1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ylime

    ylime Membro Junior

    buona sera
    vi pongo il quesito:
    4 anni anni fa il padre dona all'unico figlio due appezzamenti di terreno agricolo(valore inserito nell'atto 100.000 e 245.000). il padre quest'anno muore, gli eredi sono il coniuge e il figlio. nella dichiarazione di successione oltre ad indicare la casa, il garage ed il deposito, mi dicono all'agenzia delle entrate di inserire le donazioni fatte dal decuius e di rivalutare il valore (x112,50) inserito nell'atto. è vero che il valore scritto nell'atto va rivalutato? e se si supera la franchigia di 1.000.000 cosa succede? quanto bisogna pagare di imposta?
    vi ringrazio e attendo delucidazioni
     
  2. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' vero in parte: nella ricostruzione dell'asse ereditario, per determinare l'ammontare dei beni caduti in successione, si usa per i terreni il valore del reddito domenicale riportato sull'estratto del catasto terreni rivalutato per il coefficiente previsto. Non si usa il valore di mercato.
    Ma:
    1) se i terreni sono stati donati 4 anni fa non fanno più parte dell'asse ereditario a meno che qualcuno degli eredi, sentitosi defraudato della propria quota leggittima, chieda la riduzione della donazione.
    2) se sia il coniuge superstite che il figlio non hanno nulla da recriminare sulla donazione effettuta quattro anni prima della morte del decuius perché mettere in moto l'istituzione della riduzione della donazione?
     
  3. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il problema nasce, io temo, dal fatto che l'agenzia delle entrate, motu proprio, potrebbe far rientrare nell'asse ereditario la donazione. E quindi ricostruire le parti così decise dalla legge. Questo perchè se ci fosse una parte eccedente la soglia di un milione di euro, gli eredi, chi travalica la soglia esente di un milione di euro, deve pagare, in questo caso o la moglie o il figlio, la tassa di successione con aliquota al 4%
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Peccato che esistano:
    - l'art. 8, comma 4;
    - l'art. 29, comma 1, lett. f)
    del Testo Unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, approvato con il D. Lgs. n. 346/1990.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina