1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve amici, ho questo problema;
    alcuni condomini, di propia iniziativa senza delibera e messi d'accordo tra loro probabilmente, in quanto io non ne ero stato informato ma trovandoli e basta senza richiesta di contribuire al loro costo, hanno messo due tappeti su parti condominiali e precisamente uno davanti l'entrata dell'androne condominiale e uno per salire le scale.
    e' successo che una signora anziana e' inciampata e si e' fratturata il femore a causa di questi tappetti che non c'erano e ora i figli, giustamente, vogliono chiedere i danni alla scala dove risiede. Dicono che risponde l'assicurazione del condominio per i danni. l'ho letta e non ci sono inseriti questi danni materiali . cosa fare?L'amm.re non e' chiamato in causa? doveva essere informato in questo caso?grazie a tutti
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Di norma i tappeti non sono mimetici. Se questo è il caso secondo me la signora non ha diritto al rimborso: doveva stare attenta a dove camminava.
     
  3. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    non capisco io...se come mi ha riferito l'amm.re se cade una tegola e non c'e l'assicurazione che copre i danni di chi e' la colpa?....se passa una persona e gli cade in testa di chi e' la colpa?bisognava guardare se cadeva qualcosa dall'alto?oppure se si lava la portineria non deve essere messo per caso messo il cartello di avviso e di stare attenti alle scale bagnate?..oppure se cadi in una buca e il comune non ha fatto niente per sistemarla..di chi e' la colpa?
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se il tappeto dove è inciampata la signora è stato piazzato per iniziativa di alcuni condomini e non per decisione assembleare mi sembra logico che la causa debba essere intentata nei confronti di coloro che hanno preso questa iniziativa: il condominio non c'entra. Quindi anche la sua assicurazione.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Di norma un tappeto acquistato in negozio, ossia non "fatto in casa" non è fonte di pericolo, quindi chi cade non può prendersela con chi l'ha messo.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Questa è una tua personalissima opinione. Il tappeto è un accessorio non indispensabile, se non ha i dispositivi antiscivolo o se non è dotato di dispositivi anti inciampamento (cornici di raccordo con il pavimento) può essere causa di incidenti sopratutto per le persone anziane. Secondo me va levato; sopratutto se è stato messo nella parte comune per iniziativa di alcuni condomini e non per decisione assembleare. Nel condominio dove abita mia sorella c'è la scala con i gradini di marmo ricoperti da una passatoia che è affrancata ai gradini medesimi da delle bacchette ottonate. Data la vetustà le bacchette, che la portiera sistema tutte le mattine, si spostano per via del massiccio andirivieni di persone (c'é una palestra nel seminterrato); la passatoia libera dal vincoli di alcune bacchette fa delle onde pericolose. Una sera un condomina rincasando è scivolata sulla passatoia e si è fratturata una vertebra sacrale: l'assicurazione del condominio ha pagato la signora ma nella prima assemblea è stato deciso all'unanimità di togliere la passatoia.
     
    A diabolikky69 piace questo elemento.
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    che l'iniziativa sia stata presa da alcuni condomini, potrai contestare il pagamento della tua quota che non eri presente alla decisione, per quanto riguarda la responsabilità cade solamente su chi è inciampato, un tappeto non è un trabocchetto ed è ben visibile a tutti i condomini, pertanto nulla da chiedere al condominio
     
  8. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1. Hai casi di accessori indispensabili?
    2. Da piccoli ci dicevano: attento a dover metti i piedi! Attento a non calpestare le sporcizie! (infatti sono cresciuto attento ai bisogni altrui)
    3. Al negoziante bisogna chiedere sempre il tappeto con il marchio CE (ecco perché ho detto di norma: la norma CE). Attenti che spesso il marchio non C'E', oppure è il marchio CinaExport.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e allora? dove vuoi arrivare?
     
  10. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come nella boxe: al tappeto va il condòmino distratto, che non sa dove mette i piedi. Il condominio può solo avere pietà di lui, tapino a tappeto.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    in campo automobilistico si: il lunotto termico posteriore; i fari antinebbia; il faro di retromarcia, le catene da neve da montare sui pneumatici.
    in campo meccanico tutti i carter che impediscono di mettere le mani su corpi in movimento; le prolunghe per le leve di primo grado ecc... ecc... .
    Comunque i tappeti hanno la funzione di abbellire i pavimenti, coprire le macchie o le imperfezioni del pavimento, permettere, a chi lo vuole, di camminare scalzo e di accovacciarsi sul pavimento senza patire il freddo.
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    :risata: :risata: :risata: :risata:
    un giudice si farebbe quattro risate. Al massimo non si paga la quota del tappeto. Se proprio non si vuole. Abbellire l'edificio e renderlo confortevole rientra nel godimento comune. Salvo richiede quota agli altri. Comunque, diciamola tutta, se l'amministrazione dà il consenso alla spesa, vista la lieve entità, tutti devono contribuire.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ti racconto questo fatto accaduto nel condominio dove abito. Il palazzo è disposto in modo da avere un cancelletto sulla pubblica strada, varcato il quale, devi percorrere un camminamento all'aperto per una decina di metri: il portone di ingresso si apre sulla destra, in posizione rientrata rispetto al muro perimetrale. Ma il camminamento continua rettilineo, dopo il portone, fino a finire contro un muro di sostegno. Dai che ridai alcuni condomini una quindicina di anni fa riuscirono a farsi approvare una spesa di abbellimento del camminamento con vasi con dei gerani e per il fondo con dei rampicanti: una condomina si prese l'onere di innaffiare e curare le piante gratuitamente. Purtroppo dopo un sei /sette anni la poveretta scomparve per un male incurabile. Allora in assemblea si approvò di mettere un circuito per l'irrigazione automatica dei vasi: dopo un tre/quattro anni il circuito si è rotto per il troppo caldo e per le incrostazioni interne. Morale della favola tre anni fa abbiamo votata la rimozione completa dei vasi e dell'impianto: adesso siamo nelle medesime condizioni di una quindicina di anni fa.
    Si hai proprio ragione "abbellire l'edificio e renderlo confortevole rientra nel godimento comune" ma attenzione alle spese che non danno risultati.
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    a ta se pròpe un ciapet, cha le ndach a al tapet,
    traduzione alla prossima se non viene tradotto da qualcuno
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @ Luigi Criscuolo però per un po' di anni eravate fieri di far entrare a casa vostra i conoscenti. D'accordo che c'è la crisi, un po' di fiori almeno vi potevano rallegrare. E l'allegria ha un costo, pensa al Mike nazionale.
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mah, i tappeti delle parti comuni servono a ridurre la spesa della pulizia, perché ci si pulisce le suole delle scarpe quando piove. Ricordate Sciuscià? Sapete l'origine del nome?
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sei proprio una chiappina che è finita sul tappeto
    Ricordes da catà ol pa-het d'alfa
     
  18. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    shoes shine (si dovrebbe pronunciare scius scian) che significa scarpe luccicanti ; i napoletani hanno fatto il resto.
     
  20. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Letteralmente scarpe-lustra.
    Questa è più difficile: come si traduce in italiano "scarpe diem"?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina