1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La nuova legge di riforma del Condominio obbliga l'amministratore ad acquisire i dati relativi alla proprietà degli immobili e in mancanza di autocertificazione da parte dei proprietari egli può reperire tali dati (visura catastale) addossando le relative spese agli inadempienti.
    E fin qui è tutto chiaro e anche giusto direi.
    Non capisco però come l'amministratore possa obbligare i proprietari a fornire i dati degli inquilini o dei comodatari, anche perchè se tali dati non vengono forniti spontaneamente, come li recupera l'amministratore (affitti brevi, affitti in nero, comodati registrati e non, ecc. ecc.?)
    A quanto ho capito il proprietario rimane comunque responsabile dei debiti nei confronti del condominio anche per quanto non pagato dall'inquilino.
    E allora? A cosa serve avere i dati dell'inquilino?
    Certo che avere un nome e un numero di telefono dell'inquilino è utile ai fini di eventuali emergenze quali guasti e perdite di impianti condominiali o privati, ma perchè anche il codice fiscale, la residenza, il domicilio, numeri di telefono fisso e cellulare, e-mail e PEC come ho visto su alcune schede anagrafiche?
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La risposta al tuo quesito credo sia semplice. L'Amministratore sa che se chiede solo un numero di telefono, non otterrà nulla. Se invece chiede nome, cognome, codice fiscale, residenza, domicilio, dimora, fax, telefono fisso, telefono cellulare, email privata, email lavorativa, email PEC, molto probabilmente otterrà almeno una delle informazioni richieste!

    In sostanza, l'Amministratore mira alla luna per colpire un'aquila.
     
  3. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il nuovo articolo 1130 del C.C. stabilisce: “l’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili”


    Viste le richieste, talvolta stravaganti, di alcuni amministratori, su quel "necessarie" e sull'addebito dei costi ci sarà da ridere, soprattutto se certi amministratori si trasformeranno in detective ....
    Mi chiedo, il ministero non poteva provvedere a fornire un modulo per le informazioni "necessarie" che così sarebbero state sottratte alla libera interpretazione dei poveri amministratori e dei poveri proprietari?
     
    A GianfrancoElly e possessore piace questo messaggio.
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il ministero avrebbe potuto fare tante cose, ma evidentemente sono così oberati da attività maggiormente prioritarie, che non ci hanno pensato.
    Considera che il mio amministratore ha chiesto anche la "dichiarazione di conformità dell'impianto alla regola d'arte" (faccio riferimento alla mia caldaia a gas, dato che la mia abitazione è termoautonoma), nonché la scansione della ricevuta del bollino blu fatto quest'anno! In piu', copia integrale del rogito notarile (1999) di compravendita.

    Cercando su Google con chiave:

    registro anagrafe condominiale

    si evince ahimé che ogni Amministratore d'Italia ha fatto a modo suo.

    Ognuno chiede cose diverse dagli altri.

    Chi chiede più, chi chiede meno, chi chiede tutto, chi chiede le visure, chi vuole l'atto, e chi più ne ha, più ne metta.

    Siamo davvero in Italia!
     
  5. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    :stretta_di_mano:
    Già, ho confrontato varie schede e alcune sono a dir poco esilaranti .... certi amministratori chiedono una serie di documenti che ci vuole un mese a metterli insieme .... e poi ci sono quelli che mandano una scheda con titolo "Dichiarazione sostitutiva di atto notorio" con tanto di richiesta di fotocopia di documento valido .... mi sembra che ci sia una certa confusione di ruoli, attribuzioni e poteri. :D
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa

    Guarda, tanto per farti ridere ancora un po', pure io ho dovuto consegnare copia di carta d'identità e codice fiscale :risata:

    Coi documenti che ho dovuto dare all'Amministratore di Condominio, ci sarei potuto andare anche sulla Luna, difficile mancasse qualcosa! :risata:[DOUBLEPOST=1372255769,1372255706][/DOUBLEPOST]E' chiaro che noi poveri piccoli condòmini cerchiamo di accontentare gli Amministratori, per evitare che ci facciano pagare la produzione di documentazione che noi magari non gli vogliamo dare e loro si incapponiscono e riescono comunque ad ottenere..... a nostre spese!
     
    A meri56 piace questo elemento.
  7. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E vai!!!!! Sempre meglio abbondare (nelle richieste) !!!!!
     
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Stavo pensando di allegare anche il certificato di battesimo... :^^:
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Forse una (ri)lettura del comma 6 dell'art. 1130 c.c. ti aprirà nuovi orizzonti.
     
    A possessore piace questo elemento.
  10. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Ovvero, art. 1130 c.c.
    6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché
    ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all'amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L'amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l'amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili;
     
  11. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Pienamente d'accordo, però poniamo il caso che l'appartamento sia locato in "nero" ossia (e ne esistono parecchi nel nostro Bel Paese) non esista nessuna registrazione e/o trascrizione, da dove l'amministratore recupererà i dati necessari?
    Certo sono sicuro che questo è già un buon passo sulla trasparenza da parte dei locatori, ad evitare anche guadagni che sfuggono al Fisco, speriamo bene, ossia, anche gli inquilini si sveglino e chiedano la regolarità della registrazione :)
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dove avevo scritto "comma" leggasi "numero". Il comma è il numero 1 (quell'articolo ha un unico comma.)
     
  13. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Esatto.:ok:
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Bhe scusami ma è un errore veniale, è giusto quello che dici, ma Dolly ed anche tu avete inteso il punto 6 dell'art. 1130 cc;

    6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministrazione acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili;
     
  15. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A me pare stiamo vivendo l'esatto contrario: una volta fuggivano i proprietari, se trovavano inquilini che volevano registrare il contratto. Oggi fuggono gli inquilini, se trovano proprietari che vogliono registrare il contratto. A me sta succedendo così con un garage che tento invano di affittare.
     
  16. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'articolo 1130 l'ho letto, però continuo a non capire come l'amministratore possa reperire certi dati. Se va all'Agenzia delle Entrate gli forniscono i dati relativi alle locazioni del Condominio? E fin qui mi riferisco alle situazioni legali. Se la locazione non è registrata, se un comodato non è registrato, l'amministratore cosa fa?
     
  17. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa

    Per quanto possa sembrare pazzesco, ci sono anche le Agenzie Investigative Private. Un Amministratore di Condominio che soffre di eccessi di zelo, potrebbe addirittura incaricare un'agenzia per ottenere il nominativo di un locatario di un appartamento. Non credo che all'Agenzia delle Entrate facciano visionare i contratti di locazione, ma magari sbaglio.
     
  18. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho fatto una breve ricerca e pare di sì, la trafila però mi sembra piuttosto complessa: occorre fare una domanda all'AdE specificando a quale titolo e a quale scopo si fa la richiesta. Se la richiesta viene accolta, dietro pagamento, forniscono copia dei contratti.
    Per i contratti brevi, le locazioni stagionali o a uso turistico, quando l'amministratore, dopo aver avuto notizia che nel tale appartamento soggiorna un inquilino (delazione? lettura mensile dei contatori enel e acqua?) inizia la trafile all'AdE e ottiene i dati l'inquilino se ne è già andato e via che si ricomincia.
    Rimane poi il problema di quanto non registrato.
    E poi per fornire i dati del mio inquilino devo avere una sua liberatoria (per la privacy) o non è necessario?
     
    A possessore piace questo elemento.
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    l'art.1130 c.c. arriva fino al 4 comma, solo nella riforma del condominio, si sono stati aggiunti altri commi che dovranno essere reperiti da tutti i condomini e dagli amministratori
     
  20. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Da quanto vedo l'art. 1130 ha un solo comma e 10 punti numerati;

    1130. Attribuzioni dell'amministratore
    L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:
    1) eseguire le deliberazioni dell'assemblea, convocarla annualmente per l'approvazione del rendiconto condominiale di cui all'articolo 1130-bis e curare l'osservanza del regolamento di condominio;
    2) disciplinare l'uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini;
    3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell'edificio e per l'esercizio dei servizi comuni;
    4) compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell'edificio;
    5) eseguire gli adempimenti fiscali;
    6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministrazione acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili;
    7) curare la tenuta del registro dei verbali delle assemblee, del registro di nomina e revoca dell'amministratore e del registro di contabilità. Nel registro dei verbali delle assemblee sono altresì annotate: le eventuali mancate costituzioni dell'assemblea, le deliberazioni nonché le brevi dichiarazioni rese dai condomini che ne hanno fatto richiesta; allo stesso registro è allegato il regolamento di condominio, ove adottato. Nel registro di nomina e revoca dell'amministratore sono annotate, in ordine cronologico, le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore del condominio, nonché gli estremi del decreto in caso di provvedimento giudiziale. Nel registro di contabilità sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell'effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Tale registro può tenersi anche con modalità informatizzate;
    8) conservare tutta la documentazione inerente alla propria gestione riferibile sia al rapporto con i condomini sia allo stato tecnico-amministrativo dell'edificio e del condominio;
    9) fornire al condomino che ne faccia richiesta attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso;
    10) redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni.
     
    A meri56 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina