1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Elford

    Elford Ospite

    Volevo un chiarimento.... Sono conduttore di un appartamento in affitto, ora il vento forte ha rotto una porta di plastica di una sgabuzzino sul terrazzo, la proprietaria dice che il costo della porta nuova deve essere a mio carico, mi può dire quale articolo del codice civile impone al locatario che il costo invece deve essere a carico suo?
    In attesa di leggerla, cordialità .
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La risposta dovrebbe trovarsi nel contratto di locazione. Ad ogni modo forse se lo sgabuzzino fosse stato diligentemente chiuso la porta non si sarebbe rotta.
     
  3. stefanopar

    stefanopar Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    "La risposta dovrebbe trovarsi nel contratto di locazione. Ad ogni modo forse se lo sgabuzzino fosse stato diligentemente chiuso la porta non si sarebbe rotta."

    Il buon senso civico ti quoterebbe, purtroppo non credo che il sig.Elford abbia queste caratteristiche. :)
     
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Eppure Elford capirà.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Quale art. di legge vuoi trovare, la custodia del bene l'avevi e la doveva usare con diligenza, ora farla riparare o sostituire, altrimenti dimostri di non aver diligenza delle cose a te affidate
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ????
    La mentalità dei conduttori, indipendentemente dalla loro nazionalità, è differente dalla mentalità dei proprietari: il forum di proprit ne da uno spaccato molto interessante. Conduttori che pensano che, avendo pagato la pigione, non sono tenuti a pagare le spese per la manutenzione ordinaria del contenuto dell'appartamento: non cambiano, o manutentano, neanche il rompigetto dei rubinetti; lascio immaginare se poi il problema è nella manutenzione dello scaldabagno, piuttosto che la rottura della cinghia, o della molla di richiamo, della tapparella. Ci sono proprietari che, consapevoli di aver dato in affitto appartamenti in condizioni usurate, poi applicano rigidamente la L. 392/78 con grande disappunto del conduttore sopratutto se il contratto di locazione è operante da pochi mesi: magagne che emergono dopo anni di inattività dei servizi, sopratutto idrici (vedi la recente discussione sullo spurgo di un pozzo nero, per di più abusivo, che la conduttrice ha dovuto affrontare dopo pochissimi mesi di affitto).
    Il Conduttore dovrebbe pretendere di inserire nel contratto di locazione che tutte le rotture/ cattivi funzionamenti, che dovessero manifestarsi nei primi 6 mesi dall'inizio del contratto, le cui riparazioni rientrano nella manutenzione ordinaria e quindi a carico del conduttore, saranno ugualmente a carico del proprietario.
    Per ritornare al quesito iniziale la ripartizione delle spese tra conduttore e proprietario di casa sono riportate nell' art. 1576 del c.c. , nella summenzionata Legge 392/78 e negli accordi tra CONFEDILIZIA e SUNIA-SICIET-UNIAT del 30 aprile 2014 per la ripartizione delle spese accessorie alla conduzione della unità immobiliare locata.
    Nel caso in questione, siccome la sostituzione della intera porta, secondo me, è una manutenzione straordinaria cagionata da un evento atmosferico, che non ha alcuna attinenza con la responsabilità della costodia dei beni affidati dal proprietario, se non dovesse emergere un comportamento negligente da parte del conduttore, la spesa per la sostituzione potrebbe essere divisa a metà.
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io mi chiedo come fa il vento (inclusa la bora) a rompere una porta chiusa.
     
  8. Elford

    Elford Ospite

    Ma avete letto. La porta era regolarmente chiusa il problema è che era porta a soffietto di plastica, con un gancetto che si infila in un cerchietto .... Per vostra conoscenza il vento a portato via anche una parabola con relativo tubo innocenti incluso ...che è caduta sulla mia terrazza fosse caduta per strada Le conseguenze sarebbero state penali...leggete prima di rispondere e sentenziare.....
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che la porta fosse a soffietto lo hai specificato ora; comunque non cambio il tono del mio intervento.
    Per quanto riguarda la parabola caduta sulla terrazza chi può chiedere eventuali danni alla terrazza è il proprietario e non il conduttore, il quale può solo segnalare i danni al proprietario. Il proprietario della terrazza chiederà i danni al proprietario della parabola.
     
  10. Magnus Ansegar

    Magnus Ansegar Membro Junior

    Inquilino/Conduttore

    La fattispecie è regolata dall'articolo 1609 del codice civile: trattandosi di danno da causa fortuita, l'onere della spesa è a carico del locatore, salvo deroghe a contratto.
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io ho letto.
     
  12. Elford

    Elford Ospite

    Alla fine Ciao siamo arrivati a capo.... Comunque grazie a tutti ...
     
  13. toto

    toto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' da parecchio che non scrivo ,ma vi leggo tutti i giorni,ha ragione Criscuolo è solo una questione di mentalità, si, la mentalità che è il risultato di varie componenti quale l'educazione ricevuta, l'ambiente nel quale abbiamo vissuto, le esperienze di vita insomma, in parole povere, la nostra cultura (quella vera).Io sono stato negli anni passati anche conduttore di case che affittavo solo per il periodo estivo,ebbene le trattavo come fossero le mie (pur pagando un lauto affitto)innaffiavo il giardino curavo le piante e se c'era bisogno facevo anche qualche piccola riparazione ,oggi i miei inquilini mi telefonano per risolvere anche piccole questioni personali dovute alla loro inciviltà e maleducazione sbandierando i loro DIRITTI .Nel caso del Sig.Elford presumendo che la casa sia stata affittata arredata, si puo' procedere con il ritiro da parte del proprietario dell'armadietto danneggiato decurtando dall'affitto una piccola quota,il conduttore se vorrà potrà metterne uno di sua proprietà che alienerà alla fine del contratto.
    Ciao a tutti
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Passo per uno "salace" ma sorprende leggere commenti di nuovi iscritti che "credono" di conoscere un altro "nuovo iscritto" permettendosi di dare qualifiche non dovute.

    Leggi meglio...si tratta di uno sgabuzzino e non di un armadio.
    Ciò premesso non si comprende perchè un eventuale armadietto esterno giustifichi una "decurtazione" dall' affitto.

    Se la porta si è danneggiata a causa del vento (la chiusura in quelle "a soffietto" è un palliativo ...adatto solo negli "interni") la spesa è a totale carico del locatore.
     
    A Nautilus piace questo elemento.
  15. toto

    toto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Chiedo scusa ,ho interpretato male la parola sgabuzzino, da noi normalmente si dice ripostiglio.
    Saluti
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    sempre che sia stato menzionata nel contratto di locazione, tale sgabuzzino
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina