1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. arcobaleno

    arcobaleno Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ho affittato un appartamento lasciando facoltà al conduttore di apportare ristrutturazione straordinaria e concordando lo scalare delle spese da lui sostenute(oltretutto manodopera in nero costosissima)
    con il canone affitto fino a compensare le stesse. L'affitto che percepirò sarà la metà esempio €400,00 mensili, il conduttore mi verserà €200,00 fino all'annullarsi del debito spese. Che ricevuta devo fare all'inquilino di 400,00o di 200,00€???
    Poi sul contratto devo specificare la cifra che percepirò per molte mensilità?? Anche perchè io dovrei pagare l'IRPEF su 200€ e non su 400€.
    Preciso che le sue spese di manodopera non sono documentate (in nero) in quanto ha chiamato operai tutti disoccupati e mi ha consegnato elenco spese scritto da lui per un ammontare secondo me troppo elevato. Come comportarmi?? Grazie anticipatamente
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma tu pretendi che il Fisco sia tuo complice accondiscendente in questo "pasticcio" ?
    Ahi ahi ahi !!! Purtroppo non è così. Se tu hai registrato il contratto indicando un importo di 400 euro mensili (4.800 euro / anno) dovrai pagare sia l'eventuale imposta di registro, sia l'IRPEF su quei 4.800 euro anche se non li hai percepiti.
    In effetti, se ci pensi bene, avresti potuto fare diversamente:
    - farti pagare dall'inquilino l'affitto pieno dichiarato, ossia 4.800 euro/anno
    - pagare tu con regolare fattura e tramite bonifico i costi di ristrutturazione sui quali, se rientrano tra quelli previsti, avresti potuto godere della detrazione fiscale del 50%
    Non puoi pretendere invece che il Fisco ti faccia detrarre dei costi pagati in nero !!!
     
    A jerrySM piace questo elemento.
  3. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    :D :D

    :ok:
     
  4. arcobaleno

    arcobaleno Membro Junior

    Proprietario di Casa
    io il contratto l'ho fatto di 4800€ ma potrei concordare di rifarlo per 2400€ annui perchè non l'ho ancora registrato. farei bene secondo voi? grazie
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tieni presente che per evitare accertamenti e sanzioni, il canone annuo di locazione di un immobile di categoria A o C (escluso A10 e C1) non deve essere inferiore al 10% del valore catastale dell'immobile calcolato moltiplicando il reddito catastale per 126.
    Esempio.
    Reddito catastale dell'immobile = 500
    Valore catastale = 500 x 126 = 63.000
    Canone annuo minimo per non dar luogo ad accertamenti = 6.300
    Quindi giudica tu se rientri nei parametri o sei "a rischio" dichiarando 2.400
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Proponi di scegliere tu la ditta e il tipo di lavori cosi sei sicuro che in casa Tua le cose vengano fatte come dici Tu ma con i gusti dell'inquilino, avrai la fattura da scaricare, la garanzia e l'inquilino pagherà lui la ditta dandoti la metà del pigione.
    Tranne che l'inquilino ha fatto gonfiare il conto perchè????? è inutile dirlo :fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina