1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carmela

    carmela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve , chi viene a mancare aveva dei debiti, somme che doveva restituire a determinate persone
    e ha lasciato dei fogli scritti a macchina con la sua firma, questi soldi se non ci sono come prova per esempio degli assegni
    questi prestiti, possono essere contestati dagli eredi, grazie a tutti
     
  2. smoker

    smoker Membro Attivo

    Il testamento olografo deve essere scritto di proprio pugno, mentre un riconoscimento di debito può essere scritto a macchina e poi firmato....

    Smoker
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Gli eredi si troveranno un problema morale. O riscattano la memoria del defunto restituendo, magari mediando, i vari debiti o faranno i loro interessi e ignoreranno il problema.
    La morale è una realtà scomoda ma ci differenzia dal mondo animale.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    All'atto pratico, potreste fare un esatto inventario delle scritture di debito lasciate dal defunto e da voi trovate in casa!. Valutate l'ammontare globale, valutate la vostra capacità di rifusione e valutate i tempi tecnici.
    Se il "de cuius" ha lasciato dei beni, valutate i tempi necessari per vendere alcuni di essi.
    Quindi fate una lettera a tutti i creditori, dove si chiarisce che si riconoscono solo i documenti da voi trovati, (arriverà gente con altri scritti con la firma del defunto, ma dovete partire dal concetto che se Voi non avete trovato copia, significa che sono prestiti già restituiti dall'interessato), che proporrete di restituire il 30%?, il 50%? delle somme e per farlo richiedete 24 mesi? oppure scriverete che individuerete il bene A e alla realizzazione di vendita di tale bene, provvederete a saldare i debiti.
    La reputazione del defunto e Vostra, verrà salvata da un comportamento lineare e organizzato secondo quanto ipotizzato sopra.
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ricordatevi che se accettate la successione ovvero usufruite di essa sarete obbligati ad accollarvi i debiti del de cuius. Se avete dubbi sull'entità del debito, potete accettare l'eredità con beneficio d'inventario. Un consulente nominato dal giudice farà la stima della situazione economica ed a quel punto potrete decidere a ragion veduta.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Qui non si tratta di e meglio o è peggio, se accettate l'eredità e riconoscete il debito del de cuius, è giusto onorarlo
     
  7. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    confermo la risposta di Gianco ma: devono essere i creditori ad agire per il recupero dei
    crediti verso il de cuius (in questo caso verso gli eredi)
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    a mio avviso vale quanto scritto da Giacomelli: il riconoscimento del debito, in questo caso, è a discrezione degli eeredi, se loro negassero di avere rinvenuto delle scritture col riconoscimento del debito, tutto quello che dicono gli eventuali creditori sarebbe da dimostrare con perizie calligrafiche e storie abbasyanza complesse. Quindi, decidano loro per il meglio, spesso anche gli usurai fanno firmare ricevute
     
  9. smoker

    smoker Membro Attivo

    semmai è il contrario nel riconoscimento l' onere della prova è invertito..... e se dovessero disconoscere la firma potrebbero i creditori chiedere la verifica.....

    Quello che dovrebbe specificare l' O.P. è se sono già eredi come scritto nel post iniziale ovvero chiamati.... nel caso di accettazione se fosse beneficiata oppure pura e semplice... ovvero se i chiamati siano nel possesso dei beni ereditari..........

    Smoker
     
  10. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    io il mondo lo vedo così:
    stima di eventuali beni da ereditare
    stima dei debiti e di eventuali tasse verso il fisco
    se il valore dei beni da ereditare è nettamente superiore ai debiti ed alle tasse farò di tutto per saldare, altrimenti di quale onorabilità stiamo parlando.
    da quando una persona fortemente indebitata è considerata onorabile?
    e poi il tempo è un gran signore e nessuno si ricorderà più del "de cuius" e dei suoi trascorsi ed anche di chi si è occupato di saldare.
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e se quei debiti sono stati usati (fatti) per far studiare e vivere decentemente gli eredi
     
  12. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    con la stima dei beni da ereditare e conseguentemente anche i debiti mi sembra ovvio che degli ultimi bisogna valutarne anche la tipologia.
    debiti per far studiare che vuol dire, sono comunque pochi spiccioli.
    per far vivere decentemente vuol dire che ha lasciato debiti col salumiere o con il negozio di abbigliamento, sempre pochi spiccioli.
    mutuo su immobili ci sono le garanzie di legge per l'ente.
    i debiti di gioco se li piangesse chi usa questi metodi per sfruttare la povera gente.
     
  13. carmela

    carmela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti
     
  14. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La mia e' solo una modesta opinione. Mettiamo che il de cuius fosse persona ,piena di debiti, che non ha onorato ( o non ha potuto saldare) . I figli o, gli eredi legittimi, nel prendere, cio' che gli piove nel piatto senza saldare i debiti, che fanno ..? seguitano a proseguire la stirpe dei cattivi pagatori..? Bella Roba...!
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se accettano l'eredità subentrano nell'attivo, ma anche nel passivo della situazione economica del de cuius.
     
    A pippopeppe piace questo elemento.
  16. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    e qui siamo pienamente nel giusto, gianco.
    forse perchè ho sempre visto il gioco d'azzardo come una grande negatività, ma non li pagherei mai nemmeno sotto minaccia, sono soldi truffati.
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 1933 c.c.
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :^^:e se avesse lasciato dei crediti di giuoco, li avresti pretesi e accettati?
     
  19. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    ti sembrerà strano, io no non li accetterei mai. sono crediti da truffa e non guadagnati a seguito di investimenti.
    tra l'altro io rifiuto il cosidetto "gioco" che non serve a passare il tempo per divertimento.
    perchè chiamare "gioco" un'attività che impone l'accanimento per un guadagno illecito.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il mondo non è pippopeppe ma molto vario, quello che fai tu è una cosa, quello che sia meglio fare è altra cosa
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina