1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. luigi-23

    luigi-23 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,
    ho una zia 82enne perfettamente in grado di intendere e volere, senza figli nè marito. A marzo ho avuto la delega "...senza limitazioni nè di tipologia di operazione nè di importo nè di altra natura con riferimento a tutti i rapporti su cui la banca consente di impartire istruzioni..." da mia zia ad operare sul conto corrente a lei intestato. A maggio mi ha detto di voler donare tutto il saldo, circa 100mila euro, a mio padre (suo fratello 90enne) tramite bonifico da me eseguito on-line. Nel frattempo mi sono occupato io di ogni sua necessità e pendenza amministrativo-burocratica, così come faccio con mio padre. Adesso, a luglio, convinta da altri fratelli e nipoti vuole i soldi indietro e vorrebbe denunciarmi per aver "svuotato" il suo conto corrente. Lei ha altri risparmi e la pensione. Inoltre mi ha firmato un foglio in cui genericamente mi solleva da ogni azione compiuta per sua volontà e conferma di aver agito in suo nome e per suo conto. Che diritti ha mio padre? Che cosa rischio io? Grazie in anticipo a tutti. Gradirei risposte competenti.
     
  2. Se vuole i soldi indietro e tu sei in buona fede, mi sembra giusto restituirglieli!
     
    A piace questo elemento.
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Tuo padre non ha nessun diritto, tua zia può fare in vita ciò che vuole.
    Tu non rischi niente, in quanto l'operazione l'hai fatta avendo la delega
    firmata da tua zia.
    Restituisci i soldi e sei tranquilla.
    saluti
    jerry48
     
  4. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    E' da vedere se i soldi ci sono ancora...
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non sarà più...tranquilla:confuso:
    saluti
    jerry48
     
  6. Oltre a tutti i fogli che le hai fatto firmare c'è per caso anche un atto di donazione?:sorrisone:
     
  7. luigi-23

    luigi-23 Nuovo Iscritto

    no, la donazione va fatta dal notaio. ho solo una sua dichiarazione che ho fatto tutto a suo nome e per sua espressa volontà, comprese bollette pagate dal conto di mio padre.
     
  8. luigi-23

    luigi-23 Nuovo Iscritto

    comunque i soldi sono tutti lì e nessuno li ha toccati. restituirli non è un problema, ma è giusto? che vuol dire che mio padre non ha nessun diritto?
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Un soggetto capace di intendere e di volere, titolare della piena proprietà di un bene, può venderlo o donarlo liberamente senza il consenso di alcuno.
    I fratelli non rientrano nella categoria dei legittimari, costituita dai discendenti, dal coniuge e dagli ascendenti, e questi ultimi solo quando non vi siano discendenti.
    Dunque il fratello non ha diritto ad alcuna quota di legittima, tanto meno i figli di quest'ultimo.
    saluti
    jerry48
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tuo padre, come te del resto, non rientrate in nessuna quota ereditaria. Se rivuole i suoi soldi, ridaglieli facendole pagare, eventualmente, il tempo che le hai dedicato oltre alle eventuali spese che magari hai sostenuto. E poi mandala a quel paese in compagnia dei nipoti e/o cugini che l'hanno sobillata cosi' bene. I parenti sono come le scarpe: piu' sono stretti, piu' fanno male.
     
    A luigi-23 piace questo elemento.
  11. luigi-23

    luigi-23 Nuovo Iscritto

    grazie Barbero. penso che farà così, hai inquadrato la situazione perfettamente, ma la mia domanda era se era giusto far godere i sobillatori, dopo che io l'ho soccorsa mentre era in ospedale, pagato le sue bollette, averle trovato la miglior casa di cura e tante altre cose, fermo restando che mi ha ordinato lei il bonifico e ora si è rimangiata la parola. come quantificare il tempo e l'affetto dedicatole? comunque la zia in questione non ha eredi diretti, è nubile e senza figli.
     
  12. luigi-23

    luigi-23 Nuovo Iscritto

    per giunta la banca non mi rilascia copia della delega!!! ma solo un legale potrebbe farsela avere?
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non ti resta altro che fare: rientrare nelle grazie della zia, dimostrandole sopratutto che quello che hai fatto per lei non era per interesse ma per affetto.
    Potrebbe funzionare, in special modo se le dimostri che sei sincero.
    saluti
    jerry48
     
  14. Queste cose non si quantificano!
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Margheritabella dice bene: queste cose non si quantificano. In condizioni normali, però. Se la zia, evidentemente sobillata mi accusa di appropriazione o di cattiva gestione del suo denaro o di altre nefandezze, io quantifico eccome!. E dopo avere quantificato, trattengo. E dopo aver trattenuto, mando a quel paese. E dopo aver mandato a quel paese, cancello dalla memoria la/e persona/e. Ed a proposito di memoria: ma come? Luigi-23, non ti sei nemmeno fatto una fotocopia della delega che hai avuto a suo tempo?
     
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mi hai preceduto di pochi minuti!!!

    Ma scusate, qui non può, essendo proprio fiscali e considerando "le scarpe strette", sorgere spontaneamente una bella "diffamazione" con le inevitabili conseguenze?
    Potrebbe essere un'altra via da percorrere.
    saluti
    jerry48
     
  17. In condizioni normali un nipote, se vuole, fa queste cose con il cuore e gratis, Poi alla morte della zia divide con gli altri aventi causa. Questo abbiamo fatto noi, io ho aiutato molto mia zia ma non le ho mai fatto firmare deleghe su deleghe e non ho mai fatto bonifici strani! Io la penso così!:fiore:
     
  18. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo con Jerry48. A brigante si risponde con un brigante e mezzo (Pertini docet). Ma credo che il nostro Luigi-23 non abbia questa intenzione. D'altra parte, ho riletto tutti i suoi post e credo che non abbia nulla da temere viste le dichiarazioni autografe rilasciatele dalla zia delle quali dispone. Tornando "a bomba" sulla "quantificazione" potrebbe calcolare il tempo dedicato alle operazioni eseguite in nome e per conto della zia e moltiplicarlo per un valore orario. Che credo anche se si avvicina al costo di una domestica diventa sempre una bella sommetta.....
     
  19. Che pena, ragazzi!
     
  20. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo anche con Margheritabella quando si riferisce a persone che contraccambiano azioni svolte con disinteresse e con cuore. Ma qui, oltre alla zia (che ormai deve avere un po' di aterosclerosi....) entrano in gioco anche i serpenti/cugini che la sobillano e che magari le fanno dire e sostenere delle tesi che in precedenza, evidentemente, non le erano nemmeno passate per l'anticamera della corteccia cerebrale. Tanto e' vero che Luigi-23 sostiene che tutte le iniziative (deleghe e varie) erano tutte partite dalla zia. Che ora, ripeto, sobillata e magari circonvenuta, si rimangia. Ma....."verba volant, scripta manent" con buona pace dei sobillatori e della zia ingrata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina