• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Buonasera a tutti,
volevo sottoporre la situazione in cui mi vengo a trovare.
Il conduttore dell'abitazione da me locata ha inviato una lettera in cui dichiara di voler recedere dal contratto per "gravi motivi", peraltro non specificati, con un preavviso di tre mesi in barba a quanto sottoscritto in fase di stipula del contratto che prevedeva sei mesi di preavviso.
Ora gli ipotetici tre mesi dichiarati scadrebbero il 30/06 p.v. e casualmente non sta pagando il canone di locazione relativo ai mesi di maggio e giugno pensando così di poter scontare i due mesi di deposito cauzionale.
Se gli intento una azione legale posso chiedere il pagamento delle mensilità previste nel contratto (sei mesi di preavviso) ?
Grazie a tutti coloro che vorranno indicarmi la strada da seguire.
 

Dimaraz

Membro Storico
#2
In Italia puoi sempre Intentare...ma è opportuno valutare se ci sia di che rivalersi.

Il "deposito cauzionale" non serve a coprire la morosità ...e nemmeno puoi pensare di trattenerlo di tua iniziativa.
 

basty

Membro Storico
#3
Fare causa a chi non ha niente purtroppo aumenta solo le perdite.

Che poi non si possa trattenere la cauzione per coprire la morosità è solo un sofisma giuridico.
 

Gianco

Membro Storico
#4
Allo stato il conduttore è moroso con tutte le conseguenze che ciò comporta. Egli non può pretendere di pagare il canone d'affitto attingendo dalla cauzione che deve restare integra fono al momento della chiusura del contratto, la sua sussistenza serve a garantire il rimborso di eventuali anni arrecati all'immobile.
 
#6
.......e poi il proprietario se la prende sempre in saccoccia.
Non è casuale questo comportamento ma oramai da anni è la normalità che il conduttore consideri il deposito cauzionale in compensazione con l'affitto a fine locazione, salvo rarissime occasioni.......almeno per la mia lunga esperienza.
Fare causa per le 3 mensilità di preavviso mancanti sarai tu a doverlo valutare in termini economici, tempi biblici e risultato tutt'altro che certo.
Al tuo posto ti consiglio di visionare subito e documentare con foto nei particolari lo stato di fatto dell'appartamento per verificare se ci sono danni e nel caso ci siano, quantificarli ed inviare una raccomandata con l'invito al ripristino immediato, dove specifichi che in caso di mancanza di riscontro entro 7 gg. , rivarrai i tuoi diritti nella sede opportuna.
Se l'appartamento è ok, e te lo auguro, lascia perdere cause e quant'altro ed attivati per la prossima locazione.
 

uva

Membro Senior
#7
Se gli intento una azione legale posso chiedere il pagamento delle mensilità previste nel contratto (sei mesi di preavviso) ?
Puoi pretendere le mensilità di preavviso mancanti, ma soltanto per il periodo in cui l'appartamento resta sfitto. Se riesci a trovare un nuovo inquilino velocemente, le mensilità durante le quali percepisci il nuovo canone di locazione non devono esserti rimborsate quale mancato preavviso dall'ex conduttore.

Concordo con @eleonora buda: ormai è "prassi consolidata" che il conduttore decida autonomamente di dedurre il deposito cauzionale dalle ultime mensilità, anche se la legge non glielo consente.
Il locatore può iniziare un'azione legale, ma i costi e i tempi non brevi lo sconsigliano.
 
#14
Se il conduttore consegna le chiavi dell'immobile retrocesso in buone condizioni (salvo la normale usura) ed ammortizza i canoni insoluti col (pari) ammontare del deposito cauzionale, c'è già da leccarsi i baffi. Diversamente soccorre il giudice, ma in tale ipotesi i baffi non ti leccheresti comunque.
 

Gianco

Membro Storico
#15
La funzione della cauzione è quella di costituire un fondo per riparare i danni. Poi uno lo può essere obbligato ad impegnarlo in modo improprio. L'alternativa è rivolgersi a chi dovrebbe amministrare la giustizia!?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto