1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maverik

    maverik Nuovo Iscritto

    Facendovi i miei complimenti per le numerose delucidazioni avute consultando questo forum sono qui a porgervi una domanda.
    Nel condominio in cui è sito il mio immobile anni fa sono stati eseguiti dei lavori di ristrutturazione (facciata..ecc.) con il beneficio delle agevolazioni al 36% che sto portando in detrazione ogni anno per la parte millesimale che compete all'immobile.
    Nel caso vendessi il mio immobile prima che sia trascorso l'intero periodo di godimento della detrazione - dieci anni - il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate viene trasferito all'acquirente dell'immobile oppure no?

    Grazie
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  3. maverik

    maverik Nuovo Iscritto

    Grazie per la veloce risposta.
    Si, la pagina i questione la conoscevo, però si parla di lavori eseguiti in particolare sull'immobile di proprietà.

    Navigando ho trovato che ha diritto alla detrazione l'acquirente di un immobile che abbia stipulato un contratto preliminare di vendita (compromesso), ma che sia stato immesso nel possesso ed esegua gli interventi a proprio carico.
    In questo caso è necessario che il compromesso sia stato registrato presso l'Ufficio competente e che l'acquirente indichi gli estremi della registrazione nell'apposito spazio del modulo di inizio lavori.
    C'è chi mi dice che le detrazioni (36%) per interventi eseguiti in passato sul condominio, e non sul proprio immobile, rimangano al venditore avendo questo partecipato alla spesa. Non so dove sia la verità!!!! Aiutatemi.

    Grazie
     
  4. Il trasferimento della proprietà determina il trasferimento delle rate residue del 36% all'acquirente, anche per spese relative al condominio. Almeno così mi è stato confermato dall'A.G.E. di Bologna. Buona serata
     
    A piace questo elemento.
  5. zabov68

    zabov68 Nuovo Iscritto

    Nel caso in cui l'atto di compravendita avvenga ad esempio il primo giugno , come si determina la quota da portare in detrazione spettante al venditore e all'acquirente? 5/12 (dal 1/1 al 31/5) al vednitore e 7/12 (dal 1/6 al 31/12) all'acquirente o solo a uno dei due a seconda del mese in cui viene stipulato l'atto?

    Grazie in anticipo a chi saprà chiarirmi questo dubbio.
     
  6. La detrazione del 36% spetta a chi è proprietario al 31 dicembre di ogni periodo d'imposta. Quindi la rata annuale non va rideterminata in base al mese del rogito, ma spetta per intero all'acquirente. Ciao
     
    A maidealista piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina