1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ludoludo

    ludoludo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Avrei aggiunto una quarta opzione.
    Troppe costruzioni, esageratamente, anche a costo di tenere gli alloggi vuoti imprenditori che costruivano condomini interi, senza richieste abitative.
    Via il verde, ogni spazio buono per costruire. Ci sono più case nuove che richieste ed ora si va in perdita.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Fossero solo le case in eccesso... sono le banche... quelle sono in eccesso, perchè dopo il loro fallimento hanno chiuso i rubinetti, come se la colpa fosse dei creditori, come se il fallimento lo avessero subito ... ed ecco che succede il miracolo del millennio ... lo stato (gli stati) cosa fanno ... sovvenzionano le banche chiededo la cortesia di riapreire i crediti a favore dei consumatori e delle imprese ... ma loro... no... per dare un credito, un mutuo cosa chiedono ... coperture economiche... ma non in proprietà, case, terreni, attività o altro ... no ... soldi contanti ...
    Allora l'imprenditore e coloro che hanno un'attività cosa rispondono?...
    beh a voi la risposta ... è libera ... :)
    ah... non è invenzione o riportata da cronache ... è vera e genuina ...:applauso:
     
    A bolognaprogramme, Daniele 78, rita dedè e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    I soldi vanno dove rendono, sono stati nelle azioni, sono stati nelle azioni tecnologiche, nei Bot. Ma da sempre cercano di stare su beni concreti, come gli immobili. Ci sono Governi che hanno capito che l'immobiliare fa girare l'economia, quindi hanno spinto, giustamente, in quella direzione. Negli ultimi 20 anni sino al 2008, si è lavorato per togliere la Tassa di successione, l?ICI sulla I° casa, si sono inventate le detrazioni fiscali su lavori straordinari sugli immobili, si è inventata l'ampliamento della I° casa, sono stati fatti condoni immobiliari, si è introdotta la Tassa di registro, nelle compravendite, non sul dichiarato ma sui valori catastali, si è abolita l'INVIM, e si è tolta la Tassa sulle Plusvalenze dopo i 5 anni, si è introdotta la Tassa fissa del 20%, in caso di plusvalenze entro i 5 anni, se corrisposta dal Notaio, la cedolare secca sugli affitti ecc.ecc. Chiaro che gli immobili sono divenuti l'investimento principe e sino al 2009 siamo stati tutti ricchissimi, maneggiando immobili.
    POI.... è arrivato MONTI e ha cominciato bombardare l'economia, TASSE sulle:
    AUTO - superbollo- Flop mostruoso
    NATANTI- tassa di stazionamento- distrutto settore nautico, fuga dei natanti all'estero
    IMU, e POLITICA terroristica sugli immobili.
    PENSIONI - devastato generazioni-
    Ora gli immobili sono in bilico, i soldi e le imprese vanno all'estero e la disoccupazione è imperante!

    N.B. Ieri parlavano di introdurre una detrazione fiscale del 20% per chi acquista una casa da affittare! (Giudizio BUONO)
     
  4. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Scusa, ma non mi pare per niente buone... perchè dalla stessa fonte arriva anche che il nostro paese oltre ad essere il più tassato in tutti i settori, immobili in primo piano, la valutazione del mattone come investimento è crollata sotto lo zero, perchè non c'è più utile negli investimenti immobiliari e pertanto non serve più a nessuno.
    Ecco perchè gli imprenditori hanno costruito, ed oggi c'è l'invenduto, perchè hanno fatto loro credere chela ripresa ci sarebbe stata ed ecco il boom...
    È pur vero che "noi" architetti, geometri e magari anche ingegneri "dicevamo" ...che parole grosse, noi ... dicevamo ... vabbeh ... che meglio recuperare che continuare a costruire, ma no ... espansione... espansione a macchia d'olio... ed ecco l'espansione cos'ha portato ... quartieri interi con il 10-30% DI VENDUTO ... immobili nuovi che pur di vendere si abbassano i prezzi al'inverosimile ... e poi ,... la crisi ... gente che vende la propria casa per andare in affitto, perchè non riesce più a star dietro alle spese e tasse ...(ndc) ...
     
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L'argomento sul quale ti sei focalizzato è ineccepibile, per la legge della "Domanda e Offerta" il mercato non può espandersi all'infinito, vero, ma ci sono zone esuberanti di immobili e zone bisognose. La legge proposta, interessa allo stesso modo immobili usati da acquistare per destinarli alla locazione.
    Anni or sono, un emigrato, veniva finanziato con il 110% del valore della casa, dalle Banche, e si acquistava la casa, si pagava l'arredo e il Notaio. Oggi, come sai benissimo, non è più così e quindi ci si aspetta una grande domanda di unità da affittare, ecco che l'ipotesi di sgravio fiscale, permette di invogliare all'acquisto con un vantaggio economico sotto forma di detrazione decennale. Si può dire tutto, provvedimento tardivo, ma non negativo.
     
  6. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Non so come puoi vederla così positivamente, ma rispetto la tua opinione... :stretta_di_mano:...poi non essendo immobiliarista non lo posso vedere da quell'aspetto, di certo lo vedo come architetto e come il lavoro sia drasticamente calato, per non dire annientato.:pollice_verso:
    Costruzioni/progettazioni quasi nulle, ristrutturazioni pochissime per non dire che sono drasticamente aumentate le sanatorie per vendere ed andare in affitto ... questo si ... e questo lo chiami positivo ... quando poi le banche hanno i rubinetti serrati... pensando che sono stati loro a causare il ground zero economico...:maligno:
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Non sono un immobiliarista, non costruisco, ma sono con te allineato nel reputare le "BANCHE" responsabili del Crac finanziario. In gran parte non sono state le banche Italiane, ma a livello mondiale, per anni hanno girato soldi che al 95% riguardavano titoli slegati all'economia reale. Dopo aver intossicato il pianeta, hanno munto soldi dai governi e oggi si sentono autorizzate a far guadagni sulle spalle dell'economia delle famiglie e degli imprenditori. Gli Stati sono collusi, o meglio presi per i così "detti" avendo necessità di vendere Bot per finanziare i propri debiti.
    La mia visione timidamente positiva, deriva dal fatto che in una valle di lacrime, anche un provvedimento modesto può sortire un primo effetto di risveglio degli investimenti. Di certo che se vuoi il mio parere la nostra Società ha parecchi mali, non ultimi economici.
     
    A Daniele 78 e Certificatore piace questo messaggio.
  8. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Condivido a pieno, ma resto realista e guardo con molta preoccupazione la ripresa ... la visione positiva ... si perchè la speranza è sempre l'ultima a morire.
    La collusione degli stati a livello mondiale ... beh non è una novità ... altrimenti non si sentirebbero le cronache parlare di stati preoccupati di fornire armamenti a questi piuttosto che a quelli ... e poi cosa fanno vanno a salvare la popolazione, vanno a disarmare i militari ... vanno ... vanno ... :pollice_verso:
    Meglio che mi fermo qui ... :maligno:
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ci sono molte analisi del mercato immobiliare italiano e tutte hanno basi fondate. In primis l'esigenza di alzare i valori degli immobili da parte di operatori che trasferivano immobili di grande valore, questi immobili subivano una lievitazione del valore senza alcun fondamento, semplicenente c'era chi inspiegabilmente pagava cifre fino ad allora impensabili, l'importo era finanziato da banche che erogavano ad occhi chiusi: Poi il mercato spicciolo dove sempre le stesse banche accettavano valori di acquisto di immobili palesemente sopra al prezzo di mercato ed erogavano finanziamenti, questo ha creato un evidente innalzamento dei prezzi che si è ripercosso sulle transazioni successive: se un acquirente offre un prezzo e acquista significa che il valore attuale è quello e si prende come riferimento per le stime.
    Questo ha prodotto un grande profitto da parte dei costruttori: c'è stato un periodo nel quale tutti (anche chi non c'entrava nulla con gli immobili) costruivano allo scopo di vendere e bastava vendere una piccola parte per rientrare dell'investimento, il resto era guadagno e essendoci chi comprava col meccanismo di sopra si vendeva tutto e i prezzi erano in salita costante. Questo è successo anche negli USA quando si sono accorti di avere fatto come da noi ma moltiplicato
    Poi la crisi: già prima era iniziata l'ascesa delle sofferenze: chi aveva acquistato al di sopra delle proprie possibilità invogliato da un credito facile, si trovava già a non farcela a pagare cifre astronomiche di mutuo e c'erano quindi sofferenze sulel quali le banche non sarebbero rientrate mai in quanto il valore del prestito era addirittura superiore al valore di mercato dell'immobile pignorato e il contratto era nei primi anni quindi perdita importante per la banca. Spesso il credito era addirittura stato cartolarizzato e immesso nel mercato mobiliare.
    Qui le banche hanno cominciato a farsela sotto ed hanno iniziato a chiedere i rientri dei crediti correnti alle imprese e a non finanziare più nessuno, questo ha fatto precipitare il denaro circolante e il mercato globale, fino ad oggi.
    C'è anche chi ha ipotizzato che i grandi capitalisti abbiano voluto e manovrato la crisi per accaparrarsi ulteriore ricchezze, in effetti oggi chi dispone di denaro proprio fa il bello e il cattivo tempo ma questa è un'altra storia
    Certo è che in generale si nota che un certo operare con criterio avrebbe prodotto un impatto della crisi un poco inferiore e che non prevedere quanto è successo almeno in linea generale significa vivere con le fette di salame sugli occhi
    Monti IMU e quant'altro sono arrivati quando il meccanismo era già saltato, oggi le banche sono esposte troppo su crediti inesigibili creati da questo meccanismo perverso e credo che se ne potrà uscire solo con manovregestite dalel bnache centrali, come hanno fatto in USA, poi chi vivrà, vedrà
     
    A quiproquo e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  10. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non serve lo sconto per incoraggiare ad acquistare petr affittare, serve cacciare fuori in una settimana l'inquilino che non paga.
     
    A Daniele 78, quiproquo, Lara19 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  11. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Parole sante, ma è più facile che ti diano uno sgravio che un provvedimento tanto logico come un albo, o un rating dei conduttori non buoni pagatori.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La mia proposta è la seguente: Ridurre i canoni al minimo possibile
    (ideale, ma di difficile attuazione, una bassa percentuale correlata al reddito...) ricorrendo all'istituto...omissis..."Locazione concordata e ag..."
    al minimo possibile. L'inquilino avrà maggiore reddito netto spendibile.
    Il proprietario in corrispondenza ne avrà di meno. Con l'intervento del politico non ottuso lo si può ripristinare riducendo in proporzione la fiscalità relativa. Ulteriore premio per il proprietario alleggerirgli i costi
    degli sfratti con due semplici mosse:

    A) consentirgli il ricorso al giudice senza l'assistenza professionale...
    (si ridurrebbe il numero e il tempo...quasi certamente...parola di qpq!!!),

    B) Indipendentemente dal punto A ..."costringere" il Fisco ad accettare la retrocessione della data per l'esonero delle imposte a partire dalla data dell'istanza al giudice oppure con una dichiarazione registrata come atto pubblico direttamente con l'ADE, pagando il relativo bollo (68 euro???).

    Con poca spesa lo Stato otterrebbe un aumento dei consumi ...alla faccia degli ottanta euro renziani e...inutili a tal fine.

    Cosa vi sembra??? QPQ.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  13. Lara19

    Lara19 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Arianna26 hai racchiuso in due parole il vero problema. Viviamo in una società dove l'inquilini disonesto è tutelato in tutto e il proprietario si prende danno e beffa rimettendoci solamente!
     
  14. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ottimo, nelle locazioni abitative esiste già la possibilità di non pagare le tasse sulle locazioni dalla data in cui si richiede lo sfratto, ma questa misura andrebbe estesa alle locazioni commerciali che, come si immagina facilmente, hanno canoni superiori con dammi maggiori per il contribuente locatario.

    Mi piace molto una detassazione dei canoni locatizi, in fondo se le rendite finanziarie sono tassate al 26% oggi, perché mai i canoni di locazione non possono essere considerati come una rendita finanziaria??? Oltre tutto una rendita "sporca" in quanto il locatore deve mantenere il bene in assoluta efficienza e decoro.

    Ma qualche politico ci legge?
     
    A quiproquo e Lara19 piace questo messaggio.
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    No di sicuro. Anche quando sono in aula leggono solo i giornali che parlano... di loro e si...pavoneggiano.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  16. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    IL NOSTRO "AMATO GUARDIANO" dovrebbe mandare le cose più salienti in visione al I° ministro o chi per lui!!!!
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Concordo.
    Qualcosa bisogna escogitare per farci sentire da questi...sordi...che pensano solo ai... soldi.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  18. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Quinta opzione???
    (ANSA) - GANGI (PALERMO), 20 AGO - Una casa un euro. E' la proposta contro lo spopolamento dell'antico borgo medievale di Gangi lanciata dal sindaco del Palermitano, che ha già trovato mille adesioni a fronte di 20 abitazioni disponibili. "In 15 giorni abbiamo avuto un migliaio di richieste - dice Giuseppe Ferrarello - e ne abbiamo già assegnate 15 di quelle gratuite. Occorre una garanzia di 5mila euro e entro cinque anni le case devono essere ristrutturate. Il costo medio dell'operazione è di 35mila euro".
    20 agosto 2014
     
  19. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Questa è un'iniziativa stupenda, già lanciata da Sgarbi al tempo sindaco di Modica, mi pare. Queste operazioni permettono di recuperare il patrimonio immobiliare esistente di tutt'Italia, favorendo la rinascita di borghi e paesotti, che sono la ricchezza del nostro Paese. E poi, meglio una casa vecchia, con gli spazi e le volumetrie di un tempo, che le scatole moderne del cm. sfruttato al massimo.
     
  20. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dimmi Adriano ne sei proprio sicuro??? Fino a ieri sapevo che il conteggio partiva dalla data della sentenza sia per gli alloggi, sia per i negozi...ma io non sono aggiornato anche se come socio UPPI mi basterebbe fare una telefonata...ma siccome come ho spiegato al beneamato FradJACOno sono diventato oltremodo svogliato specie
    se non ci sia un problema diretto da risolvere, me ne sto tranquillo.
    D'altra parte se mi dovesse succedere che il mio unico inquilino diventasse moroso io, escludendo il giudice (e quindi l'indotto...), ricorrerei alle mie due soluzioni più volte sperimentate con successo:
    A) Gli offro da milleduecento a millecinquecento euro (il costo minimo per lo stato e dell'indotto...) e riottengo subito le chiavi e la firma sul recesso anticipato!!! Subito dopo di corsa col cartello "IN VENDITA".
    B) Gli offro subito il dimezzamento del canone con un nuovo contratto
    concordato e agevolato al minimo possibile...se non è proprio disoccupato, magari accetta.
    Per il resto sono completamente d'accordo con te. Mentre sul punto interrogativo sul politico dormiente (unisco anche Jerry) la soluzione dovrebbe essere questa: Se il politico addormentato non va a leggere Propit...ebbene è Propit che va a svegliare il politico...Sin dal mio ingresso ipotizzai una forma di associazione...che è uno dei pochi modi per ottenere l'attenzione mediatica prima e politica dopo...Ma lo Staff mi rispose col due di picche...Mentre avremmo un bel settebello nel manico. Non ti sembra il caso che lo staff apra un dibattito su questa ipotesi e decidere con la maggioranza dei due terzi??? Nota bene.
    L'associazionismo prevede quote di ingresso a perdere...Si potrebbe cominciare con 10 euro.. e vedere l'effetto finale...Utopia??? Ma figuratevi...Prima di noi se ne contano a migliaia...uno in più o in meno
    non farebbe trabballare il cilindrone di FradJACOno. Sempre pronto ad aprirsi a destra e a manca. Cappitto mi hai??? qpq.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina