1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jalisco

    jalisco Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Salve a tutti, volevo porgere una domanda. Ho stipulato un contratto di locazione ad uso abitativo nel 2009 con un locatore che dopo due anni è purtroppo deceduto. Ma è possibile continuare ad avere un contratto intestato ad un deceduto??? che tra l'altro ho scoperto che non era neanche il proprietario??
    Inoltre, nel mio contratto è previsto un preavviso di 12 mesi se voglio andarmene e leggendo un pò nel forum ho scoperto che il massimo previsto dalla legge è di 6 mesi; domanda: qual'è il periodo da prendere in considerazione?? Chi è tenuto al pagamento delle registrazioni annuali all'ade? Il locatore o il conduttore?? Mi riferisco non alla spesa che va divisa a metà, ma a chi deve preoccuparsene. Grazie
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L’erede non è un terzo rispetto al contratto di locazione e subentra a titolo universale nei diritti e negli obblighi contrattuali del defunto, con una semplice comunicazione. Di fatto, l’erede può essere equiparato all’acquirente, con la conseguenza che, anche in caso di successione, può trovare applicazione l’articolo 1602, codice civile, per il quale, «il terzo acquirente tenuto a rispettare la locazione subentra, dal giorno del suo acquisto, nei diritti e nelle obbligazioni derivanti dal contratto di locazione». Secondo la Suprema corte, infatti, «la morte del locatore comporta solo una modificazione soggettiva del rapporto di locazione con il subentro degli eredi nella posizione del locatore e nei suoi obblighi e con il corrispettivo dovere del conduttore di adempiere l’obbligazione relativa al pagamento del canone» (si veda Cassazione 15 aprile 1989, numero 1811).Conseguentemente, non è necessario stipulare un nuovo contratto di locazione tra erede e conduttore.Né è necessario provvedere alla risoluzione del contratto in essere a norma dell’articolo 17 del decreto del presidente della Repubblica 26 aprile 1986, numero 131.
    http://www.casa24.ilsole24ore.com/a...d4-11df-83a6-8f24d2b6f249&DocRulesView=Libero

    Dall’ art. 3 della L.431/98 :
    Comma 6. Il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto, dando comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi.
    http://www.camera.it/parlam/leggi/98431l.htm

    Ove per gravi motivi si intendono :
    http://www.sialamministrazioni.it/confedilizia/RAS8.htm
     
  3. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Ma hai scoperto chi è il proprietario? Il contratto non può restare intestato a un defunto. O gli subentra l'erede, o il legittimo proprietario se le due figure non coincidono.

    Sul preavviso ti ha già risposto Maidealista.

    Alla registrazione annuale di solito provvede il proprietario, ma i due dividono solidalmente la responsabilità. Forse ora sono in un momento di confusione. O glielo ricordi , o provvedi tu scalando poi la metà dall'affitto
     
  4. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Vai all'AdE con i dati catastali del tuo appartamento (dovrebbero essere indicati sul contratto d'affitto) e verifica chi è il vero proprietario; poi decidi in conseguenza cosa fare.
     
  5. jalisco

    jalisco Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    ok, grazie, ma il punto è che in realtà il locatore già quando abbiamo stipulato il contratto di locazione non era il proprietario, poi è deceduto e mi ritrovo il contratto che la moglie (vera proprietaria da sempre) non ha nessuna intenzione di cambiare. Cosa posso fare??
     
  6. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Ora sentiremo anche altri. Io ti parlo in base alle esperienze mie. Al limite per te potrebbe benissimo non cambiare nulla. Non sei nemmeno tenuto a sapere che il proprietario è morto. Però allora chiedi assolutamente alla moglie di pagare lei la registrazione annuale con l'F23. Ce la mette lei la faccia e la responsabilità di mettere i dati (e la firma) del defunto
     
    A maidealista piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina