1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Nhio82

    Nhio82 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti. Nel 2009 ho acquistato una casa nuova ed oggi (dopo 7 anni) scopro che avrei potuto detrarre le spese di costruzione del box del 50%. Ora, prima di preoccuparmi di recuperare eventuali documenti e robe varie... vorrei chiedere se qualcuno di voi fosse in grado di dirmi se esiste un limite di tempo massimo per fare la richiesta di rimborso.
    Ora, così su due piedi io direi di no (son passati veramente tanti anni) ma vorrei avere una risposta più certa prima di gettare completamente la spugna e non fare nemmeno un tentativo di richiesta.
    Grazie a tutti
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Aspetta q un'attimo quella detrazione li non valeva nel 2009 per le pertinenze alle nuove costruzioni, ma è una novità recente del 2016, quindi non ne hai diritto, quindi niente rimborso.

    Qui puoi chiarirti meglio le idee: Rimetti la casa al centro del tuo mondo: Acquistare/Affittare
     
  3. Nhio82

    Nhio82 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ok...grazie intanto della risposta. Ma sei sicuro che non si potesse detrarre nulla nel 2009? Quando ho acquistato l'immobiliare mi ha fatto pagare il box con un bonifico con causale che fa riferimento ai sensi della legge 449/97 (questo avveniva nel 2009!)
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ho trovato questa documentazione in riferimento alla legge 449/97.

    riguardo il tuo caso specifico potrebbe essere:

    SPESE RELATIVE ALL'ASSEGNAZIONE O ALL'ACQUISTO DI UNITA' IMOBILIARI A DESTINAZIONE ABITATIVA E LORO PERTINENZE FACENTI PARTE DI INTERI EDIFICI NEI QUALI L'IMPRESA VENDITRICE ABBIA EFFETTUATO LAVORI DI INTEGRALE RISTRUTTURAZIONE (Riferimenti normativi: legge 449/97 – art. 16-bis T.U.I.R. Inserito ad opera dell'art. 4, comma 1, lettera c) del D.L. 6.12.2011 n. 201 conv. con legge 22.12.2011 n. 214 – D.L. 22 giugno 2012 n. 83)
    Beneficiari: assegnatari o acquirenti di unità immobiliari facenti parte di interi edifici che sono stati sottoposti, a cura dell'impresa venditrice o assegnante, a lavori di integrale ristrutturazione. Oggetto della detrazione: spese sostenute per l'intervento di ristrutturazione che si assume in un valore presuntivo pari al 25% del prezzo risultante dall'atto di acquisto o di assegnazione. Misura della detrazione: – per spese sostenute fino al 26 giugno 2012: 36% fino ad un ammontare complessivo non superiore ad Euro 48.000,00; – per spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 30 giugno 2013: 50% fino ad un ammontare complessivo non superiore ad Euro 96.000,00; – per spese sostenute dopo il 30 giugno 2013: 36% fino ad un ammontare massimo di Euro 48.000,00. Condizioni per la detrazione: 1) interventi di ristrutturazione effettuati sull'intero edificio di cui è parte l'unità immobiliare oggetto di acquisto o di assegnazione. Sono esclusi gli interventi di ampliamento: pertanto in caso di demolizione e ricostruzione l’edificio deve avere la stessa sagoma, mentre in caso di ristrutturazione senza demolizione, ma con ampliamento della superficie preesistente, saranno ammesse in detrazione solo le spese riferibili alla parte esistente; 2) che l'intervento sia stato effettuato da imprese di costruzione/ristrutturazione, oppure da cooperative edilizie; 3) acquisto o assegnazione effettuati entro 6 mesi dalla fine lavori. Nel caso di successiva vendita dell'immobile per il quale il proprietario ha goduto e gode ancora della detrazione in discorso, è necessario inserire in atto apposita menzione circa l'accordo delle parti inteso a conservare il diritto alla detrazione in capo alla parte cedente In mancanza, il diritto alla detrazione residua si trasferisce in capo al cessionario.


    P.S Non hai specificato però se il tuo acquisto è una casa nuova (da zero) o nuova da riqualificazione edilizia (ristrutturata completamente). E la differenza sta nel avere o meno diritto a questa detrazione...che in realtà non conoscevo neanch'io ad essere sincero, ma l'ho trovata inserendo su google legge 449/97

    il PDF deriva dall'associazione notarile della Campania, per cui attendibile come fonte.
     

    Files Allegati:

  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è così. La detrazione prevista dall'art. 16-bis, comma 1, lett. d) del TUIR esiste già da molti anni.
    Il suo acquisto è un box.
    La detrazione era ed è prevista per gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali anche a proprietà comune.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Avevi trasmesso la comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara? Tale obbligo esisteva nel 2009, essendo stato abolito il 14 maggio 2011, con l'entrata in vigore del D.L. n. 70/2011.
     
    Ultima modifica: 13 Giugno 2016
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si ma se leggi ciò che ho postato dopo (un PDF del notariato della Campania) si parla di nuovo derivante dal ristrutturato (anche comprato da impresa), oltre ad altri requisiti per potervi accedere!
    La pertinenza ovviamente segue il medesimo discorso.

    Il suo acquisto non è solo un box
    Ma:
    Quindi capisci bene @Nemesis che il caso è proprio quello che ho postato io.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il suo quesito riguarda l'acquisto di un box (e per godere della detrazione avrebbe dovuto essere pertinenziale, oltre ad altri requisiti).
    Che fosse pertinenziale di un'abitazione nuova (da zero), o nuova da riqualificazione edilizia (ristrutturata completamente), o di un'abitazione mai ristrutturata è irrilevante per la detrazione ex art. 16-bis, comma 1, lett. d) che avevo indicato.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ma sicuramente è pertinenziale dato che lui menziona espressamente una nuova unità acquistata, altrimenti non l'avrebbe menzionata.

    Il problema rimane però se questo acquisto deriva da un IMMOBILE COMPLETAMENTE RISTRUTTURATO e RIQUALIFICATO da impresa.
    Quella ristrutturazione "pesante" che obbliga anche al risparmio energetico.
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non c'era nessun problema per il box.
    La detrazione è riconosciuta:
    - per interventi di realizzazione di parcheggi (autorimesse o posti auto, anche a proprietà comune) purché esista o venga creato un vincolo di pertinenzialità con una unità immobiliare abitativa;
    - per l’acquisto di box e posti auto pertinenziali già realizzati, per le sole spese imputabili alla realizzazione e a condizione che le stesse siano comprovate da apposita attestazione rilasciata dal venditore.
    Per usufruire dell’agevolazione per la realizzazione di nuovi posti auto e autorimesse anche di proprietà comune, gli stessi devono essere pertinenziali a una unità immobiliare a uso abitativo.
    Il fatto che gli immobili ancora non siano stati ultimati non rileva ai fini dell’agevolazione.
    In caso di costruzione, anche realizzata in economia, l’esistenza del vincolo pertinenziale deve risultare dalla concessione edilizia. Naturalmente, la detrazione compete limitatamente alle spese di realizzazione del box pertinenziale che risultino documentate dal pagamento avvenuto mediante bonifico.
    In caso di costruzione, per usufruire della detrazione, il proprietario deve essere in possesso della seguente documentazione:
    - concessione edilizia da cui risulti il vincolo di pertinenzialità con l’abitazione, che potrebbe anche essere ultimata in un momento successivo;
    - bonifico bancario o postale per i pagamenti effettuati;
    - ricevuta della raccomandata (laddove fosse ancora prevista, vedi mia precedente risposta) al Centro Operativo di Pescara, che deve essere trasmessa prima della presentazione della dichiarazione dei redditi.
     
  11. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Che io sappia le rate di rimborso passate non sono recuperabili e quest'anno puoi mettere in detrazione la 7a rata (di 10) del costo di costruzione.
     
  12. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E l'invio dell'apposito modulo a Pescara?? e il pagamento della fattura del garage con specifico bonifico???
    Come potrebbe adesso godere di agevolazione per la settima rata se non sono stati rispettati i citati obblighi???
     
  13. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    E' vero. Non c'è verso di portare somme in detrazione!
     
  14. Nhio82

    Nhio82 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti. Anzitutto vi ringrazio per le numerose meticolose e competenti risposte. Non mi aspettavo un tale interesse ;)
    Come premesso, la speranza di recuperare qualcosa è vicina allo zero... capisco bene che in tutti questi anni avrò sicuramente dovuto fare/rispettare delle scadenze....ma prima di gettare la spugna volevo un parere più professionale. Purtroppo vedo che l'epilogo della discussione vada proprio nella direzione peggiore. Ad ogni modo, giusto per puntualizzare e rispondere ai dubbi emersi:
    - la casa era nuova appena costruita (nuova la casa, l'intero edificio e il box annesso)
    - il giorno del rogito ho fatto un bonifico per la casa e uno per il box come descritto e suggerito dal costruttore (allego immagine dell'estratto conto)
    bonifico.png
    - non ho trovato (ma credo di poterlo recuperare) la fattura del garage del costruttore
    - non ho mai compilato moduli e mai spedito a Pescara nulla.

    Potrei tentare qualcosa? Grazie ancora.
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No @Nemesis questa volta non sono d'accordo con te.
    la detrazione oggi come oggi per una casa comprata nuova dal 1 gennaio del 2016 vale (a patto che le categorie energetiche siano A o B). Qui il portale governativo lo spiega molto bene: Rimetti la casa al centro del tuo mondo: Acquistare/Affittare

    Per una casa comprata ai sensi della legge 449/97 invece era diverso da oggi e non c'era assolutamente la possibilità del nuovo (da zero); tuttavia comprando una casa nuova (MA derivante da una riqualificazione energetica) già allora potevi usufruire delle agevolazioni.
    il PDF che ho riportato sopra nel 3° post è molto chiaro in ciò!
     
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Se la casa era nuova già allora ma non derivava da una riqualificazione di un'immobile esistente allora non se ne aveva comunque diritto allora.
    Tra l'altro la norma 449/97 è la finanziaria per l'anno successivo dove da subito dagli interventi che finanzia (vedi l'art.1) si riferisce esclusivamente al RECUPERO del patrimonio edilizio esistente.
    Il nuovo è proprio escluso.
    eccola qui:
    Legge n. 449 del 1997 (Artt. 1-10)

    No, non ne avresti diritto da come l'hai descritta tu, ai sensi della 449/97. Sopra hai la legge che t'interessa
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se finalmente capissi che si sta discutendo della detrazione per un box, e non della detrazione per un'abitazione...
     
  18. Nhio82

    Nhio82 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sisi capisco che la cosa possa destare dubbi...però se posso permettermi non credo che il costruttore mi avesse fatto fare ai tempi una cosa inutile...sapeva di certo il fatto suo.... quindi ai tempi aveva sicuramente un senso. L'unico dubbio è la possibilità i recuperare ancora qualcosina....ma non dubito che ai tempi ciò potesse essere fatto.
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    L'ho capito il discorso.
    Prego @Nhio82 di leggere questo: Acquisto del BOX pertinenziale: se atto e bonifico hanno la stessa data spetta la detrazione fiscale del 36% - BibLus-net

    il box DEVE essere di pertinenza all'abitazione e si parla di ristrutturazione edilizia.
    Se acquisti una casa ristrutturata da impresa è un conto (purchè rientri nelle categorie A e B energetiche).

    Se il box FOSSE anche pertinenziale ma non ci fosse di mezzo la ristrutturazione edilizia (riqualificazione) verrebbe meno il discorso.

    Oggi invece abbiamo il 50% e vale anche per il completamente nuovo (diverso dalla ristrutturazione...purchè le categorie energetiche siano la A o la B).
    qui sono molto espliciti: Rimetti la casa al centro del tuo mondo: Acquistare/Affittare
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non hai ancora letto la norma che ho citato più volte:
    Art. 16-bis, comma 1, lett. d) del TUIR.
    La detrazione per gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali anche a proprietà comune non richiede che vi siano anche interventi di ristrutturazione sugli immobili a uso abitativo di cui sono pertinenze.
    Rileggi il mio post #10.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina