1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mattescu

    mattescu Membro Attivo

    Buonasera,
    avrei bisogno di un vostro consiglio
    Sono proprietario in un condominio composto da 4 appartamenti
    Uno dei 4 appartamenti è stato dato in affitto, tramite regolare contratto, ad un inquilino che dopo aver pagato un paio di mensilità é tutt'oggi moroso
    L'inquilino, oltre ad avere danneggiato l'appartamento in cui risiede, ha pure provocato dei danni alle parti comuni del condominio e all'appartamento sottostante (infiltrazioni di acqua)
    Chi risponde dei danni?Il proprietario o l'inquilino?
    In caso di mancato pagamento, da parte dell'inquilino, possiamo richiedere i danni al proprietario dell'appartamento?

    Grazie tanto
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dovete rivolgervi al proprietario dell'appartamento per tutto, per i danni e per le spese condominiali. Spetterà poi al proprietario farsi rimborsare dal suo inquilino le spese da lui (proprietario) sostenute.
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    dovete rivolgervi al proprietario. l'inquilino è un problema suo.
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Agli effetti del condominio l'inquilino è considerato un terzo. Pertanto è il proprietario che deve rispondere delle eventuali spese condominiali non pagate, salvo poi rivalersi sull'inquilino.
    In caso di danni cagionati a chiunque da colpa grave dell'inquilino il proprietario non può essere ritenuto responsabile, salvo che sia provato un concorso di colpa.
    Per i danni cagionati alle parti comuni l'amministratore può agire contro un terzo, salvo parere favorevole dell'assemblea. Può anche agire contro un condomino, però solo qualora ne sia provata la responsabilità.
    Per i danni causati ad un altro condomino, sarà quest'ultimo che agirà contro l'inquilino dell'appartamento sovrastante salvo agire anche contro il proprietario qualora ritenesse anch'esso responsabile, ad esempio per non aver provveduto a riparazioni straordinarie agli impianti od altro.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per non perdere tempo, è bene sapere prima di tutto chi è il responsabile di eventuali danni. Se si sbaglia in questo, occorre ricominciare l'azione da capo. Inoltre, penso che in caso di errore il condominio potrebbe beccarsi una denuncia per calunnia o simile. E' bene allora per il condominio che i condòmini/locatori comunichino per iscritto all'amministratore l'eventuale cessione in locazione del loro immobile all' inizio della medesima.
     
  6. mattescu

    mattescu Membro Attivo

    Premetto che il condominio non ha un amministratore Il responsabile dei danni alle parti comuni (rottura del citofono,della porta di ingresso e degli interrutori delle luci) è l'inquilino
    Oltre ad aver cagionato questi danni,nel suo appartamento vi è una perdita di acqua nel bagno La proprietaria di casa è a conoscenza in quanto avvisata verbalmente di questo problema
    Questa perdita di acqua è visibile sia sulla facciata della palazzina sia nella stanza sottostante dove vive un altro condomino

    La mia esigenza è dovuta se è necessario l'invio di due raccomandate alla proprietaria (una per le parti comuni della palazzina ed una per i danni provocati al condomino sottostante)
    Ad oggi la proprietaria è stata solo avvisata verbalmente
    Non vorrei che con il passare del tempo possa trovare un appiglio per dire "scusate ma non sapevo niente" e non voglio pagare nulla
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Direi che l'invio delle raccomadate, un all'inquilino e una al proprietario dell'unità "incriminata" è oltremodo necessario. In esse, che vanno inviate per conoscenza a tutti i proprietari (visto che non c'è un amministratore), bisogna specificare puntigliosamente i danni cagionati e le motivazioni per cui si ritiene responsabile Tizio o Caio, citando anche eventuali testimonianze o prove.
    Anche se vi sono solo 4 unità immobiliari e quindi il condominio non è formalmente costituito fareste comunque bene a nominare come amministratore (magari a rotazione) uno di voi proprietari, per coordinare gli interventi e gestire le spese sulle parti comuni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina