1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giussani

    Giussani Nuovo Iscritto

    Nel nostro condominio facciamo enorme fatica a riunire una assemblea valida per il rinnovo delle cariche e le decisioni significative. Mi sembra che ci sia un orientamento delle giurisprudenza volto a favorire il funzionamento degli organi assembleari nei condomini, attraverso il riconoscimento della validità delle deleghe date all'amministratore per telefono, salvo successiva ratifica. Sarebbe questa una grande agevolazione e consentirebbe a tali organi di prendere decisioni quando necessario. E' possibile quindi raccogliere deleghe in tal modo?
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    io so che le deleghe devono essere firmate da chi delega e portate in assemblea per conteggiarle insieme ai millesimi dei presenti.
     
  3. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    si potrebbe ovviare forse al problema con email oppure tramite fax:fiore:
     
  4. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    Il compianto Avv. Pirelli, (maestro di qualche generazione di amministratori), nel suo libretto
    "Ciò che l'amministratore deve sapere su: il condominio", testo utilizzato per tanti amministratori
    più datati, scriveva: La delega scritta non è obbligatoria se non in casi eccezionali;
    la forma scritta è sempre data "ad probationem".
    La delega verbale e quella telefonica sono possibili. Sovente il presidente si accerta personalmente con una
    telefonata della veridicità delle deleghe verbali.
     
    A Giussani piace questo elemento.
  5. SANTABARBARA

    SANTABARBARA Nuovo Iscritto

    buongiorno,
    sono valide le deleghe verbali, se queste avvengono per telefono con vivavoce davanti ai partecipanti all'assemblea è tanto di guadagnato. (ricordarsi di metterlo a verbale).
    per ovviare al problema del raggiungimento del numero legale consiglio di svolgere l'assemblea in SECONDA CONVOCAZIONE in quanto il numero richiesto per l'approvazione è inferiore.
    faccio un altro esempio: nel mio condominio il proprietario di uno degli appartamenti è sordo-muto. al suo posto ha sempre partecipato il figlio per delega scritta. ultimamente ne abbiamo fatto una definitiva nella quale il proprietario delegava definitivamente il figlio fino a diversa comunicazione.
    torno al mio lavoro.
    a tutti gradita giornata
     
    A Giussani e Giovanni de Matteis piace questo messaggio.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ho assistito a tanti corsi dell'avvocato Pirelli, ma ha sempre sostenuto che le deleghe devono essere firmate dal delegante e conteggiate in assemblea, sia in prima che in secondo convocazione, dal presidente dell'assemblea e non del segretario.:daccordo:
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  7. Giussani

    Giussani Nuovo Iscritto

    C'è qualche sentenza che convalida la tesi, ottima, dell'avv. Pirelli?

     
  8. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    A Giussani piace questo elemento.
  9. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    la delega puo essere verbale ma cosa dice il regolamento condominiale.?
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, La delega scritta non è obbligatoria se non in casi eccezionali, ma rimane consigliabile, per evitare contestazioni. La delega verbale e quella telefonica sono quindi possibili (Cassazione, 27 marzo 1998, n. 3251). Secondo una vecchia sentenza della Cassazione (20 novembre 1939, n. 3406) il mandato della moglie intestataria può ritenersi presunto al marito, se questi ha partecipato, nell'interesse della moglie, a tutte le assemblee di condominio.
    Sovente il presidente dell’assemblea verifica personalmente con una telefonata se le deleghe verbali sono vere. Non ci pare però esistano responsabilità penali a carico del presidente che non abbia provveduto alla verifica della delega del condomino - scritta o orale - salva l'ipotesi in cui egli abbia avuto la certezza della sussistenza di un falso e, ciò nonostante, ne abbia fatto dolosamente uso per orientare in un certo senso le decisioni. (Cassazione, 27 marzo 1998, n. 3251)
     
    A Giussani e SANTABARBARA piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina