1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. franco61

    franco61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti pongo un quesito frequente ma comunque particolare:
    11/08/2013 inizia una perdita di acqua dal bagno dell'inquilino al piano superioere, il mio inquilino mi avverte ed io non riuscendo a contattare il proprietrio perchè il suo numero di cellulare è cambiato chiedo di avvertirlo ai suoi inquilini, cosa che non fanno fino al 13/08 quando avendo recuperato il nuovo numero l'ho avvertito del problema. Questo signore afferma di essere in partenza per le vacanze e che comunque farà intervenire qualcuno. ad oggi 26/08 il problema ancora non è risolto il mio inquilino è furibondo, dorme da amici e minaccia di non pagare l'affitto. Domanda: cosa si può fare per pretendere la soluzione del problema, denunciare il propietario ai carabinieri?
    I danni al mio inquilino chi li pagherà e come si quantificano?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Purtroppo è una cosa che coinvolge solo voi due proprietari, e non l'amministratore salvo non siano coinvolte parti comuni, se hai urgenza senti un legale, se non ne hai mettiti d'accordo con l'altro proprietario per una perizia per il momento a spese comuni, per valutare da dove provenga la perdita e relativa riparazione a spese del responsabile per tutto quanto si spenderà.
     
  3. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Buongiorno,
    in questi casi l'ordinamento prevede una forma di tutela rapida, consistente nell'azione di manutenzione (art. 1172 c.c.) con la quale:
    "il proprietario o il possessore, il quale ha ragione di temere che da qualsiasi edificio (...) sovrasti pericolo di un danno grave e prossimo alla cosa che forma l'oggetto del suo diritto o del suo possesso, può denunziare il fatto all'autorità giudiziaria ed ottenere, secondo le circostanze, che si provveda per ovviare al pericolo. L'autorità giudiziaria, qualora ne sia il caso, dispone idonea garanzia per i danni eventuali".
    Il procedimento è snello ed agevole (artt. 703 c.p.c.), in pochi giorni si può ottenere la convocazione innanzi al Giudice ed un provvedimento cautelare con il quale, ad esempio, il proprietario ed il conduttore dell'appartamento sovrastante si vedano ordinare di permettere l'accesso al bene per l'esecuzione delle dovute riparazioni.
    Resta inteso che l'avvocato, durante la pur breve attesa, dovrà tentare di contattare per le vie brevi il proprietario dell'appartamento sovrastante, cercando di ottenere la sua collaborazione alla risoluzione del problema (assicurando così una definizione ancor più celere della vicenda).
    Se la perdita è ascrivibile alla proprietà esclusiva sovrastante, il proprietario dell'appartamento sarà tenuto a risarcirla di tutti i danni subiti.
     
    A Paoletto, mapeit e condobip piace questo elemento.
  4. Belvico

    Belvico Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve Avv. Polidoro, ho una situazione simile a franco61, e non so come comportarmi.
    Il mese scorso mi contatta l'inquilina a cui ho affittato l'appartamento, indicandomi che c'erano delle perdite di acqua dal soffitto, e che inutilmente aveva provato a rintracciare l'inquilino del piano di sopra. Io mi trovavo all'estero e tra una cosa e l'altra sono riuscito ad ottenere un contatto con il proprietario da cui proveniva la perdita dopo due settimane.
    La situazione nel frattempo era peggiorata, ed il danno si era esteso in maniera tale che oltre al rifacimento di intonaco e quant'altro, si era reso necessario sostituire 2 porte più una mostra ed il telaio di una porta scorrevole (Scrigno). Il proprietario dell'appartamento di sopra si è prestato in prima battuta a riparare il tutto senza problemi, se nonchè a termine dei lavori fatti direttamente da un muratore di sua conoscenza, mi manda due raccomandate:
    • la prima nella quale mi chiede di collaborare alle spese che ha sostenuto, visto che è stato avvisato 35gg dopo l'accaduto;
    • la seconda, dopo una settimana circa, con il conto che spetterebbe alla mia persona.
    Ora, le volevo chiedere se poteva cortesemente indicarmi come dovrei comportarmi, nel senso che la spesa che ha preventivato ed a me spettante è assurda e si aggira ai 2mila euro, quando io per le 3 porte in questione avevo speso l'anno scorso in tutto 900 euro...
    Grazie per il supporto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina