: ora che la vita dichiara apertamente la sua legge, ossia il puro scontro, può darsi che i nostri figli siano troppo deboli per ringhiare e azzannare. Può darsi che nella giungla siano pecorelle smarrite.
    La maggior parte dei nostri ragazzi non punta più nemmeno una fiche sulla politica. Per questo la mia previsione è che le prossime elezioni politiche saranno disertate dai ventenni e dai trentenni.
     
  4. maria luisa di bella

    maria luisa di bella Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Certo, concordo perfettamente con quanto detto da essezeta67, non è possibile che tanti liberi professionisti denunciano al fisco di aver guadagnato poche migliaia di euro quando poi hanno ville da sogno, fanno vacanze da favola ecc. e poi pagano all'IMU cifre irrisorie! Io con 1000 euro di pensione, una sola casa di proprietà,costruita con grandi sacrifici,(e mi ritengo ancora fortunata che questa pensione, anche se poccola,me la danno, c'è gente ce non ce l'ha, lo so!), poiché il mio reddito è controllabilissimo, pago IRPEF, addizionale regionale, addizionale comunale, IMU e chi più ne ha più ne metta. E non posso sfuggire!Non se ne può più!!!
     
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Essezeta67. Sono perfettamente d'accordo sull'ISEE non fosse per altro di averlo già indicato nei miei precedenti messaggi...mi sembra
    con mister Erwan. Avevo detto che per l'IMU oltre ai redditi veniva
    utile il novello redditometro più la dichiarazione ISEE. Non so come e non so quando sto preparando una piccola disamina sul valore catastale che ritengo insieme ad illustri predecessori un comodissimo strumento fiscale per la stragrande maggioranza di
    tutti i paesi del mondo, ma, nel contempo, con un risvolto squilibrato e iniquo spessissimo penalizzante per chi non evade..e sono tanti. A proposito poi dei tuoi clienti, evasori parziali (???),
    ribadisco che le leggi vanno pensate e promulgate per i cittadini
    onesti e consenzienti. E non per gli inadempienti....ai quali comunque ogni legge riserva sempre la relativa penalità....Se l'auspicata modifica della rendita e valore catastale prima e il successivo collegamento ai REDDITI (plurale), corredato da tutti gli altri strumenti esistenti e in preparazione, poi, si rivelasse un metodo più equilibrato e equo, allora si potrebbe ottenere un notevole consenso a chi persona o gruppo se ne facesse promotore. I tuoi tanti impresari sommati a tanti altri di tutti i fiscalisti d'Italia, per quanto notevole possa risultare il totale (100.000- 200.000-300.000???) sarebbero poca cosa a fronte di decine di milioni di piccoli proprietari immobiliari buonissima parte con reddito fisso o comunque noto al fisco. Vedrai, come mi sembra anche tu auspichi, che con il redditometro+lo spesometro+ L'ISEE+ gli Studi di settore e non so cosa altro ancora, i tuoi clienti impresari saranno indotti a rispettare la contabilità ordinaria o la partita doppia evitando le sottofatturazioni in acquisto e in vendita, le fatture acquisti per la famiglia caricate all'impresa, le schede carburanti...gli alberghi e i ristoranti per trasferte o sopralluoghi attribuiti falsamente all'attività imprenditoriale eccetera. Per chiudere: non perseguo interessi di parte...sono propugnatore di proposte equilibrate ed eque attraverso ragionamenti logici e conseguenziali. Ti ringrazio per l'attenzione. P.De Iuliis
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Carloalberto: speriamo di no. Tuttavia hai completamente ragione sul
    senso di sfiducia che attanaglia non solo i giovani ma anche noi adulti.
    Constatare che fare politica si riduce solo a poter vincere per "afferrare" il potere oppure per impedirlo ai concorrenti non solo di opposto segno ma addirittura anche quelli di segno più vicino è deprimente e ci da la quasi certezza che il parlare di cambiamenti
    di vario tipo, compreso i volti , sia soltanto un coacervo di ammiccamenti e di atteggiamenti basati su menzogne ataviche che da secoli rimbabiscono anche i cittadini più attrezzati cognitivamente. Comunque il voto resta l'unica speranza e credo che non convenga rinunciarci. Cordiali saluti. P.De Iuliis P.S. Piccola
    domanda per i GURU: Perchè Monti si è rimangiato il proposito di non entrare (lui ha detto salire) in politica?
    Lui così serio che sembrava impossibile un voltafaccia di tali proporzioni? La mia risposta è: Il fascino del potere è talmente forte che una volta assaggiato ti impedisce di "mollarlo". Fido di leggere altre ipotesi.
    Grazie e alla prossima.
     
    A Adriano Giacomelli e verdianab piace questo messaggio.
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Signori, mi sembrate tutti schiacciati da un dilagante senso di schiavitù allo Stato. Parlare solo di pagare più tasse x il bene dello Stato, vuol dire essere schiavi del sistema!
    Dobbiamo tagliare i costi/sprechi dello Stato!
    Vi pare giusto che circolino politici e tecnici che spendono e spandono come se le tasse non ci costassero sacrifici e non avessero raggiunto livelli tali da mandare il nostro Paese in recessione?
    Ora io non posso e voglio dirvi chi votare, ma fate una colonna e selezionate chi promette di tagliare le tasse, (molti mentono) selezionate chi ha programmi credibili di tagli della Spesa Pubblica, della Politica, ma soprattutto evidenziate come invotabile che vi promette "patrimoniali" e nuove tasse sugli immobili.
     
  8. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    giovanni Berchet nel suo noto( per sentito dire ) ma da quasi nessuno letto " Giuramento di Pontida" diceva in una strofa
    maledetto chi usurpa l altrui ...e chi il suo dono si lascia rapir

    Ma se la politica è cosa sporca ed i puliti(o presunti tale)non si vogliono sporcare chi ci resta ?
    Se in Sicilia madre dell astensionismo e del voto di scambio ( che sono cugini fra loro) non è andato a votare il 40% degli elettori , costoro eran "delusi" o"collusi"? Risposta "dipende da chi vince"
    L italiano ci piaccia o meno non si considera mai responsabile, siindigna per i soprusi ai quali non può partecipare si gestisce nella vita in modo naturalmente mafiosoquando nel tempo si procura gli agganci per avere vantaggi impropri e per aggirare svantaggi non graditi
    Questo è quanto io ho capito dopo essere stato lontano dall' Italia per quasi 40:rabbia: anni
     
    A britallico2 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  9. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    E' tutto vero, Sergio, ma se togliessimo la stragrande parte della Spesa dello Stato ( in Italia abbiamo il 4,2%del PIL di spesa statale in più rispetto la Germania) toglieremmo i soldi per gli amici degli amici, i soldi per dare stipendi ai "Trombati" del partito, i soldi per assumere gli amici.
    Perché io devo comprarmi l'auto con i miei soldi e guidarmela e 1000 parlamentari che incassano 20 mila € mese, deve avere una vettura dallo Stato e tre turni di autisti?
    Che per andare a Montecitorio, basterebbe l'autobus e che per tornare a casa il Giovedi' basterebbe l'auto personale.
    Meditate!
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non sono miei clienti, sono clienti dello studio dove sono dipendente.....se evadono??? Sicuramente tanti sì ma non tutti, purtroppo io faccio ciò che mi viene ordinato di fare.......

    Per quanto riguarda l'ISEE (adesso riccometro o poverometro a seconda dei casi) dovrebbero fare come stanno facendo dalle mie parti quando vengono richieste agevolazioni mensa, libri scolastici, trasporti scolastici, prestazioni di sostegno a livello comunale ecc. ecc. : a chi chiede qualche agevolazione, oltre alla richiesta dell'isee, viene fissato un appuntamento con un addetto dei servizi sociali; questo si reca a casa dell'interessato e verifica se veramente (in base alla casa, alle auto, allo stile di vita) l'agevolazione deve essere concessa. Ti assicuro che le richieste si sono dimezzate!!!!!!!!!! Idem bisognerebbe fare con l'IMU: chi è veramente povero non dovrebbe pagarla, chi è un finto povero se la paga e pure maggiorata....
     
  11. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    C'è un concetto basilare di democrazia, chi guadagna paga le tasse sul reddito. STOP! Che lo Stato impari a fare la lotta alla evasione!
    Smettiamo, siccome non si sa tagliare le spese, sostenere che chi è Ricco (quale sarà la ricchezza?) deve pagare l'IMU di più, la benzina di più, la patrimoniale di più!
    Il vero paese è quello che dà opportunità e speranza di migliorare il proprio status, non di additarlo come vergognoso!
     
  12. tizysergia

    tizysergia Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si, si, io per quanto mi riguarda ho adottato questo sistema
    butto tutto in macchinata a 90 gradi ovvero, votare SI DEVE ma -
    chiunque ha mangiato finora dei signori al governo è zozzo, chi più chi meno e l'ha ampiamente dimostrato su tutti i fronti..
    a buon intenditore poche parole :idea:
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    questi discorsi ci portano da nessuna parte, è sempre stato così, il libero professionista quale ero fino alla pensione, per pagare meno tasse dal dipendente dovevo unvestire nella ditta, certo pagavo meno tasse dirette ma ne pagavo tante indirette che utilizzavo nelle detrazioni CAPITO????? ma sempre le pagavo e l'economia girava, ora gira solo quello che vorremmo non girasse ciao
     
  14. britallico2

    britallico2 Ospite

    Questo bisognerebbe insegnarlo ai ragazzini delle elementari, almeno gli si metterebbe la pulce nell'orecchio fin da piccoli.
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A sbagliare sono state classi dirigenti orbe di visione storica, al cospetto di avvenimenti unici ed irripetibili; élite parassitarie che si sono garantite la permanenza in sella allo Stato svendendo il patrimonio pubblico a concorrenti esteri, per un tozzo di pane, evitando accuratamente di dialogare con le urgenze dell’èra, presenti e future. Gruppi direttivi neofiti, le seconde file dell’arco parlamentare che fu, hanno innalzato la bandiera costituzionale per meglio affossarla, hanno ballato sulle ceneri dei più qualificati predecessori, rinnegando di esserne stati allievi, per autolegittimarsi in assenza della medesima spinta ideale, dopo i nefasti delle mani pulite e delle zucche vuote con la coscienza più sporca.
     
  16. Franchino

    Franchino Membro Junior

    Dopo aver letto attentamente tutti i commenti, mi deve essere consentita una sola domanda: non si prova vergogna ad andare a votare?
    Si pensa di risolvere la situazione, mandando prima la destra, poi la sinistra, poi il centro?
    Ma non si tratta sempre degli stessi esseri?
    Dei tecnici: Iddio ce ne liberi!
    Ho il timore, non tanto larvato, che per salvare l'italia ci sarà necessità si s.....!
     
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non in questi tempi grami di imprenditori e lavoratori suicidi, non in questi tempi di generazione NEET (Not in employment, education or training, “nullafacenti” per disperazione, in italiano) e di disoccupati di ritorno, di imprese che abbassano la claire, di pensionati in coda alla Caritas quando non rubano negli scaffali dei supermercati, di neo poveri, di esodati e di precari in eterno

    Questi meritano qualcosa di più, per rispetto e per dovere prima di tutto. Diversamente il prossimo gesto, scurrile e minaccioso, sarà per questi politici plateali, battutari e twitteristi. A voi scegliere il gesto (o il termine) più adatto.
     
  18. giudittan

    giudittan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    D'accordissimo, purchè per riduzione della spesa pubblica non s'intenda togliere la carta igienica agli impiegati pubblici, bensì eliminare le consulenze miliardarie alle amanti e mogli dei direttori generali dei vari ministeri...ecc ecc ecc.
     
  19. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La spesa pubblica è argomento molto delicato. Ogni volta che si parla di riduzione della spesa Pubblica, subito i detrattori ti paventano il rischio che le scuole resteranno senza riscaldamento e gli ospedali senza posti letto. E' la stessa politica Mediorientale, dove schierano i bambini davanti ai depositi delle armi, per non farli bombardare. Non credete, la spesa pubblica è fatta di orde di spese inutili, alla fiera del libro di Francoforte, ci sono gli stand della regione Lazio, Puglia, con esposto il formaggio pecorino o altra specialità gastronomica e orde di funzionari regionali che, spesati, vanno in viaggio. Regioni che hanno la loro rappresentanza a Rio de Janeiro, Sidney, dcc.. località che visitano, spesate, più volte all'anno. Ci sono consigli di amministrazione di attività locali, che fatturano 10 mila € all'anno e che hanno un Consigliere delegato da 200 mila € anno, perché si tratta di dare un posto all'amico del politico.
     
  20. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Facciamo un esercizio e pensiamo al nostro Comune dove viviamo:
    Se ha 1500 abitanti, avrà 3 guardie, due vetture della pulizia municipale, il Tecnico Comunale. L'Uff. tecnico ha tre segretarie, l'anagrafe 2 impiegati, l'organico avrà due stradini, il camion gru per cambiare le lampadine stradali, l'Autovelox mobile e via dicendo. Non vi pare che sia una dotazione da suddividere con Comuni che hanno almeno 7/8 mila abitanti?
    Siete disposti che perché nel Vostro Comune ci sia tanti posti di lavoro, vi tassino la I° casa? Vi chiedano un IRPEF del 49%?
     
    A giudittan piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina