1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giovannaangela

    giovannaangela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Spero nel vostro aiuto! In un condominio dove ho un appartamento si stanno facendo dei costosissimi lavori di ristrutturazione ( rifacimento tetto, scale, facciate, installazione ex novo di un ascensore) i lavori iniziati nel febbraio 2012 sono ancora in corso: I pagamenti dall'amministratore sono stati ripartiti in varie rate, quindi per lo più già pagati, rimane da pagare "il di più" che ovviamente ci sarà al termine dei lavori per imprevisti vari emersi che fanno aumentare quanto previsto in origine.
    Dato che in data 26 giugno è stato pubblicato il Decreto sviluppo si potrebbe, col consenso delle ditte che stanno effettuando tutti questi lavori "avere indietro" eventualmente tramite assegno quanto pagato fino ad oggi, per rifare immediatamente un bonifico che da oggi ci consentirebbe di poter detrarre il 50% invece del 36%? Sarebbe una strada praticabile o ci si dovrà accontentare di poter usufruire di questa maggiore detrazione solo per "le briciole" che si devono ancora pagare?
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Il D.L. 83/2012 ieri pubblicato in G.U, all'art. 11 riporta quanto segue:

    Art. 11

    Detrazioni per interventi di ristrutturazione
    e di efficientamento energetico

    1. Per le spese documentate, sostenute dalla data di entrata in
    vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2013, relative agli
    interventi di cui all'articolo 16-bis, comma 1 del decreto del
    Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, spetta una
    detrazione dall'imposta lorda pari al 50 per cento, fino ad un
    ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per
    unita' immobiliare. Restano ferme le ulteriori disposizioni contenute
    nel citato articolo 16-bis.


    Ergo, per i pagamenti ante-decreto dovrebbe valere la detrazione del 36%.
    La strada che vorreste percorrere è un tantino complicata in quanto per i bonifici già effettuati
    la banca avrà certamente già operato la ritenuta del 4%.
     
    A hanton21 e possessore piace questo messaggio.
  3. giovannaangela

    giovannaangela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ...era solo una idea che mi era venuta...ma che non ho detto a nessuno , nè agli altri condomini,nè all'amministratore...senza pensare alla ritenuta del 4%.Purtroppo l'amministratore ha fatto un "piano" di pagamento dei lavori eccessivamente "veloce" e che già avevo contestato perchè non trovavo corretto che si pagassero tutti i lavori "previsti" ancor prima del termine di essi...ma lui mi ha risposto che la programmazione dei pagamenti era stata concordata con le Ditte e che solo così aveva ottenuto degli "sconti"! Mah...in altri condomini una parte dei pagamenti veniva programmata a fine lavori ed un'altra ( in relazione al tetto ) dopo 60/90 giorni dal termine per avere una sorta di verifica sulla "tenuta" del rifacimento del tetto.Grazie per la sollecita risposta!
     
    A possessore piace questo elemento.
  4. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La tua idea non è cattiva ma non devi farti restituire i soldi il decreto dice
    pertanto la fattura dei lavori è stata fatta? quando! un buon commercialista potrà darti una mano :ok: mai essere inlegali ma applicare la legge per punto e virgola ;)
     
  5. giovannaangela

    giovannaangela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    noi condomini abbiamo già versato all'amministratore tutte le rate che lui ci ha richiesto,l'ultima era da versare entro il 30 maggio..anche se i lavori sono ancora in corso.Presumo che lui li abbia versati alle ditte con bonifici, ovviamente con data anteriore al Decreto Sviluppo Sicuramente al termine lavori verranno fuori altre somme da versare e quindi solo queste verranno pagate con data post 26 giugno!
     
  6. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Quindi solo le somme che verranno bonificate dall'amministratore (vale infatti la data del bonifico effettuato da quest'ultimo) posteriori alla data di entrata in vigore del decreto potranno beneficiare della detrazione fiscale del 50%.
    Saluti
    dolly;)
     
  7. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Quindi, riassumendo il contenuto dell'art. 11 del decreto, gli interventi di ristrutturazione edilizia passano dal 36% (valido fino al 25 giugno di quest'anno) al 50% (che sarà in vigore fino al 30 giugno del 2013). raddoppia il tetto della spesa: dai 48000 euro ai 96000 euro. Per ottenere la detrazione è importante far riferimento alla data dell'effettuazione delle spese, ovvero dei bonifici bancari. E per chi quindi ha già avviato i lavori di ristrutturazione, pagandone una parte, lo sconto del 50% si applicherà alle spese future. Restano invariate tutte le altre regole in materia.
    Saluti
    dolly;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina