1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buona sera.
    So che è possibile stilare un contratto in data antecedente all'effettiva partenza e che i 30 gg entro i quali si deve procedere alla registrazione partono dalla data inferiore tra le due, ma Vostra esperienza, esiste un limite massimo a questa anticipazione? nel caso specifico il contratto di affitto che parte dal 1/03/2016 (è un 4+4), può essere stipulato oggi 20/01/2016?
    Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nessuna norma lo vieta.
     
  3. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  4. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il fatto stesso che si arrivi a postulare una simile domanda e con quale trepidante scrittura dimostra come la selva dei divieti abbia raggiunto un livello di rottura
    con le regole che pur necessarie alla fine mostrano il vero volto: Potere fine a sè
    stesso...E il cittadino si induce sempre più spesso a disattenderle come e quando
    può a cominciare da... quiproquo.
     
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Dipende da dove lo vai a registrare, ogni ufficio ADE è ha se stante
     
  6. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Sì, è vero: ma tanto anticipo (visto che va registrato entro 30 gg dalla sottoscrizione) non potrebbe comportare "problemi" (per esempio un ripensamento, un imprevisto, etc..), visto che, magari, si sono già pagati bolli e registro?
    Anche questo, purtroppo, è verissimo (addirittura cambiano da un impiegato all'altro dello stesso ufficio...): come ho avuto occasione di sperimentare personalmente più volte e di ripetere spesso nel forum, in Italia ognuno è libero di "interpretare" norme e regolamenti a suo piacimento, a cominciare dai giudici; anzi, spesso e peggio ancora, le norme e le leggi si interpretano per gli amici e si applicano per i nemici....
     
  7. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra ci sia un cortocircuito...Se stipulare un contratto significa anche
    sottoscriverlo e datarlo, allora la risposta di Nemesis andrebbe modificata con: nessuna norma lo vieta ma ce n'è una specifica che te lo impone e quindi la risposta al postante dovrebbe essere no...salvo che non sia una specie di bozza
    conforme su cui apporre solo la firma ma senza la data che, come afferma Gagarin va apposta non oltre 30 giorni prima, per cui anche qua il Legislatore infame ti rompe le budella ed il resto arrotondato ( o fessurato...)pur di pressarti e farti odiare anche il placido "tempo"...che "KKKKa..o" gliene frega e gliene viene a quel ****...so come ormai giustamente è additato dal popolo beffeggiato come Sovrano...te lo do io il sovrano...brutto asfissiatore che non sei altro.
    Chi di voi è contento di vivere in un paese con un simile Potere?
    Vi è qualch'altro propista che appena appena si vuole indignare con quiproquo???
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Normalmente la data della stipula di un contratto è anteriore alla decorrenza dello stesso. In questo caso la registrazione va fatta entro 30 giorni dalla data della stipula stessa.
     
  9. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ci si dovrebbe indignare per tante cose, ma tanto a che serve se i giovani, che storicamente hanno fatto le rivoluzioni, li abbiamo cresciuti nella bambagia? A noi vecchi, compete solo subire!
    Ma veniamo al motivo del mio post, tanto per chiarire il problema.
    Fino al 31/12/2014 avevo affittato l'appartamento e, per venire incontro al conduttore, avevo accettato di non volturare l'utenza gas. Apriti celo, quando c'era da pagare la bolletta... Morale della favola, finalmente mi libera l'appartamento ed io corro subito a chiudere l'utenza GAS.
    Oggi arriva un nuovo inquilino che a fine febbraio termina il contratto vecchio con terza persona, e mi chiede l'appartamento dal 1 marzo. Fin qui tutto OK, se non che VOGLIO consegnargli i locali con l'impianto riscaldamento in regola. La prova dei fumi della caldaietta mi scadeva nell'agosto 2015.
    Allora ho chiesto di rivolgersi all'azienda erogatrice per riattivare il contatore (a suo nome), dandogli in anticipo la certificazione dell'impianto GAS; una volta avuto il gas avrei fatto pulire la caldaia, ferma da 1 anno, rifatto la prova fumi e consegnato in perfetto stato il tutto. Non mi è parso giusto fargli pagare anche il mese di febbraio, e i motivi sono quelli che tutti conosciamo (crisi e mancanza di liquidità). L'inquilino d'accordo, ci rechiamo dall'ente gas con la vecchia disdetta del gennaio 2015 per riattivare il contatore e l'utenza a suo nome. (pensavo che tra burocrazia varia, uscite tecnici ecc, ci sarebbero voluti da 2 a 3 settimane, poi il tecnico della caldaia ecc. saremmo arrivati a fine febbraio). All'ente gas apprendiamo che x attivare l'utenza ci vuole, nel caso di affitto, il contratto registrato prima della sottoscrizione dell'utenza; non accettano che il codicillo della registrazione venga comunicato loro dopo!! Da qui è partito il problema (senza dirvi altre assurdità emerse!!) . quindi il voler sottoscrivere in anticipo il contratto è per incastrare tutte le date. In questo caso non avrei corso rischi di ripensamento da parte del nuovo inquilino.
    L'alternativa sarebbe stata quella di riattivare a mio nome l'utenza e poi il nuovo inquilino subentrare, aumentando di molto le spese già alte e, in questo caso, si, avere un rischio di ripensamento. Spero di essere stato chiaro.
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I fornitori, per ridurre i rischi di insolvenza chiedono, per chi va in affitto, il contratto di locazione registrato. Io fornitore, per queste persone, che non hanno proprietà intestate, chiederei un alto deposito cauzionale se italiani, per i non italiani (in ispecie gli stranieri) anche di più.
     
  11. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    SE HANNO TUTTO QUELLO CHE CHIEDI, SE LO COMPRANO l'immobile
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina