1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mattescu

    mattescu Membro Attivo

    Buongiorno,
    avrei bisogno di un vostro consiglio in merito ad una sgradevole situazione che si è presentata nell'anno 2011
    Vivo in una palazzina composta da 6 appartamenti ed uno di questi è stato dato in affitto ad una persona che oltre a essere morosa ha danneggiato pure le parti comuni del fabbricato
    Dopo lo sgombero dell'appartamento dell'inquilino moroso è stata inviata lettera Raccomandata alla proprietaria di casa segnalando i danni provocati dal suo inquilino alle parti comuni della palazzina
    Nessun intervento è stato svolto o meglio solo un piccolo tentativo di riparare il citifono che si è nuovamente rotto
    Come dobbiamo agire nei confronti della proprietaria?Affidarci ad un legale?
    Nonostante siano passati quasi 4 anni la raccomandata ha ancora valore legale?

    Grazie
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    C'è una cosa che non capisco. La parola "sgombero" fa pensare a una azione di sfratto. Perchè solo dopo che tutto si era concluso avete mandato la richiesta di danni alla proprietaria? O forse il moroso ha fatto i danni al momento di lasciare la casa?
    Se i danni li aveva fatti prima, avreste dovuto chiedere prima alla proprietaria di fare i lavori di ripristino. Almeno lei avrebbe così potuto mettere anche quelli nel conto presentato al giudice su quanto il moroso le doveva e avere almeno una speranza di essere rimborsata.
     
  3. mattescu

    mattescu Membro Attivo

    Buonasera,
    ti confermo che è stato sfratto esecutivo con forze dell'ordine
    I danni comunque sono stati causati prima delllo sgombero dell'appartamento
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La Raccomandata spero fosse con Ricevita di Ritorno e possibilmente alla "francese".
    Ingiustificabile che abbiate lasciato passare tanto tempo senza agite.
    Non perdete tempo...se i danni sono rilevanti consultate subito un legale
     
  5. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Personalmente trovo scorretto che la raccomandata sia stata inviata non quando i danni sono stati fatti (la proprietaria avrebbe potuto interpellare sull'argomento l'inquilino e sentire la sua versione dei fatti) ma solo dopo che l'inquilino era stato allontanato.
     
  6. diaria

    diaria Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    che vuol dire alla "francese"
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Trattandosi di parti comuni, la riparazione doveva essere eseguita dall'amministratore, il quale poi mandava il conto alla proprietaria.
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Un foglio (con il testo della missiva) piegato e spedito senza busta in modo che non si possa dire di aver ricevuto una lettera vuota.

    NO se non previa delibera di autorizzazione.
    L' amministratore può agire di sua iniziativa solo nell' alveo elle manutenzioni ordinarie o per quelle straordinarie che coinvolgono la sicurezza di cose e persone.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 31 Marzo 2015
    A rita dedè piace questo elemento.
  9. mattescu

    mattescu Membro Attivo

    Buonasera,trattandosi di una palazzina composta da 6 appartamenti non è mai stato nominato un amministratore
    La lettera raccomandata firmata da tutti i condomini è stata inviata alla proprietaria prima del rilascio dell'appartamento da parte dell'inquilino moroso
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Doveva essere eseguita su mandato dell'assemblea.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Potete benissimo autogestirvi ed evitare la nomina di un amministratore...ma almeno una riunione annuale andrebbe fatta e in tale sede andava sollecitata la proprietaria...anzi ancor meglio andava approvata una delibera con cui si dava una scadenza alla riparazione che se non eseguita avrebbe comportato l'automatico ordine da parte del Condominio con addebito alla proprietaria.

    Domanda: ma almenoavete "regolarizzato" ottenendo il Codice Fiscale Condominiale?
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Faccio una domanda, a monte: perchè le responsabilità non sono individuali?
    Se i danni sono provocati da un inquilino, non è a questi che devono essere contestati?

    Su che base si ipotizza la richiesta di indennizzo a carico del proprietario?

    Altro aspetto su cui riflettere è la seguente risposta
    Ammesso esistesse un amministratore, nessuno ha chiarito se gli interventi necessari rientravano tra la manutenzione ordinaria o straordinaria: è vero che un danno arrecato è in genere straordinario, ma ciò non toglie che se durante un trasloco si rompesse un vetro delle scale, non è che l'amministratore deve indire una assemblea per far riparare il vetro.

    Mi sembra di notare che a volte le risposte siano più realiste del RE.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I danni vanno riferiti al proprietario per una serie di motivi:
    1-è questi ad aver "autorizzato" il conduttore ad entrare
    2-il proprietario è chiamato direttamente in solido
    3-il proprietario è imputabile delle spese direttamente in assemblea oltre che aggredibile tramite DI....con il conduttore dovresti iniziare causa direttamente.

    Per la questione spese ordinarie o straordinarie era già spiegato.
    La rottura di un vetro è straordinaria e il mandatario può agire d'urgenza solo per incolumità di cose o persone.
    Si rompe il vetro temperato di un parapetto provvedde d'urgenza o fa tamponare/mettere in sicurezza.
    Rompono il vetro della bacheca fa pulire e poi si delibera.
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Posso fare un atto di fede su quanto affermi.
    ma mi piacerebbe leggere riferimenti normativi....
    Sulla prima questione mi pare di interpretare la risposta nel senso che il proprietario è più aggredibile..., ma non sarebbe una norma di legge, bensì d convenienza.

    Sulla distinzione pratica tra ordinaria e straordinaria manutenzione, non vedo una separazione netta ed univoca: ogni valutazione, compreso il tuo esempio, è soggettivo.

    In condomini normali, dove prevalesse il buon senso, dubito si preferisca aspettare una delibera se occorre sostituire un vetro di una finestra delle scale.
    (per la sicurezza non ti preoccupare, nel medesimo condominio avrà già provveduto a rimuovere le schegge e gli spezzoni rimasti, il volenteroso di turno, assumendosi pure gli eventuali rischi)
     
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Civili o penali?
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La mia era una domanda vera: se opportuno sdoppiarla, grazie per la precisazione.

    La tua domanda mi fa però pensare alla possibile risposta: che le responsabilità penali siano individuali credo di poter asserire che sia vero. Per le civili è diverso? Diventa lecito aggredire chi più è solvente?

    Mi è facile pensare che delle spese condominiali ne debba rispondere in prima battuta il proprietario, essendo i rapporti condominiali esistenti solo tra condòmini. Infatti molti amministratori non accettano di gestire direttamente "gli "inquilini".

    Ma se un terzo (inquilino, ospite, fornitore, estraneo...) fa un danno e viene individuato, mi pare strano questo sia ribaltato su soggetti altri. Presumo anche che nella prassi ciò effettivamente avvenga, visto il tenore delle risposte, ma ero curioso di sapere la fonte giuridica di tale conseguenza.
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2015
    A annamaria.zorzin e Elisabetta48 piace questo messaggio.
  17. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è lecito, è, invece, da vigliacchi. Il garantismo nei confronti degli inquilini è un mostro giuridico, secondo me non è costituzionale.
     
    A annamaria.zorzin piace questo elemento.
  18. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Vedo di spiegare ed espandere la risposta che era un po' sintetica ma di cui potevi trovare riscontro in tutte le pubblicazioni delle associazioni di categoria (amministratori di condominio, proprietari, inquilini etc)

    In ossequio al giusto appunto di UnGiocatore va distinta la questione civile da quella penale.
    Secondo l' Art. 27 della Costituzione la responsabilità penale è personale, cioè direttamente attribuibile al soggetto che compie l' illecito, fatta salva l' eventuale colpa del mandante.

    La mia risposta era riferibile al caso proposto...quindi danneggiamenti a parti comuni da parte del conduttore (inquilino) di una unità inserita in contesto condominiale.

    Il proprietario condomino è responsabile della cosa comune di cui può usufruirne secondo destinazione d' uso e per gli eventuali danni che nell' uso o per colpa arreca agli stessi (vedi combinato Art. 1138 e Art. 1177 e Art. 1218 CC)
    La norma viene spesso ribadita nei Regolamenti di Condominio con inclusa responsabilità anche per gli atti compiuti da persone che hanno avuto accesso al Condominio su iniziativa del condomino/proprietario.

    Non vi è uno specifico Articolo di Legge che stabilisca la responsabilità del Locatore per l' azione del suo Conduttore ma dal combinato di vari Articoli si può desumere la cosa.
    Quando non si trova la corrispondenza vi è la Giurisprudenza, unica interprete delle norme, cui riferirsi.

    La Suprema Corte ha da tempo stabilito che il condomino, siccome principale destinatario delle norme regolamentari si pone nei confronti della collettività sia come responsabile delle dirette violazioni di quelle norme da parte sua ma anche come responsabile delle violazioni delle stesse norme da parte del conduttore del suo bene, sia in quanto agevolate da sua culpa in eligendo e sia da sua culpa in vigilando o, comunque, dall'omissione di tutto quanto sia esigibile da lui (vedi Cassazione 29 agosto 1997 n. 8239, 18 maggio 1984 n. 3063)
    Tale responsbailità vale in entrambe le direzioni...quindi sempre responsabilità del locatore che il conduttore non abbia a subire danno da cose o parti comuni del Condominio.
     
    Ultima modifica: 2 Aprile 2015
  19. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Singolare , ma bene a sapersi.
     
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Beninteso: nulla impedisce di fare causa al conduttore... ma converrai che"inseguite" un nullatenente magari extracomunitario od irreperibile sia poco consigliabile. Meglio che il Condominio lasci tale grana sulle spalle del proprietario locatore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina