1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Abito in una palazzina di 4 appartamenti tutti di proprieta'. E' di recente, aprile, venuto ad abitare un nuovo proprietario. Sostiene di volersi staccare dall' impianto di riscaldamento centralizzato perche' durante l'anno non abita qui anche per 6 mesi. Secondo noi 'DISTACCARSI dall'impianto' significa mettere un riscaldamento autonomo. Lui sostiene che invece e' sufficiente installare un contacalorie, ed in base al suo conteggio paghera' il consumo del metano. Il nostro impianto e' a norma e la caldaia e' a condensazione, quindi gia' in ottemperanza alle norme di basso consumo. Comunque la domanda e' : e' vero che puo' limitarsi a contribuire solo per quelle che sono le spese di manutenzione della caldaia e non partecipare alla spesa del consumo del metano?
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Le spese del gasolio o del metano devono essere suddivise con criteri uniformi.
    Ciò che il nuovo condòmino può proporre è che tutti i condòmini installino il contacalorie, e che la suddivisione della spesa venga fatta in base al consumo conteggiato dai contacalorie installati da ciascun condòmino.

    E' chiaro che sarà sempre l' amministratore il soggetto a cui sarà demandato il compito di suddividere la spesa secondo ciò che verrà deliberato dall' assemblea.

    Il condòmino non ha il potere di cambiare in autonomia l' esito del calcolo svolto dall' amministratore; egli ha solo il potere di impugnare la delibera di approvazione della spesa entro trenta giorni, seguendo le disposizioni previste dalla legge.
     
    A Antonella Tamagnone e marangon ester piace questo messaggio.
  3. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Grazie mille! Ho adesso un nuovo problema: il comdominio e' composto da soli 4 appartamenti, quindi non vi e' l'obbligo di avere l'amministratore e abbiamo il "condomino delegato". Purtroppo l'attivita' veniva svolta da chi ha venduto l'appartamento che mi ha suonato alla porta, mi ha salutato e mi scaraventato in mano la cartelletta per la gestione del condominio.:confuso:.
     
  4. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Non avere l'obbligo non significa non poterlo decidere autonomamente di avere un'Amministratore , visti gli innumerevoli adempimenti .
    Per il discorso del contacalorie cmq il costo del metano consumato viene ripartito generalmente per il 30% con i vecchi millesimi ed il restante 70% in base ai consumi rilevati dal contacalorie
    Quindi se solo quel prorpietario installa un contacalorie e' impossibile suddividere la spesa in base ai consumi, inoltre entro il 2012 sara' obbligatorio l'installazione dei contacalorie , quindi potete deliberare di installarle tutti al piu' presto
    saluti Marco :disappunto:
     
    A Antonella Tamagnone piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina