1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. antoniorubino

    antoniorubino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti.
    Sono proprietario di un appartamento e mia figlia di un altro a fianco.
    Si è ristrutturato lo stabile di cui ci sono altri 15 proprietari di botteghe e appartamenti.
    Io ho pagato le spese che toccavano a mia figlia e che l'amministratore le certifica dichiarando di averle sostenute IO per Lei nel 2014 e nel 2013.
    Mia figlia vive all'Estero,è scritta all'AIRE da 5 anni e ancora non è produttrice di Reddito..
    Io uso il suo appartamento ed il mio,in quanto sono sullo stesso piano,ma non abbiamo mai fatto alcun comodato d'uso in quanto familiari,prima che partisse,nello stesso stato di famiglia.
    Io ho pagato la ristrutturazione condominiale sia del mio appartamento che del suo.
    Posso detrarre le spese oltre che le mie anche le SUE ?
    Attendo con impazienza Vs responso .Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No, poiché non eri, al momento in cui si sono iniziati i lavori:
    - né convivente con tua figlia;
    - né comodatario con contratto registrato.
     
  3. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nemesi, forse è una stupida domanda, ma la figlia potrebbe chiedere un rimborso dallo stato?
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Per le detrazioni per la ristrutturazione occorre che ci ne abbia diritto:
    -Faccia anche un bonifico da un conto intestato o cointestato anche a lui

    Se al figlia fosse stata oltre che proprietaria, avesse fatto partire dal suo conto il bonifico per la sua ristrutturazione sarebbe diverso.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Rimborso dallo Stato di che cosa? La figlia non ha sostenuto quelle spese di ristrutturazione.
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    La cointestazione del CC di partenza non è condizione necessaria; si richiede invece che chi intenda fruire della detrazione per ristrutturazione sia soggetto IRPEF che possiede o detiene l’immobile sul quale è stato effettuato l’intervento; ad esempio proprietario, titolare di un diritto reale o personale (l’inquilino), i familiari conviventi.
    La mera convivenza non attribuisce alcun diritto alla detrazione.
    Quanto al cittadino AIRE, fermi i presupposti su indicati, anch'essi potranno usufruire della detrazione ma a condizione che gli stessi paghino allo Stato Italiano le proprie imposte (non nel paese di residenza) ed abbiano sostenuto le spese che intendono detrarre
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma la fattispecie in discussione riguarda interventi sulle parti condominiali. Il contribuente può portare in detrazione, nella propria dichiarazione dei redditi, le spese sostenute relative ai predetti lavori condominiali a prescindere dalle modalità di pagamento adottate. Ma occorre che siano "sostenute" dal contribuente. Cosa che non si può dire per la figlia.
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Mi sono fatto ingannare da questa frase:
    Detto così è un pò confusionario.
     
  9. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Come avevo già indicato:
    - non rilevante il CC dell'ordinante vista l'essenza di spesa condominiale
    - rilevante cosa certificherà l'amministratore
    - rilevante il Rendiconto Consuntivo
    - rilevante che chi intende fruire della detrazione possa dimostrare d'averla sostenuta effettivamente (= emolumento in entrata nel CC usato per pagare il condominio con la rata aggiuntiva)
    Con tali strumenti si dimostrerà chi ha corrisposto e cosa; conseguente il diritto alla detrazione.
    Nel caso di specie manca tutto quanto su indicato.
    P.S. mi piacerebbe capire come l'amministratore abbia risolto il problema del Rendiconto: aver certificato come il padre abbia corrisposto il tutto, determinerà un credito dello stesso e la morosità della figlia; delle due o si ritiene che il padre abbia versato in nome e per conto della figlia (ed allora si muta la certificazione) oppure la stessa dovrebbe ritenersi "formalmente" morosa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina