• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

damian

Membro Attivo
Buongiorno,
Ho questa situazione reddituale
Un fabbricato nel corso dell'anno ha modificato classificazione catastale e conseguentemente rendita catastale. Come si dichiara in sede di Unico?

Non posso indicare "continuazione" in quanto il sistema evidenzia un errore nella rendita catastale.

Credo che vada indicato come un fabbricato se stante pertanto, risulteranno 2 fabbricati anzichè 1.
Qualcuno può confermare questa interpretazione?
Grazie.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Dovrai compilare due righe per il medesimo fabbricato. Mi spiego meglio.

Ipotizziamo che il cambio di categoria catastale e di rendita catastale è stato effettuato il 30 Aprile 2019.

Nella prima riga metterai il primo fabbricato con rendita catastale 333 Euro (ad esempio), e GIORNI DI POSSESSO = 31 (di gennaio) + 28 (di febbraio) + 31 (di marzo) + 30 (di aprile) = 120 giorni.

Nella seconda riga metterai il fabbricato con nuova rendita catastale 444 Euro (ad esempio), e GIORNI DI POSSESSO 365 - 120 = 245 giorni.

Il caso va gestito come se tu avessi un fabbricato per 120 giorni, lo vendi e ne compri un altro che è tuo fino a fine anno (245 giorni).
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Perfetto!, Grazie
Perfetto mica tanto. Ma è l'unica possibilità, come hai constatato.

E ti dirò: il prossimo anno ti ritroverai proposti in precompilata ancora i "due" immobili : a me è capitato di peggio.

A seguito di frazionamento l'unità A era diventata B + C: poi si da il caso che d'ufficio l'Agenzia delle Entrate dopo più di un anno abbia rettificato la rendita catastale dichiarata di B e C, per cui mi sono ritrovato in precompilata sia A che B che C: la variazione catastale annotata solo sulle note.
E dire che tutti gli elementi erano in possesso di Agenzia delle Entrate.

p.s.: un dato positivo però c'era (lo dico sottovoce): le note riportano che la decorrenza di tale variazione catastale parte dalla data xx/yy . Per la verità avevo letto che nei casi di rettifica ufficio della rendita attribuita in sede di nuovo accatastamento, la decorrenza sarebbe stata ex-nunc. Visto come hanno considerato la cosa, non ho contestato il fatto di attribuire per 181 gg la rendita B1 e per ill rimanente periodo di gg la rendita B2 ecc.

Siamo il paese dove teoricamente tutto si spiega ed è regolamentato: ma poi nella pratica gli stessi regolatori si contraddicono e i cittadini si adeguano mettendoci la fantasia.
Perchè non doveva essere ammesso il flag continuazione? Non bastava un avviso, che segnalasse la potenziale anomalia?
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
E ti dirò: il prossimo anno ti ritroverai proposti in precompilata ancora i "due" immobili : a me è capitato di peggio.
Va bene, si dice al CAF che "La riga con rendita catastale 333 Euro va cancellata perché l'immobile non esiste più". Dov'è il problema?
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
C
Il flag continuazione si usa nel caso in cui lo stesso immobile continua sulla riga successiva.
Cerca di capirmi. Quanto hai aggiunto non è del tutto corretto.
Attualmente il flag continuazione può essere utilizzato solo se lo stesso immobile non ha subito variazione di rendita catastale, dato che il modulo Redditi identifica una U.I. solo tramite il dato "rendita".

Quanto lamentavo io, voleva significare che nell'impostazione della modulistica non è stato previsto che lo stesso immobile possa subire col tempo una variazione di rendita.
Se il campo di ID del record fossero state le coordinate catastali , e non la rendita, capisci che il semplice cambio di rendita non portava a far figurare una U.I. distinta.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Un fabbricato nel corso dell'anno ha modificato classificazione catastale e conseguentemente rendita catastale. Come si dichiara in sede di Unico?
Stesso problema, fatta domanda a Agenzia delle Entrate che risponde, via mail, metti solo la nuova. Unica riga.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Ho dimenticato di scrivere che nella precompilata appariva solo la vecchia rendita, ovviamente.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Scusate tutti, è lunedì mattina. Il documento allegato alla precompilata aveva recepito il cambio di rendita, ma nella precompilata stessa aveva usato il dato vecchio. Per me il problema era fiscalmente irrilevante trattandosi di abitazione principale.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Stesso problema, fatta domanda a Agenzia delle Entrate che risponde, via mail, metti solo la nuova. Unica riga.
Un conto è il tecnicismo formale di compilazione, di cui commentavamo sopra, altro il corretto criterio fiscale.
Per quanto avevo a suo tempo letto, la risposta a te data da Agenzia delle Entrate non è del tutto corretta.
Bisogna tener conto delle cause che hanno portato alla variazione di rendita.
Due sono i casi.
1) Variazione operata dal catasto o dal comune per variazione delle tariffe catastali, variazione di categoria stabilità dall’ente per sanare disparità di classamento, variazioni a seguito di interventi edilizi: in questi casi la nuova rendita ha valore/decorrenza dalla data di variazione (ex nunc = da ora)
2) Variazione sorta a fronte di assegnazione definitiva della rendita da parte del catasto, a fronte della rendita calcolata e proposta in fase di nuovo accatastamento di una nuova o ristrutturata U. I. : in questo caso la logica porterebbe a dover considerare la decorrenza “da allora” = ex tunc.

La risposta di Agenzia delle Entrate ricevuta considera solo il caso 2

Ps: Per la cronaca nella mia precompilata, comparivano due righe, con attribuzione dei giorni, adottando la regola ex nunc, tipo caso 1. ( Che ho preso per buona, pur trovandomi in una situazione assimilabile al caso 2)
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Scusate tutti, è lunedì mattina. Il documento allegato alla precompilata aveva recepito il cambio di rendita, ma nella precompilata stessa aveva usato il dato vecchio. Per me il problema era fiscalmente irrilevante trattandosi di abitazione principale.
Mi hai fatto venire il dubbio: forse la precompilata riportava solo la vecchia rendita, senza completare i giorni. Il tutto forse compariva solo sulle note allegate. Che però seguivano il criterio “da ora”
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
rientro nel caso 2. la decorrenza era 17 giugno. i giorni erano 365 ma era specificato nell'allegato che la nuova rendita fornita dal catasto era nota all'agenzia ma non era stata utilizzata.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Buongiorno e grazie fin d'ora a chi potrà rispondere.
L'inquilino, sempre quello simpatico,ora prova a creare zizzania anche nei confronti di altri conduttori che finora, educatamente tacciono.Pensavo di convocare tutti in riunione stilando poi un verbale di accettazione delle regole (stavolta scritto nero su bianco e non solo verbale).Sarebbe la prima volta in trent'anni ma c'è pur sempre una prima volta!
Alto