1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MarcoFonta

    MarcoFonta Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    sto ereditando un fabbricato del 1600 costituito da 2 negozi e 2 appartamenti in Emilia.
    Negli anni 60 furono fatte delle variazioni:
    aggiunti bagni per i negozi ricavandoli da spazi cortilivi
    e da 3 a 2 unità abitative ( suddividendone una e unendo le parti ai restanti 2).
    Le planimetrie catastali sono del 1939.
    Colpa di mio padre a non fare il condono tempo fa', comunque
    oggi si può fare qualcosa per evitare di demolire opere che comunque risalgono a 50 anni fa ?
    C'è differenza di trattamento nei 2 casi (aggiunta di bagni commerciali e porte aperte/chiuse abitazioni) ?

    grazie
    saluti
     
  2. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Le opere realizzate prima del 01.09.1967 non necessitavano di Concessione edilzia. Pertanto a livello catastale non incorri in nessuna sanzione e tantomeno a livello comunale se non per il recupero dell'ICI almeno 5 anni indietro.
     
  3. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    VERO

    Ma Perchè?
    Marco fonta dice che le catastazioni ci sono del 1939, magari diverse dell'attuale ma ci sono, pertanto l'ICI l'ha già pagata, nun c'è nulla CHE RECUPERARE TRANNE CHE PER UNA diversa classazione ma su via siamo seri.
     
  4. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Se da un giorno all'altro al Comune arriva una Variazione di classamento o un aumento delle unità è ovvio che sulla differenza tra ciò che pagavi e tra ciò che avresti dovuto pagare in base alle nuove risultanze catastali ti fanno il recupero dell'ICI. Almeno da noi funziona così, i Comuni rastrellano a più non posso. Fidati, sono più che serio io.:risata:
     
  5. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    Giustissimo quello che dici MA A QUANTO PARE:
    - C'è stata una diminuizione delle unità immobiliari, ma comunque sia c'è stata una traslazione di superfici esistenti già assoggettate all'ICI
    - si tratta di valutare ed eventualmente compensare
    - NON SI TRATTA DI FARE UN RECUPERO DEGLI ULTIMI 5 ANNI che non so se mi spiego è gravoso.
     
  6. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Sarò più preciso: se ad oggi faccio una variazione catastale anche se in diminuzione di unità o comunque modificando le vecchie planimetrie, il Catasto non mi lascia la Categoria o la rendita di 60 anni fa (mi riferisco ad esperienze personali con il Catasto di Cuneo) ma me lo accerta ovviamente in un classamento superiore. Se allo stato attuale come ICI devo pagare 100 e ho sempre pagato 60 il Comune mi farà un recupero di 40. E' comunque sempre discrezione del Comune, ovvio e si tratta giustamente di compensazione se questa deve esserci. Non penso che dicessimo cose diverse......
     
  7. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    :ok::daccordo:
    Ciao!
    Salvo
     
  8. MarcoFonta

    MarcoFonta Nuovo Iscritto

    Quindi, se ho ben capito, dovrei dimostrare che tali opere sono state eseguite prima del 1967, giusto ?
    Cosa tra l'altro non facile...come diavolo potrei fare ?
    basterebbe una autocertificazione di mia madre (mio padre è morto)..?

    In quanto alle rendite catastali, sono state aggiornate d'ufficio dal catasto nel 1999, così è scritto nella visura.

    In quanto all'ICI i casi sono 2:
    a) negozi ampliati
    b) appartamenti uniti

    In b), ICI dovrebbe essere più o meno a posto.
    In a), in effetti forse un recupero di ICI lo farebbero in quanto una decina di mq dal cortile (che non paga) sono stati annessi al negozio, ma sarebbe il meno penso....

    Rimane la domanda sopra: come spiegare che era già esistente l'ampliamento nel 1967 ?
    E poi infliggono sanzioni per l'irregolarità?

    grazie dei consigli!
     
  9. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    E' sufficiente l'autocertificazione di tua madre SI, da verificare prima che non ci siano elementi probanti che possano far risalire a date diverse. Mi spiego meglio fotoaerogrammetrie (Comune) o foto satellitari che possano fare risalire a data diversa di accorpamento del cortile ( variazioni esterne), per le variazioni interne non c'è problema.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina