• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Fabinus

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno. Mi dite se la scadenza dell'IMU per coronavirus é stata spostata ad altra data. Grazie
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Non ha molto senso pagare un'unica rata a giugno, perché non è ancora nota l'entità dell'IMU dell'intero anno 2020.

Per questo come acconto ci fanno versare la metà di quanto pagato nel 2019 con IMU + TASI.

Pagare "un'unica rata" a giugno significa comunque dover pagare quello che manca a dicembre, tanto vale fare in due rate, giugno e dicembre.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Magari anche perché erano già le massime applicabili.
Io non ho capito se l'aliquota IMU ordinaria massima applicabile è (ancora) il 10,60 per mille.
Mi pare che il Comune di Torino si stia comportando in modo ambiguo.
Ha confermato la scadenza del 16 giugno per il versamento dell'acconto, che si calcola in base alle aliquote del 2019.
Poi scrive sul sito che "per l'anno 2020 il Regolamento IMU e le aliquote sono in corso di definizione e dovranno essere deliberati entro il 30/06/2020".
A me viene il dubbio che l'aliquota del 10,60 per mille (che credevo fosse la massima applicabile) verrà aumentata...
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
non ho capito se l'aliquota IMU ordinaria massima applicabile è (ancora) il 10,60 per mille.
Art. 1, comma 755 della legge n. 160/2019:
A decorrere dall'anno 2020, limitatamente agli immobili non esentati ai sensi dei commi da 10 a 26 dell'articolo 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, i comuni, con espressa deliberazione del consiglio comunale, da adottare ai sensi del comma 779, pubblicata nel sito internet del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'economia e delle finanze ai sensi del comma 767, possono aumentare ulteriormente l'aliquota massima dell'1,06 per cento di cui al comma 754 sino all'1,14 per cento, in sostituzione della maggiorazione del tributo per i servizi indivisibili (TASI) di cui al comma 677 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, nella stessa misura applicata per l'anno 2015 e confermata fino all'anno 2019 alle condizioni di cui al comma 28 dell'articolo 1 della legge n. 208 del 2015. I comuni negli anni successivi possono solo ridurre la maggiorazione di cui al presente comma, restando esclusa ogni possibilità di variazione in aumento.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Non potrà aumentare l'aliquota.
Spero tanto tu abbia ragione, perché già così per la mia "suite imperiale" al paesello pago un botto. Meno male che mi sono liberato almeno del posto auto inutile che da solo mi costava 300 euro l'anno di IMU a fronte di 4,20 metri quadrati (rendita catastale 160 euro).
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Anche a Torino la Tasi è stata azzerata alcuni anni fa, mi pare nel 2016.
Salvo i fabbricati costruiti e destinati dalle imprese costruttrici alla vendita fintanto che permanesse tale destinazione e non fossero in ogni caso locati (c.d. beni merce).
Aliquota 1 per mille dal 2016 al 2018; 2,5 per mille nel 2019.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
285 euro (se la rendita era effettivamente di 160 euro). ;)
158 Euro era la rendita per essere precisi ;)
Per 4,20 metri quadrati in un paesello con 100mila anime.
Lascio a te le considerazioni su quale cervello avessero geometri e architetti nel 1970, nell'assegnare le rendite catastali.
Stiamo parlando di un posto auto in garage condominiale.
Una volta una rendita catastale alta era gratuito sinonimo di pregio, poi ovviamente i comuni hanno pensato di usarla come parametro di tassazione e allora siamo giunti al punto in cui siamo.
 

Bangia

Membro Junior
Proprietario Casa
faccio una domanda su tema IMU 2020. Ma è vero che, pur non essendo ammesso differimento, le sanzioni per ravvedimenti abbastanza veloci sono minime?
In particolare, chiedo gentilmente se il calcolo qui sotto sia corretto o meno.

Esempio pratico: acconto IMU pagato il 15 settembre 2020 (quindi 90 giorni dopo rispetto alla scadenza) Il prezzo in più da pagare è "solo" il 2.9% in più.

Tributo = 1000 €
Sanzione (ravvedimento medio) = 1,67 % x 1000 € = 16,7 €
Interessi = Interessi anno 2020 = (1000 x 0,05 x 40)/365 € = 12,3 €
Totale da pagare = Tributo + Sanzione + Interessi = 1000 € + 16,7 € + 12,3 € = 1029 €
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
IMU pagato il 15 settembre 2020 (quindi 90 giorni dopo rispetto alla scadenza)
I giorni sarebbero 91. Quindi facciamo il calcolo con versamento effettuato il 14 settembre 2020.
Sanzione (ravvedimento medio) = 1,67 % x 1000 € = 16,7 €
È corretto.
Interessi = Interessi anno 2020 = (1000 x 0,05 x 40)/365 € = 12,3 €
No. Il tasso d'interesse annuo è lo 0,05 per cento (non il 5 per cento), e hai scritto 40 giorni di ritardo, anche se il calcolo l'hai fatto per 90. Il calcolo corretto è: 1000 x 0,05/100 x 90/365 = 0,12 €.

Per la somma credo che non sbaglieresti. ;)
 
Ultima modifica:

Bangia

Membro Junior
Proprietario Casa
a maggior ragione, quindi, il contribuente (specie se in affanno a causa del covid) può serenamente pagare il tributo entro tre mesi con sanzioni irrisorie
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
a maggior ragione, quindi, il contribuente (specie se in affanno a causa del covid) può serenamente pagare il tributo entro tre mesi con sanzioni irrisorie
Può anche non pagarlo. Lo verranno a cercare tra circa 5 anni, con il 30% di sanzioni, gli interessi e le spese di notifica.

"5 anni" perché così gli interessi sono il massimo possibile.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto