1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mercuzia51

    mercuzia51 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono l'infelice proprietaria di un appartamento infelicemente affittato ad inquilino iper-esigente e nulla-colloquiante se non nel ripetere "intendo denunciarla". :disappunto: Ad ogni mia profferta di colloquio mi viene solo risposto con enorme astio "lei e' proprietaria di piu' immobili" . Colpa terribile, ben lo sappiamo...

    Contratto regolare.
    Recentemente l'inquilino mi chiede perentoriamente di rifargli a nuovo l'impianto elettrico.
    Considerate che non vedo ( abito molto lontano) l'appartamento da ca 20 anni e che l' affittanza si protrae da antecentemente tale data e che nel contratto non e' stato inserito nulla al riguardo.

    Possiedo una regolarissima Dichiarazione di Conformita' dell'impianto a regola dell'arte - D.M. 37/08
    relativa al quadro utenza del mio appartamento.
    Perfetta : sia nei dati dell'esecutore che nelle specifiche di quanto fatto ed utilizzato a tale scopo.
    Un amico - ingegnere che stila tali documenti - asserisce che sarei a posto.
    Chi ha stilato la Dichiaraxione asserisce che sono a posto.

    L'inqulino ripete che se mi denuncia alla Asl avro' da pagare una multa pesantissima.

    Ma un dubbio mi si pone perché l'installazione quadro utenza a cui si riferisce la suddetta Dichiarazione di Conformita' e' per un quadro utenza posto FUORI dell'appartamento, ovvero nella zona dei contatori pur se nell Dichiarazione e' specificato che " l'interruttore magnetotermicodifferenziale e' stato posto specificatamente a protezione della linea preesistente dell'appartamento n. 8 (il Mio) .
    Seguono 6 pagine che descrivono lo schema elettrico del centralino installato, la caratteristiche del quadro elettrico e la tabella delle verifiche effettuate ( tutte positive) : es "le protezioni contro i contatti diretti ed indiretti sono adeguati" etc...

    Non capendone assolutamente nulla :shock: chiedo la carita' di avere qualche lume... lumicino al riguardo giacche' sono in grande incertezza e rifare l'impianto mi costerebbe oltre 4000 eu :shock:.
    Nella mia grande insipienza mi chiedo se fornire anche l'interno dell'appartamento di Salvavita e/o magnetotermico avrebbe senso.
    Grazie :fiore:
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No sono ferratissimo su certe normative che sembrano convulse anche a tanti addetti del settore ma penso si possa affermare:
    1)aggiugere e/o spostare un magneto-termico non costa migliaia di euro
    2)hai documentazione e rassicurazioni di addetti che ti confermano la regolarità di un impianto secondo norme successive alla stipula della locazione...bisognerebbe verificare il contratto ma puoi dire al tuo inquilino che faccia ciò che vuole.
    Poi ti spiego.
     
    A Daniele 78 e mercuzia51 piace questo messaggio.
  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A me sembra che l' inquilino stia "gettando" le basi per diventare moroso. Se ti conviene, prova a dirgli che quando se ne andrà procederanno ad una ristrutturazione totale e che, dopo, metterai in vendita l' appartamento. Quindi, non gli (o le) rinnoverà il contratto. Inoltre, per l' impianto hai le certificazioni di legge e lui (o lei) può denunciare ciò che vuole, salvo addentrarsi, poi, in una lite "temeraria" .
    Ma chi te l' ha mandato 'STO soggetto?
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'inquilino abita l'immobile da oltre vent'anni. Tu hai una certificazione sulla regolarità dell'impianto elettrico, rilasciata recentemente e questo individuo ti minaccia di farti passare guai. E' evidente che vuole profittare della tua, probabile, debolezza e della sua prepotenza per farti spendere per il solo gusto di arrecare danno al "padrone" di casa. Magari è di sinistra ed anche sindacalista. Sarebbe il massimo.
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perché se fosse di destra sarebbe un galantuomo "a prescindere "?
     
    A basty piace questo elemento.
  6. mercuzia51

    mercuzia51 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
     
  7. mercuzia51

    mercuzia51 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    il tizio, ovviam pensionato di sinistra, abita nell'appartamento da 26 anni.
    Ogni aumento...ogni ns rapporto sempre fatto controllare dai S. sindacati pretendendo pure la divisione della loro parcella.
    Ad ogni mia lamentela al riguardo risponde con voce carica d'astio " MA lei e' proprietaria di vari appartamenti...".
    L'odio inamovibile che tanti proprietari purtroppo subiscono
    Il problema e' che l'appartamento e' a Modena -mia amata citta' d'origine - ma ahinme' terra "rossa" nella quale sindacati e C. spadroneggiano incontrastati mentre io abito a Milano ed ho un lavoro che m'impegna 25 ore al giorno.
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Luigi, non ho detto quello, dico solo che sono prevalentemente orientati contro la proprietà ed i multiproprietari. Stavo per inviare ed ho ricevuto l'intervento precedente che, come prevedevo, conferma le mie intuizioni.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  9. mercuzia51

    mercuzia51 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
     
  10. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    sono concorde con quanto asserisce gianco, ed aggiungo un bel carico da 11.
    non per buttarla in politica ma l'astio rosso veros chi è proprietario di qualcosa è dovuto prevalentemente all'invidia congenita che certi soggetti portano con sè.
    ci vogliamo ricordare di quanti politici di sinistra oggi sono straricchi?
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' vero il detto: predica bene e razzola male.
     
  12. gerardo schiavone

    gerardo schiavone Membro Attivo

     
  13. gerardo schiavone

    gerardo schiavone Membro Attivo

    Mi sa che sono i "destrosi" ad avere la coda di paglia. Le persone possono essere grandi nel bene e nel male, a prescindere dal loro orientamente politico. Un dato è certo, i grandi evasori, vere sanguisughe sociali, stanno tra i ricconi.
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Io mi sono dato un colpo sul mignolo sinistro mi ha fatto un male boia, mi sono dato un'altro colpo sul mignolo destro, pure mi ha fatto un male boia, dovè la differenza, io personalmente non lo capita,
    per quanto riguarda lalla postista, provare con il non voler rinnovare alla scadenza il contratto di locazione, e nel frattempo di cercarsene un'altro, vedrai che si abbassa le arie
     
  15. diaria

    diaria Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    e per quelli di sinistra che sono proprietari che diciamo?
     
  16. mercuzia51

    mercuzia51 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    °°°
    Nel contratto appare "impianto elettrico a norma secondo la legislazione vigente".
    All' impianto posto all'interno dell'appartamento non ho mai fatto variazioni e mai mi e' stato chiesto di farle sino ad ora.
    So che sostituzione di prese ed interuttori sono a carico del conduttore poiché manutenzione ordinaria.

    Dal 2010 ho Dichiarazione di con Conformita' dell'impianto D.M. 22/01/2008.
    in quanto regolarizzato a norma di legge il quadro utenza dell'appartamento n. X ( il mio) a monte ovvero in zona contatori ponendo un individuale magnetotermicodifferenziale e sostituendo a norma i cavi conduttori.
    Tale conformita', fatta controllare in qst gg da 2 addetti ai lavori, pare essere in perfetta regola sia nella stesura che riguardo l idoneita' dell''impresa dichiarante.
    Per cui di fronte qualsiasi malaugurato problema nell'appartamento sufficit che il conduttore si faccia 2 piani con l' ascensore e operi sl magnetotermico.

    Ma l'inquilino obietta che il tutto dovrebbe essere dentro l'appartamento nel quale dovrei sostituire a mie spese : prese, interruttori, placche, cavi elettrici con quelli antifiamma ed inotre che l'impianto venga diviso in 2 linee una per la luce ed una per le prese. Infine che sempre all'interno venga montato ennesimo salvavita all'interno di un nuovo quadri centralino.

    Ora per me tutto cio' e' simile all'arabo ma sto facendo del mio meglio per capire e per non farmi inutilmente spennare .
    Saluti !
     
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Certamente, se il magnetotermico è al piano terra, quando stacca è una rottura. E' anche vero che, se non c'è dispersione sugli elettrodomestici, non stacca mai. Comunque farne sistemare uno all'interno dell'appartamento non credo che costi una cifra esorbitante. Sinceramente, fossi nel conduttore, lo farei installare a mie spese per evitare di sopportare fastidi o arrecarne ad altri.
     
  18. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non capisco di destra o di sinistra e se fosse un estracomunitario come lo definiremo?
    tornando al problema,1° se lui vuol far controllare il contratto dai sindacati e' un suo problema personalmente non le darei un centesimo.2° cosa ti costa mandare un elettricista di tua fiducia (abilitato) che verifichi l'impianto scrive una realazione dalla quale puoi trarre tutte le conseguenze.se intervenire oppure no.
     
  19. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Secondo me stai in una botte di ferro perchè, nel caso, occorre valutare due cose: l'età dell'immobile e del relativo impianto e da quanto tempo l'inquilino lo occupa. Tutt'al più, proprio per tutelarti fino alla fine, potresti fargli mettere un salvavita all'interno dell'immobile.
    Io non sono un esperto, ma mi sono trovato, nel 2005, in una situazione simile: immobile (e impianto) del 1960 appena ereditato e inquilino all'interno dal 1962; ho preso diverse informazioni e tutte hanno concordato su questi fatti: 1) l'impianto non andava rifatto ex novo per adeguarlo alla normativa del 2005; 2) era sufficiente far montare un salvavita da tecnico qualificato con rilascio di conformità pe lo stesso; 3) qualora il contratto venisse modificato (con nuova registrazione) o l'inquilino lasciasse l'immobile e questo venisse di nuovo rilocato, allora, forse (i pareri sono discordi, ma ritengo che sia opportuno farlo per una propria maggiore sicurezza, anche se sul contratto si potrebbe scrivere che l'impianto, risalente al XY, è stato aggiornato con l'aggiunta di un interruttore differenziale il XY in base alla Legge "che non ricordo quale sia"), sarebbe stato necessario rifare tutto l'impianto. Così ho fatto (ho fatto montare l'interruttore differenziale) e a tutt'oggi non ho alcun problema.
     
  20. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non e' corretto dire che un impianto di ventanni fa sia a norma.l'impianto deve essere messo a norma ogni qualvolta viene emessa una nuova norma specifica e naturalmente deve essere entrata in vigore.vedi tipo libretto di caldaia( entro il )poi con relative proroghe che tuttora non sono definitive.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina