1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    In zona di mare e meta turistica, si vorrebbe trasformare un negozio in una casa vacanze, conforme però ad essere locata eventualmente anche come abitazione per lunghi periodi.

    Il locale a piano terra rialzato (di 4 piani fuori terra di unica proprietà), ha forma di ELLE, ed è attualmente un C1 di mq 90 (..67), con 3 finestre su lato corto in strada laterale, e 2 porta/vetrina su lato lungo strada principale, e rendita catastale di circa 600 euro.

    E' dotato di bagno con porta e finestra, impianto idrico e contatore acqua autonomo.
    E' dotato di impianto elettrico a norma con contatore autonomo.

    Predisposizione metano con presa su strada.
    Predisposizione climatizzatori a soffitto (rimossi da poco).

    Al momento ci sono due stanze soltanto, un piccolo deposito cieco, ed il bagno con finestra facilmente ingrandibile con impianto del bidet e della doccia, e poi si tratterebbe quindi di dividere gli spazi interni secondo necessità e gusto.
    Per l'ingresso futuro si vorrebbe passare dal portone di ingresso principale del palazzo, di proprietà unica e corrispondente, posto su lato del negozio, realizzando porta autonoma.
    Le due vetrine attuali verrebbero quindi ridotte a finestre rialzate.

    A quali eventuali difficolta' si potrebbe andare incontro chiedendo il cambio di destinazione d'uso?
    Sono previste agevolazioni fiscali per i lavori?
    La rendita catastale di 600 euro e soggetta a riduzione per abitazione?

    Grazie
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, magari un saluto non sarebbe sgradito ... in ogni caso, hai provato a chiedere ad un professionista di tua fiducia, oppure al tecnico comunale, perchè formulata così la domanda, non sapendo nemmeno dove si trova l'immobile, si brancola nel buio assoluto e si direbbero strampalate assolute; questo perchè bisogna guardare se nel PRG o PGT si ha la possibilità di effettuare il CDU; se vi sono le condizioni igienico sanitarie per renderlo abitabile, se l'immobile è vincolato o meno, ecc....
    Le difficoltà se non si fanno le procedure corrette, compreso la denuncia alla PDR e relativa demolizione e messa in pristino dell'opera.
    Se le operazioni di CDU sono possibili, le agevolazioni le potrai ottenere esclusivamente come prima abitazione.
    Ovviamente la Rc una volta riaggornata la scheda catastale, varia in base ai parametri di rivalutazionedel catasto stesso dall'ultimo aggiornamento.
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' evidente che allo stato l'immobile sarà regolare per quanto attiene gli impianti. Una volta, realizzati i lavori di trasformazione, il tutto dovrà essere adeguato e certificato per ottenere l'agibilità.
    E' evidente che la ripartizione degli ambienti è condizionata dalle dimensioni, dalla forma, dall'orientamento e dagli infissi esistenti, se non li vuoi o puoi modificare.
    Concordo con Certificatore che, sebbene noi possiamo darti dei consigli, un tecnico locale può certamente essere più preciso.
     
  4. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    Buonasera.
    Ringrazio per le risposte ricevute e mi scuso di non aver salutato prima.
    La maggior parte delle cose di cui avete accennato io non le ho ancora verificate e non ho neanche parlato ancora con un tecnico.
    Il mio quesito probabilmente malposto, era appunto mirato ad inviduare le fonti di informazioni da cui attingere per trovare risposte prima di valutare assieme ad un tecnico.
    Premetto che l'attuale C1 deriva dalla fusione di una abitazione ed un magazzino, costruiti nel 1970 circa con ke dovute autorizzazioni di legge. Poi nel 2006 si è proceduto a fusione per farne unico negozio.

    Come posso accedere in autonomia, alla consultazione delle normative vigenti per il caso in materia?

    Grazie
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dovrai inizialmente consultare il PUC del tuo comune, le norme relative alla zona dove ricade l'immobile ed il regolamento edilizio. Se sei completamente digiuno della materia, ti conviene sentire il parere di un tecnico.
     
  6. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina