1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mofr5107

    mofr5107 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve.
    Pongo alla vostra attenzione il seguente quesito.
    Due anni fa è stata fatta una ristrutturazione al palazzo nel quale si trova il mio appartamente e su alcuni lavori è stata fatta domanda di detrazione del 55% come previsto dalla legge su un periodo di 5 anni.
    Già ho usufruito della detrazione per 2 anni e ne mancano ancora tre compreso l'anno corrente.
    Un mese fa ho venduto l'appartamento.
    A questo punto a chi spetta la detrazione per i prossimi tre anni?
    A me o all'acquirente?
    Grazie per l'attenzione.
    Saluti.
    Franco
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    All' acquirente. :daccordo:
     
    A mofr5107 piace questo elemento.
  3. Dici di averlo venduto "un mese fa". Qui è importante la data esatta del rogito, perchè la terza rata è detraibile da chi era proprietario al 31/12/2010: se a quella data non avevi ancora stipulato l'atto di vendita, la terza rata puoi ancora detrarla tu. In ogni caso, le ultime due rate spettano all'acquirente. Ciao
     
    A mofr5107 e geomarchini piace questo messaggio.
  4. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nell'ed. 9/2010 della guida al risparmio energetico dell'AdE è scritto:
    "ATTENZIONE
    In caso di variazione della titolarità dell’immobile durante il periodo di godimento dell’agevolazione le quote di detrazione residue (non utilizzate) potranno essere fruite dal nuovo titolare. Questo si verifica quando si trasferiscono, a titolo oneroso o gratuito, la proprietà del fabbricato o un diritto reale sullo stesso. Il beneficio rimane invece
    in capo al conduttore o al comodatario qualora dovesse cessare il contratto di locazione o comodato. In caso di decesso dell’avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all’erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene."

    Quindi "potranno essere", non "dovranno essere", né "saranno". A mio parere l'attribuzione dipende dagli accordi tra venditore e acquirente scritti nel contratto di compravendita.
     
    A mofr5107 piace questo elemento.
  5. Il "potranno" indicato sulla guida può trarre in inganno, ma le regole di trasferimento delle quote sono le stesse previste per la detrazione del 36%, e confermo la mia risposta a mofr5107.
     
    A geomarchini, mofr5107 e jac0 piace questo elemento.
  6. mofr5107

    mofr5107 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Risposta per jac0
    Ma non capisco cosa c'entra il contratto di locazione ed il conduttore.
    La detrazione non spetta al proprietario dell'immobile?
    Non mi risulta che al conduttore spetti qualcosa.
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per poter fare un confronto tra pratica del 55% e pratica del 36% rispetto alla vendita dell'immobile, riporto virgolettato il testo della guida alle ristrutturazioni edilizie (ed. 12/2010).
    "Nel caso in cui viene venduto l’immobile sul quale è stato eseguito l’intervento di recupero
    edilizio prima che sia trascorso l’intero periodo di godimento della detrazione, il diritto
    alla detrazione delle quote non utilizzate VIENE TRAFERITO all’acquirente dell’immobile (solo
    se si tratta, però, di persona fisica)."
     
    A mofr5107 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina