1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. inghe05

    inghe05 Membro Attivo

    Buonasera, pongo alla vostra cortese attenzione la seguente situazione per avere se possibile alcuni chiarimenti di cui ringrazio in anticipo.
    Mia mamma è morta senza testamento. Gli eredi sono mio padre mia sorella ed io. Mia madre possedeva la metà della casa di abitazione (l'altra metà è intestata a mio padre) ed era cointestata con mio padre di un conto corrente, da cui nel tempo mio padre ha pian piano sottratto la gran parte. Io ho curato mia madre fino alla fine e mi è stato consentito l'accesso alla casa solo per curare mia madre; io non ho rapporti con "mio padre e mia sorella" che sono stati assenti per tutti gli 8 anni di malattia di mia madre ma con mia madre ancora nella cassa erano perfettamente pronti per la successione (scusate la sfogo). Mio padre ha 90 anni, è stato violento per tutta la vita, per quel che ha fatto avrei anche potuto farlo interdire ma non l'ho fatto. Mia sorella negli anni ha saputo raggirarlo per bene facendosi anche intestare case a lui solo appartenenti .Ho saputo che già la settimana successiva al decesso si sono rivolti ad un notaio per la pratica di successione. Leggendo in giro ho scoperto che possono fare tale pratica senza assolutamente avvisarmi. Chiedo: come faccio a sapere quando 1/3 della metà della casa e del conto in banca mi sarà attribuito? Il notaio e/o la banca mi avviseranno? Sono tenuta a pagare il notaio? Dovrò rivolgermi al catasto? Dopo la morte di mia madre, mio padre ha provveduto al cambio della chiave per impedirmi l'accesso alla casa. Posso in qualche modo venire in possesso nelle giuste parti degli effetti di mia madre (non parlo di oro, che avranno già fatto sparire) ma di cose stupide come vestiti o oggetti di uso quotidiano di mia madre.
    grazie mille.
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    A te spetta 1/3 della quota di tua madre come a tua sorella e a tuo padre, che lo sommerà al suo 50%. In definitiva spettano 4/6 a tuo padre ed 1/6 a voi figlie. Poi tuo padre potrà disporre di 1/3 del suo patrimonio per destinarlo come quota disponibile, ma i restanti 2/3 devono essere divisi fra voi figlie, se non ci sono altri legittimari. Per cui se lui avesse fatto delle donazioni alla figlia privilegiata, quando sarà il momento potrai verificare se la tua quota di legittima è stata intaccata ed allora potrai rivendicare i tuoi diritti. Loro hanno presentato la dichiarazione di successione nella quale devono essere calendati tutti gli immobili ed i conti correnti o depositi intestati a tua madre nel rispetto delle quote che stabilisce la legge. Tu hai altresì diritto ad avere dei ricordi di tua madre e puoi accedere alla casa comune. Certo è che se ci sono queste tensioni sarebbe opportuno che ti appoggiassi ad un intermediario, che sia un amico, un conoscente comune o un tecnico di fiducia, magari conosciuto da loro. Altrimenti l'alternativa è rivolgerti ad un legale con tutte le incognite che ciò comporta: un'azione legale è sempre lunga e costosa.
     
    A pesco, Rovald e Franci63 piace questo elemento.
  3. inghe05

    inghe05 Membro Attivo

    Grazie mille delle precisazioni. Ma riguardo a " sapere quando 1/3 della metà della casa e del conto in banca mi sarà attribuito? sarò avvisata da banca o notaio? Sono tenuta a pagare il notaio? Dovrò rivolgermi al catasto per avere queste informazioni?" qualcuno ha qualche opinione? Gianco dice che ho diritto ad accedere alla casa, ma in forza di cosa? visto che hanno cambiato perfino la chiave?
    grazie mille ancora
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nessuno ti avviserà, tanto meno l'Agenzia delle Entrate. Tutto dipenderà dai rapporti umani fra gli aventi diritto. Purtroppo se mancano i contatti fra voi eredi, dovrai attivare un rapporto epistolare, con l'intervento di un legale nel caso di manifesto ostruzionismo.
     
  5. Excalibur

    Excalibur Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao, mi dispiace per tua mamma. Se non vi parlate tra voi, devi trovare qualcuno che parli per te con loro. Al tuo posto mi rivolgerei a un legale: un avvocato non cura solo le cause ma può scrivere per esempio a tuo padre al tuo posto perché tu possa accedere alla casa, chiedere che ti vengano comunicati tempi e modi della successione. Non è gratis ma credo ti risparmierebbe un sacco di seccature. Né l'agenzia delle entrate né la banca sono tenute a informarti: lo dovrebbe fare chi tra voi eredi sta curando la burocrazia. Ma un avvocato può chiedere per te e quando le lettere hanno l'intestazione di uno studio legale le persone si ammorbidiscono d'incanto.
    In bocca al lupo.
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ora la presa di posizione di tuo padre è chiaramente un atto di prepotenza visto che a te spetta una quota dei beni mobili ed immobili di tua madre. Hai il diritto di accedere all'abitazione ma ovviamente ci deve essere il benestare degli altri. altrimenti sei obbligata a tutelare i tuoi interessi avvalendoti di un legale. Per quanto attiene i conti correnti, la banca liquiderà solamente alla presenza di tutti gli eredi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi