1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gbca40

    gbca40 Membro Attivo

    Nella mia abitazione ho realizzato opere di ristrutturazione edilizia che consentono detrazioni per spese interventi di recupero del patrimonio edilizio (mod. 730 Quadro E sez. III).

    Mi chiedo quale trattamento fiscale verrebbe applicato alle predette detrazioni nel caso in cui l’atto di cessione non faccia alcun riferimento alle predette spese; vale a dire: a seguito della vendita, il venditore mantiene o perde il diritto alle detrazioni ?
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se l'immobile sul quale è stato eseguito l'intervento di recupero edilizio è venduto prima che sia trascorso l'intero periodo per fruire dell'agevolazione, il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate è trasferito, salvo diverso accordo delle parti, all'acquirente dell'unità immobiliare (se persona fisica).
    Saluti.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In assenza di specifiche indicazioni nell’atto di trasferimento le rate residue della detrazione competono all’acquirente, secondo quanto previsto dall'art. 16-bis, comma 8 del TUIR:
    In caso di vendita dell'unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati gli interventi di cui al comma 1 la detrazione non utilizzata in tutto o in parte è trasferita per i rimanenti periodi di imposta, salvo diverso accordo delle parti, all'acquirente persona fisica dell'unità immobiliare. In caso di decesso dell'avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all'erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.
    Per le compravendite effettuate con data successiva al 17/09/2011 le parti possono accordarsi per l’utilizzo delle residue rate da parte del cedente, in luogo del cessionario e tale accordo può essere previsto anche per le cessioni a titolo gratuito.
     
    Ultima modifica: 27 Ottobre 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina